Il decalogo Ohga per non sprecare l’acqua: 10 consigli per risparmiare un bene prezioso per tutti

Da chiudere il rubinetto mentre ti lavi i denti fino a controllare eventuali perdite in casa, le cose che puoi fare per ridurre inutili sprechi della risorsa più preziosa del mondo sono diverse, e comportano uno sforzo minimo. Ohga ti consiglia 10 azioni per limitare i consumi di acqua nella vita di tutti i giorni.
Sara Del Dot 22 marzo 2019

L’acqua è un bene prezioso, ma a volte tendiamo a dimenticarcene. La possibilità di averla sempre a disposizione, a portata di bicchiere, difficilmente ci fa riflettere sul fatto che, in luoghi molto lontani da noi, oltre 2 miliardi di persone vivono senza potersi dissetare liberamente. Pensa che una famiglia italiana consuma in media 200 metri cubi di acqua potabile ogni anno, di cui però solo una piccola parte viene utilizzata per bere e cucinare. Stiamo parlando di oltre 200 litri ogni giorno consumati a persona. Oggi, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, eccoti 10 piccole azioni quotidiane per risparmiare l’acqua modificando leggermente alcune (cattive) abitudini.

1. Chiudi il rubinetto

Mentre ti lavi i denti, mentre ti insaponi il corpo o spalmi il balsamo sui capelli, l’acqua continua a scorrere senza però essere realmente utilizzata. A te sembreranno soltanto alcuni secondi, ma si tratta di litri e litri di acqua pulita che se ne vanno inutilmente nello scarico, letteralmente sprecati. Ti sembra poca cosa? Prova a mettere un tappo nel lavandino e lasciare aperta l’acqua per tutto il tempo di un lavaggio o una rasatura. Potresti rimanerne negativamente colpito, ma uscirne più consapevole.

2. Lascia perdere la vasca

Una vasca da bagno piena può arrivare a contenere fino a 100-150 litri d’acqua, mentre una doccia di 5 minuti comporta un consumo di circa 75-90 litri. Ovviamente, se la tua abitudine è quella di fare una doccia di mezz’ora ogni giorno, ti conviene lasciar perdere e prediligere un bel bagno rilassante. Tuttavia, con un minimo di accortezza, chiudendo il rubinetto quando metti shampoo e docciaschiuma e cercando di fare rapidamente senza fermarti a riflettere sul senso della vita mentre l’acqua scorre, il risparmio è assicurato. Tu sarai ugualmente pulito e splendente, e acqua pulita eviterà di finire sprecata.

3. Riempi al massimo

A seconda della grandezza e della capacità dei vostri grandi elettrodomestici, anche il loro utilizzo di elettricità e acqua cambierà. In ogni caso, mediamente, il consumo d’acqua di una lavatrice si aggira tra i 50 e i 120 litri per ogni lavaggio, mentre una lavastoviglie ne usa 15. Per questo motivo, prima di avviarle assicuratevi che siano belle piene, dal momento che per ogni lavaggio il consumo di acqua sarà sempre lo stesso, a differenza della quantità di oggetti lavati. Se invece hai cenato da solo sporcando magari soltanto un piatto, un paio di posate e un bicchiere, prova a superare la pigrizia e lavali a mano, asciugandoli con uno straccio. Ti assicuro che è molto più veloce di quanto sembra. Vinci tu, la tua cucina, i tuoi panni, e soprattutto vince l’ambiente.

4. Scegli le fontane

Sei fuori casa, è estate, magari hai appena fatto una corsa sotto al sole per prendere l’ultimo autobus e all’improvviso vieni colto da una sete indescrivibile, hai bisogno di bere un sorso d’acqua il prima possibile. Che la prima cosa che ti viene in mente di fare sia entrare in un bar, tirare fuori un euro dal portafoglio e comprarti una bottiglietta d’acqua da frigorifero è perfettamente comprensibile. Ma così facendo, non fai altro che spendere soldi, produrre rifiuti plastici che chissà se verranno mai smaltiti o riciclati e magari sprecare dell’acqua perché dopo due sorsi non ne vuoi più e la dimentichi in fondo allo zaino o la svuoti in un’aiuola. Perché invece non provi a comprarti una bella borraccia di metallo da avere sempre dietro e invece di acquistare una bottiglietta al bar non cerchi una fontana pubblica in cui riempirla? Avrai sempre un contenitore, acqua fresca ed eviterai inutili rifiuti, inutili spese e inutili sprechi.

5. Controlla le perdite

Non è raro che i tubi di casa, magari molto vecchi, possano avere delle piccole perdite d’acqua. Magari è poca cosa, ma goccia dopo goccia si arriva rapidamente a litri e litri di acqua perfettamente utilizzabile che vengono persi. Un piccolo dato? A causa di infrastrutture idriche inefficienti, praticamente ogni anno il 40% dell’acqua potabile immessa negli acquedotti viene persa. Centomila litri d’acqua al secondo.

6. Irriga responsabilmente

Se hai un giardino e adori prendertene cura, sicuramente dai molta importanza alla sua corretta irrigazione. Se però assieme a un bel prato rigoglioso desideri unire anche il rispetto delle risorse idriche utilizzate, puoi prediligere un bell’impianto di irrigazione a goccia. Ti farà risparmiare fino al 70% di acqua.

7. Annaffia consapevolmente

Anche per innaffiare le piante che tieni in casa puoi usare criteri di ottimizzazione. Infatti, sono sicura che i tuoi cactus, le tue ortensie e i tuoi gerani non hanno bisogno di acqua in bottiglia raccolta direttamente dalla fonte a 2000 metri. Se ad esempio hai appena lavato l’insalata o hai delle bottigliette acquistate in giornata mezze piene, invece di buttare quell’acqua puoi riservarla alle tue piantine. Credimi, non noteranno la differenza.

8. Compra il rompigetto

Il rompigetto è una specie di filtro che, se installato al rubinetto, può ridurre il flusso dell’acqua senza diminuire le prestazioni dell’impianto. Se installi un rompigetto su ogni rubinetto di acqua, potrai risparmiare fino al 30%, ovvero migliaia di litri d’acqua ogni anno. Un piccolo investimento che vale la pena, no?

9. Usa il frigo

Se non compri l’acqua al supermercato ma sei solito bere sempre dal rubinetto, sono sicura che tutte le volte aspetti qualche secondo prima di riempire il bicchiere, la caraffa o attaccarti al beccuccio per fare qualche sorso. Durante questa attesa, però, l’acqua tiepida, o comunque non fresca come la vuoi tu, scorre a litri giù per lo scarico finendo sprecata. Perché invece, per avere subito a disposizione dell’acqua di rubinetto bella fresca, non usi una o più bottiglie di vetro per riempirle da rubinetto e lasciarle in frigo tutto il giorno? Così avrai a disposizione acqua sempre fresca senza dover aspettare, ed eviterai inutili consumi.

10. Lava il cibo in una ciotola

Quando lavi frutta e verdura, non metterle per interi minuti sotto l’acqua corrente, ma piuttosto lasciale ammollo in una bacinella per evitare che decine di litri vadano perduti. Inoltre, potresti anche utilizzare l’acqua del lavaggio per dare da bere alle tue piante di appartamento, ottimizzando al 100% le tue attività.