Cosa dovrebbe mangiare un bambino dagli 0 ai 5 anni? Le linee guida dei pediatri americani

A quanti mesi dovrebbe terminare l’allattamento? E quando un bambino può iniziare a bere il latte vaccino? Fino a questo momento avrai seguito i consigli del pediatra, dei libri sull’argomento oppure il tuo buonsenso. Per la prima volta però vengono redatte delle linee guida per fissare una volta per tutte la regole per la corretta alimentazione di tuo figlio.
Giulia Dallagiovanna 23 novembre 2019

Se hai un figlio piccolo, saprai benissimo che la sua dieta deve essere studiata su misura e nei minimi dettagli fin dal giorno della sua nascita. L'allattamento, lo svezzamento e la sua alimentazione nei primi anni di vita sono fondamentali per garantirgli una buona salute anche da adulto. Fino ad oggi probabilmente avrai ascoltato i consigli del pediatra e letto qualche libro sull'argomento. Un po' avrai anche fatto di testa di tua, in base a quello che ti sembrava più sensato. Da oggi però potrai beneficiare delle linee guida ufficiali scritte dagli esperti dell'American Academy of Pediatrics, dell’Academy of Nutrition and Dietetics, dell’American Heart Association e dell’American Academy of Pediatric Dentistry.

I pediatri si sono concentrati soprattutto sul primo periodo della vita di un bambino, dalla nascita ai cinque anni di età. Per i primi sei mesi, come già saprai, l'unico nutrimento deve essere il latte materno, fondamentale per trasmettergli tutti i nutrienti di cui ha bisogno e gli anticorpi con cui contrastare tutti nuovi germi e batteri con i quali improvvisamente entra in contatto. Se il tuo latte non è sufficiente, puoi ricorrere a quello sostitutivo.

Da evitare succhi di frutta e latte aromatizzato al cioccolato

Chi è stato allattato naturalmente, passati i sei mesi può iniziare a bere il latte vaccino, ma diluito con l'acqua. Se invece il primo latte era artificiale, il passaggio non dovrà avvenire fino al compimento del primo anno di vita.

Ma l'aspetto più importante di queste indicazioni riguarda le altre bevande e i succhi di frutta. Dovresti infatti evitare liquidi zuccherati e che contengono altre forme di dolcificante artificiale. Non ha importanza se sull'etichetta leggi che sono ipocaloriche o adatte ai bambini, questi ingredienti possono comunque favorire l'insorgere di diabete e obesità anche in età adulta. E se i succhi di frutta sono da eliminare, nemmeno il cacao solubile o il latte aromatizzato al cioccolato dovrebbero essere presi in considerazione.

Certo, non è sempre facile seguire tutte queste regole, anche perché ti sembrerà di privare tuo figlio di una colazione o una merenda gustosa e golosa. Ricorda però che a lui non mancherà quello che non ha mai assaggiato e che avrà comunque modo di farlo negli anni successivi, quando il suo organismo processerà quegli alimenti senza problemi.

Fonte| "New Kids' Guidelines: Drink Milk, Water, Avoid Plant-Based ‘Milk'" pubblicato su Medscape il 23 settembre 2019