Esistono cosmetici plastic free?

I cosmetici contengono microplastiche sotto i 5 mm. Sono così piccole che vengono riversate in mare e in atmosfera quotidiamente senza nessun filtro. Danneggiano la flora, la fauna e penetrano nella catena alimentare. L’unico modo per bloccare questo circolo vizioso è diventare un consumatore consapevole.
Valentina Rorato 16 Novembre 2020

La plastica è un nemico dell’ambiente e anche della tua salute. Migliaia di tonnellate di microplastiche si riversano dai nostri scarichi nella falda e ciò avviene quotidianamente. Com’è possibile? Molti prodotti che utilizziamo per la cura del corpo, dagli shampoo alle creme antietà, contengono plastica. Già, perché questa sostanza non si usa solo per le confezioni, ma è un ingrediente; il più famoso è polietilene.

Imballaggi

Qualcosa sta cambiando nel settore, ma non sarà facile superare la tradizione di imballare i cosmetici nella plastica. Ogni anno, l'industria della bellezza produce più di 120 miliardi di unità di imballaggi a livello globale. Solo il 9% di tutti i rifiuti di plastica prodotti viene realmente riciclato e circa il 12% viene incenerito. Ciò significa che tutto il resto – il 79% –  finisce nelle discariche o nell'ambiente naturale. I dati non fanno ben sperare quando si parla di imballaggi di prodotti cosmetici: il 95% viene buttato dopo un solo utilizzo e solo il 14% della plastica arriva a un centro di riciclaggio. Questi numeri sottolineano l’urgenza di concentrarsi sulle conseguenze della plastica che utilizziamo.

Microplastiche nei cosmetici

Nel 2017 le Nazioni Unite hanno lanciato la campagna di sensibilizzaione "Cosa c'è nel tuo bagno ?". Se è vero che le confezioni di plastica siamo tutti in grado di riconoscerle, è vero anche che i cosmetici contengono dosi elevate di microplastiche, microplastiche che ci spalmiamo sul viso, sul corpo e sui capelli.

Microplastiche elencate tra gli ingredienti cosmetici

  • Polietilene (PE)
  • Polimetilmetacrilato (PMMA)
  • Nylon
  • Polietilene tereftalato (PET)
  • Polipropilene (PP)

Molti consumatori non sono consapevoli di quanta plastica ci possa essere negli articoli per la cura personale che usano quotidianamente.  All’interno della tua crema potrebbero esserci microplastiche sotto i 5 mm nascoste, cui devi aggiungere le perline o i glitter dei prodotti di make up.

Le microplastiche finiscono negli scarichi, sono troppo piccole per essere filtrate dagli impianti di trattamento dei rifiuti e attirano tossine e batteri presenti nell'acqua che si attaccano alle loro superfici. Poiché sembrano cibo, vengono mangiati da pesci, anfibi, insetti, larve e animali marini, nonché uccelli marini e altre forme di vita marina, bloccando il tratto digestivo e causando problemi fisici.

Oltre a mettere in pericolo la fauna marina, le implicazioni sulla salute dell’uomo non sono ancora del tutto note, ma si prevede che, considerando la loro prevalenza in vestiti, cibo, acqua e cosmetici, sarà di vasta portata.

Esistono prodotti senza plastica?

Sì, esistono prodotti senza plastica. Per la tua salute e per quella del Pianeta dovresti acquistare cosmetici plastic free. Come si fa? Prima di tutto leggendo le etichette ed evitando quei prodotti che contengono le microplastiche precedentemente elencate. Considera inoltre che questi prodotti dal primi gennaio 2020 sono fuori legge in Italia, non vale per tutti gli Paesi. L’Europa, per esempio, sta lavorando a un regolamento comunitario che metta al bando le particelle usate nei prodotti da bagno.