Frigorifero, come organizzarlo per evitare gli sprechi

Per evitare di sprecare cibo e di gettare gli alimenti non ancora consumati, puoi seguire poche regole green ed ecosostenibili, piccole e semplici abitudini quotidiane che non stravolgeranno nemmeno la tua routine: la rivoluzione anti-spreco parte dal frigorifero e dalla sua organizzazione.
Sara Polotti 20 Febbraio 2021

Gli italiani buttano via il 59% del cibo acquistato senza consumarlo. Evitare gli sprechi è quindi ormai un must, e non solo per fare felice il portafoglio: anche il pianeta Terra gioverà di questa filosofia alimentare.

Per non buttare via gli alimenti, tuttavia, bisogna impegnarsi, organizzando la propria alimentazione e aiutandosi anche visivamente. Già, visivamente: organizzare il frigorifero è il primo passo per non sprecare e non gettare più nulla.

Dopodiché, ci sono alcune semplici regole che puoi seguire per evitare la maggior parte degli sprechi alimentari.

I contenitori

La scelta dei contenitori che andranno in frigorifero è fondamentale: la ciotola del formaggio, ad esempio, ma anche i vasetti per conservare gli ingredienti avanzati e aperti. Meglio puntare su contenitori in vetro, in modo da avere sott'occhio tutti gli alimenti, senza che questi vadano a male perché nascosti ai nostri occhi.

Le verdure in basso

Non è un caso se la maggior parte dei frigoriferi presenta i cassetti sul fondo: le ceste in basso, infatti, hanno un ruolo ben preciso, ovvero conservare al meglio la verdura e la frutta fresche.

Le istruzioni

Non sottovalutare le istruzioni del frigorifero (e le icone stampate sui vari piani!): i produttori, nel libretto, indicano sempre la zona in cui è meglio conservare i vari alimenti. Le verdure in basso (come accennato), quindi, ma anche le bottiglie in una certa zona, i salumi a un determinato piano, lo yogurt in alto, le salse di fianco… In questo modo i cibi non deperiranno prima del tempo ma verranno anzi preservati al meglio.

I cibi in scadenza vanno davanti

Proprio come al supermercato, i cibi in scadenza andrebbero sempre davanti agli altri, in modo da non dimenticarseli e avendoli sott'occhio.

Sfrutta il freezer

Quando ti accorgi di non riuscire a mangiare una determinata verdura fresca, lavala, asciugala e tagliala, quindi utilizza i contenitori o le buste per il freezer e congela il tutto. I cibi, in questo modo, si preserveranno e potrai mangiarli più avanti. Altri cibi da poter congelare sono il pollo, la carne e il pesce, ma solo ed esclusivamente se non arrivano già dal freezer. In altre parole: congela gli alimenti solo una volta, e una volta scongelati consumali.

Tieni una lista della spesa e dei pasti settimanali

Invece di fare la spesa a caso, prepara sempre la lista della spesa, e soprattutto prova ad elencare già i pasti della settimana, in modo da non acquistare cibi che non riuscirai a consumare.

La frutta in frigorifero

Spesso la frutta viene conservata nella fruttiera sul tavolo o in cucina. In realtà, per non sprecare arance e banane (le più gettate!) basta stivarle in frigorifero, dove dureranno di più. E in generale puoi tenere tutti i frutti in frigo, basta che abbiano raggiunto la maturazione. Anche questi andranno nel cassetto della verdura, o comunque abbastanza in basso.

Non buttare la carta

Stabilito che è sempre meglio scegliere gli alimenti avvolti nella carta (e non nella plastica), non buttare i sacchetti di carta che li contengono: in frigorifero, soprattutto nei ripiani delle verdure e della carne, potranno dividere i vari cibi evitando la contaminazione.