Esistono cosmetici senza siliconi e parabeni?

Esistono molti cosmetici senza parabeni e siliconi, ma sono prodotti totalmente green o con formulazioni domestiche, perché nell’industria cosmetica si utilizzano tantissime molecole sintetiche e derivati del petrolio che, ovviamente, non fanno bene alla pelle e neanche al pianeta. Scopri quali sostanze dovresti evitare.
Valentina Rorato 9 Novembre 2020

I cosmetici green non dovrebbero contenere prodotti chimici. Sicuramente avrai sentito parlare di siliconi e parabeni, che sono le molecole sintetiche più famose al grande pubblico. In questi anni è partita una sorta di crociata verso questi ingredienti, che potrebbero essere responsabili (a lungo termine) di alcuni problemi di salute, anche molto gravi. Le aziende tradizionali a loro difesa sostengono che non tutto ciò che è naturale sia salutare, perché sono maggiori i casi di allergie da contatto. Da che parte stai? Se hai deciso di sposare una bellezza più ecosostenibile, anche solo per ridurre la tua impronta sul pianeta, devi acquistare i prodotti che non contengono i seguenti ingredienti:

Parabeni (PABA)

I parabeni sono composti chimici utilizzati come conservanti principalmente per le loro proprietà fungicide e battericide, ampiamente impiegati nei cosmetici in quanto rappresentano una soluzione efficace ed economica. La legislazione europea li classifica come "potenziali interferenti endocrini". Nel 2014, l'Unione Europea ha limitato la soglia massima di utilizzo, ma non li ha vietati. La triste verità è che non è possibile escludere completamente i parabeni dalla cura dei capelli e del corpo. Tuttavia, vale la pena usarli in quantità limitate o preferire i prodotti che contengono il tipo meno dannoso, ovvero il metilparabene.

Laurilsolfato di sodio (SLS) o  Sodio lauriletere solfato (SLES)

Il laurilsolfato di sodio (SLS) e il sodio lauriletere solfato (SLES) sono tensioattivi, ovvero sostanze che hanno il compito di rimuovere lo sporco dalla pelle attraverso la schiuma. Tuttavia, questa azione tende ad aggredire lo strato lipidico che proteggendo la pelle, privandola della sua barriera naturale. Sono ingredienti irritanti che possono causare prurito, acne, macchie, eczema e disidratazione. Succede anche che siano combinati con Dioxane, noto per le sue caratteristiche cancerogene. Questi detergenti sono riconosciuti come comedogenici e le loro particelle penetrano attraverso la pelle entrando nell'organismo. Nella maggior parte dei casi, li puoi trovare sotto il nome di Sodium Lauryl Sulfate e Sodium Laureth Sulfate.

Siliconi

I siliconi sono sostanze chimiche non biodegradabili (derivate dalla silice), utilizzate nei cosmetici perché evitano la disidratazione e rendono la pelle e i capelli più morbidi e setosi. Tuttavia, possono impedire la loro normale ossigenazione e idratazione a lungo termine, perché hanno un’azione sigillante e l'acqua – ma lo stesso vale per i nutrienti – non può fuoriuscire, ma nemmeno entrare. I siliconi spesso hanno diversi nomi, quindi devi fare attenzione se trovi scritto sull’etichetta:

  • dimeticone
  • ciclomethicone
  • cicloesasilossano
  • cetearil meticone
  • ciclopentasilossan

Glicerina

La glicerina si ottiene dalla saponificazione dei grassi o per loro idrolisi. Grazie alle sue proprietà idratanti, lubrificanti ed emollienti per la pelle, la glicerina è utilizzata in numerose formulazioni dermocosmetiche. Attenzione, però, perché è igroscopica, quindi in grado di assorbire l'umidità dell'aria e un uso prolungato può avere l'effetto opposto, cioè portare alla disidratazione della pelle.

PEG e PPG

PEG e PPG sono polietilenglicoli. Nei prodotti cosmetici vengono utilizzati come emulsionanti, solventi e per aumentare la tenacia di un cosmetico. Sono noti per accumularsi gradualmente nell'organismo nel corso degli anni, risiedendo nelle cellule e negli organi. Generalmente, presentano il prefisso "PEG / PPG" come, ad esempio, PEG-40 Sorbitan Disostearate, PPG-15 Stearate o suffisso "-eth" come Laureth-8-Phosphate.

Oli minerali

Gli oli minerali sono tutti i possibili derivati ​​dell'olio di petrolio, inclusa la cera di paraffina. Sono realizzati nel processo di distillazione del petrolio greggio. Appaiono nei cosmetici principalmente per la loro funzione di reintegro dei lipidi, quindi sono emollienti. Evita quei prodotti contenenti paraffina, cera sintetica, isoparaffina, parrafinum liquidum. Altri oli minerali sulle etichette sono: Petrolatum (vaselina), Ceresin, Isobutane, Isopropan.

Sali di alluminio

I sali di alluminio si trovano principalmente nei deodoranti, negli spray per capelli e in alcuni shampoo secchi. Bloccano i pori della pelle impedendo la sudorazione e la produzione di sebo. Tuttavia, queste sostanze si accumulano nei tessuti e sono collegati a lungo termine allo sviluppo di diverse malattie pericolose. Leggi qui se vuoi conoscere meglio le funzioni dell'allume. Come si evitano? Non acquistare prodotti contenenti:

  • Cloridrato di alluminio (ACH)
  • Alluminio-zirconio (alluminio zirconio tetracloroidrato GLY