Combatti lo spreco alimentare: ecco come conservare gli avanzi e gustarli il giorno dopo

Se vuoi che la tua vita sia davvero ecosostenibile, uno dei primi passi da compiere è fare attenzione all’alimentazione. Tra le scelte che puoi compiere, una è fondamentale: combattere lo spreco alimentare. E puoi farlo conservando correttamente gli avanzi (che il giorno dopo sono spesso ancora più buoni!).
Sara Polotti 15 Settembre 2021

Hai ordinato troppo cibo da asporto? Oppure hai preparato una cena succulenta che poi è avanzata? Ancora: hai raccolto troppa frutta e verdura nell'orto e non hai fisicamente tempo per finirla?

Saper conservare al meglio il cibo è un'azione ecosostenibile tra le più potenti: lo spreco alimentare è infatti un problema del primo mondo, una questione da non prendere alla leggera. Eppure basta così poco per conservare e non buttare nell'umido ciò che rimane nel piatto o ciò che prepariamo in abbondanza!

Qui troverai una carrellata di diversi cibi e cotture e la spiegazione dettagliata su come conservarli al meglio quando avanzano nel piatto.

Come conservare i cibi avanzati

La pasta

La pasta cotta e condita è uno dei cibi che più avanzano. Costa poco e spesso, quindi, è normale prepararne in abbondanza. E va benissimo: basta non buttarla! La pasta avanzata è infatti buonissima anche nei due giorni successivi. Copri la padella o il piatto (freddi) con della pellicola e metti tutto in frigo. Potrai saltare gli avanzi in padella con un filo d'olio per un paio di minuti. Se invece preferisci conservarla più a lungo, trasferisci la pasta in un contenitore ermetico e infilala in freezer. Si conserverà per un paio di mesi e potrai scongelarla all'occorrenza, saltandola poi in padella o preparandola al forno con un po' di besciamella.

La pizza

Se ti avanza la pizza, coprila con della pellicola e tienila fino al giorno successivo in frigorifero (in estate) oppure nel forno spento e chiuso (agirà da dispensa!). Mangiala a pranzo il giorno dopo.

Le verdure

In generale, la verdura cruda e fresca può essere lavata, asciugata e congelata. Non è comodo con quella a foglia, che è sempre meglio mangiare fresca, ma puoi mettere in freezer le carote a pezzetti, la cipolla tritata, il prezzemolo… Se, ad esempio, triti troppe verdure per il soffritto, puoi metterle in un sacchetto e congelarle, mettendole poi direttamente in padella all'occorrenza.

La frutta fresca

Se ti rendi conto che la frutta fresca sta maturando troppo in fretta perché tu riesca a mangiarla, prendi precauzioni per evitare di buttarla! Lavala, sbucciala e tagliala a pezzetti, da infilare in sacchetti per il freezer. Mettila poi nel congelatore. Sarà ottima per i frullati e gli smoothies anche in pieno inverno.

Il pollo

Il pollo crudo appena preso dal macellaio o al supermercato può essere messo in freezer e si conserva così per un paio di mesi. Ti basterà poi scongelarlo e cuocerlo come preferisci. Se invece il pollo è già cotto e ti è avanzato, una volta freddo puoi metterlo in frigo e consumarlo il giorno successivo, o ancora meglio puoi sfilacciarlo, condirlo con olio e unirci un po' di cipolle a rondelle fini. Quest'insalata di pollo si conserva in frigo per una giornata.

La carne

Si comporta un po' come il pollo. Se è cruda e fresca puoi quindi metterla in freezer e conservarla per un paio di mesi, scongelandola prima di cuocerla, mentre se è cotta potrai tenerla in frigo in u contenitore ermetico (oppure in un piatto coperto da un altro piatto) e consumarla il giorno successivo. Se la sfilacci e la condisci sarà ottima anche nei panini.