Cosa succede al tuo corpo se mangi un gelato al giorno?

Puoi mangiare gelato tutti i giorni o è meglio resistere alla tentazione? Se il tuo obiettivo è un’alimentazione equilibrata, non è la scelta migliore che tu possa fare. Ecco cosa succede al tuo corpo quando decidi di concedertene uno al giorno.
Dott.ssa Silvia Soligon Biologa nutrizionista
15 Agosto 2022 * ultima modifica il 15/08/2022

Fa caldo e non hai voglia di metterti ai fornelli. Magari non hai nemmeno molto appetito, oppure, semplicemente, vuoi concederti qualcosa che ti piace davvero tanto: il gelato. A dirla tutta, ti piace così tanto che lo mangeresti tutti i giorni anche in inverno! Ma cosa succede al tuo corpo se mangi un gelato al giorno?

Non esiste una sola risposta a questa domanda, perché gli effetti del consumo quotidiano di gelato dipendono anche dal modo in cui viene consumato. È un regolare sostituto di un pasto? Oppure uno spuntino? O, ancora, è il dolce che chiude il pranzo o la cena?

Qualcosa, però, non cambia mai: mangiare gelato fa aumentare significativamente la quantità di zuccheri semplici assunti nel corso della giornata. Anche l'assunzione di grassi (in particolare, di quelli saturi) può diventare eccessiva. E questo può avere delle ripercussioni sulla salute del tuo corpo.

Troppo zucchero

Non fa differenza se hai scelto una crema o un sorbetto: lo zucchero è uno degli ingredienti principali del gelato. Per essere precisi, il gelato è ricco di zuccheri semplici, quelli che non fanno bene alla tua salute perché aumentano i picchi glicemici, promuovono l'eccesso di peso e causano la carie. Secondo le attuali raccomandazioni, non dovrebbero superare il 15% delle energie che assumi durante la giornata. In media, si tratta di circa 70 grammi al giorno, in cui sono da includere gli zuccheri semplici provenienti da frutta, verdura e latte.

Di frutta e verdura sono raccomandate 5 porzioni al giorno; supponiamo che tu decida di mangiare 150 grammi di carote, 150 grammi di zucchine e 2 mele: solo così assumeresti circa 44 grammi di zuccheri semplici. Aggiungi una tazza piccola di latte e arrivi a 50 grammi. Con 100 grammi di gelato fiordilatte supereresti quei 70 grammi oltre cui non dovresti andare – e una pallina corrisponde a circa 50 grammi di gelato.

Questo non significa che dovresti bandire il gelato dalla tua alimentazione. Piuttosto, può farti riflettere sul fatto che mangiandolo quotidianamente potresti esagerare tutti i giorni con gli zuccheri semplici. Non si tratterebbe di un sgarro ma della regola, e l'eccesso continuo di zuccheri aumenterebbe i rischi di cui ti ho parlato sopra: picchi glicemici elevati, eccesso di peso e carie.

Troppi grassi

I gelati, in particolare le creme, sono anche fonti di grassi. Se ti concentri proprio sugli ingredienti delle creme, noterai che si tratta di fonti di grassi saturi: latte, non di rado panna, a volte uova. E un eccesso di grassi saturi è nemico della tua salute cardiovascolare, perché promuove un aumento del colesterolo.

Se, poi, il gelato che mangi è industriale, è facile che contenga anche altri grassi. Questo fa aumentare la dose di questi nutrienti assunta nel corso della giornata, rischiando di farti esagerare anche in questo senso. Tieni conto che le dosi di olio extravergine di oliva quotidiane si aggirano attorno ai 3-4 cucchiai e che i famosi 100 grammi di gelato fiordilatte apportano tanti grassi quanti ne sono presenti in 1 cucchiaio e mezzo di olio.

Meglio ai pasti o come spuntino?

Come ti dicevo, l'effetto del consumo giornaliero di gelato può dipendere anche dal momento in cui lo mangi. Supponiamo che per te sia l'irrinunciabile ultima portata di ogni cena o l'irrinunciabile merenda di metà pomeriggio; in questo caso, è facile che tu finisca per esagerare tutti i giorni con zuccheri e grassi. Ma se per te il gelato è il sostituto quotidiano del pranzo o della cena, oltre a fare i conti con un eccesso di zucchero e di grassi potresti dover affrontare anche un altro problema: un'assunzione ridotta di altri nutrienti (proteine, vitamine, minerali) e di fibre che assumeresti con un pasto completo e che non sono altrettanto abbondanti nel gelato.

Sostituire occasionalmente un pasto con un gelato non metterà in pericolo la tua salute. Puoi anche consumarlo come un dolce, quindi a fine pasto o come spuntino, ricordando che in un'alimentazione sana ed equilibrata i dessert trovano spazio 1 o 2 volte alla settimana. Ma non ti consiglio di mangiarlo tutti i giorni, ancor meno al posto di pranzo e cena: non riusciresti a garantirti l'alimentazione completa e salutare che stai cercando.

Se vuoi approfondire l'argomento per capire meglio perché un gelato non può sostituire regolarmente il pranzo, leggi questo altro mio articolo: Alimentazione in estate: un gelato può sostituire il pranzo?

Laureata in Scienze Biologiche con un dottorato in Scienze Genetiche e Biomolecolari, ha lavorato nel campo della ricerca fino al 2009 altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.