In frigo, in freezer e sott’olio: come conservare i carciofi

Sono ricchi di fibre e sali minerali, hanno proprietà depurative e soprattutto sono gradevoli al palato. La buona notizia è che i carciofi possono essere anche conservati facilmente: 7 giorni in frigo, 3 mesi in freezer e fino a 8 mesi se conservati sott’olio.
Gaia Cortese 7 Giugno 2021

Ricchi di fibre e di sali minerali (soprattutto ferro e rame), i carciofi di varietà primaverile sono di stagione da marzo a giugno, diversamente da quelli di varietà autunnale che vengono raccolti in autunno nei mesi tra ottobre e novembre.

Difficile quindi rimanere a corto di carciofi, ma può essere senza dubbio utile, conoscere le modalità di conservazione che ti permettano di averne sempre una giusta quantità da buttare in padella per preparare un contorno all'ultimo minuto.

Come conservare i carciofi

In frigo

Puoi conservare i carciofi in frigorifero per alcuni giorni senza particolari accorgimenti, assicurandoti di averli prima ben lavati e asciugati e poi riposti in un sacchetto per la conservazione degli alimenti. In questo modo i carciofi durano fino a una settimana. Tuttavia meglio controllarli uno a uno, via via che passano i giorni, perché i carciofi, già dopo circa 5 giorni, potrebbero rischiare di danneggiarsi e alcune loro parti potrebbero annerirsi.

Un altro modo per conservarli in frigo, ma solo per un paio di giorni, è quello di tagliare i gambi obliquamente, metterli quindi in un vaso di acqua e tenerli al fresco. O ancora puoi tenerli in frigorifero avvolti in carta umida (anche in questo caso, la conservazione è garantita per un paio di giorni).

In freezer

Per conservare i carciofi in freezer, prima dovresti lavarli, pulirli e mondarli. A questo punto taglia i carciofi a spicchi e falli sbollentare in acqua e limone per 5-6 minuti. Una volta raffreddati, scolali e posizionali in un contenitore capiente assicurandoti che siano distanziati l’uno dall’altro. A questo punto puoi metterli nel congelatore, dove possono essere conservati fino a due o tre mesi, in sacchetti gelo trasparenti. Al momento di scongelarli, potrai semplicemente buttarli in pentola, senza particolari accorgimenti.

Sott’olio

Previa bollitura, i carciofi si possono conservare anche  sott’olio. In questo caso i carciofi possono essere conservati anche 10-12 mesi in barattoli di vetro sterilizzati, purché siano riposti in un luogo fresco e asciutto.

Come procedere? Fai bollire acqua e aceto al 50 per cento con un'aggiunta di pepe, un pizzico di sale e, a tuo piacere, dell'aglio, del timo o della maggiorana. Fai bollire quindi i carciofi a spicchi per circa 4 minuti, poi scolali e lasciali raffreddare. Successivamente, raccogli i carciofi in appositi barattoli di vetro da conserva precedentemente sterilizzati; coprili a filo con l'olio extravergine di oliva e poi chiudi i barattoli con il loro coperchio.

A questo punto, avvolgi i barattoli in uno strofinaccio da cucina e immergili in 5 cm di acqua in una pentola capente e falli bollire per circa 20 minuti. Ricordati di controllare sempre che sia sia formato il sottovuoto. I carciofi sott'olio si conservano fino a 6-8 mesi.