In frigo o in freezer? Come conservare i fagioli freschi

Da giugno a novembre è possibile fare una grande scorta di fagioli, fonte preziosa di vitamine, proteine e sali minerali. L’estate è il periodo giusto per acquistarli freschi e adottare i più appropriati metodi di conservazione per gustarli anche dopo 6 mesi dal momento della raccolta.
Gaia Cortese 2 Giugno 2021

Nel periodo che va da giugno a novembre, puoi riscoprire il sapore dei fagioli freschi. Ricchi di carboidrati, ma con un buon apporto proteico, i fagioli sono una fonte preziosa di vitamine (A, B, C ed E), sali minerali e oligominerali come ferro, calcio, zinco, potassio e fosforo. Essendo dei legumi, sono anche molto ricchi di lecitina, una molecola organizza che favorisce l’emulsione dei grassi, evitandone l’accumulo nel sangue e riducendo quindi anche il livello di colesterolo.

Per garantirsi tutti questi nutrienti è fondamentale che i fagioli siano freschi. Da qui, occorre conoscere i più comuni ed efficaci metodi di conservazione di questi gustosi legumi.

Fagioli freschi in frigo

Se i fagioli freschi sono ancora nel loro baccello, possono essere conservati in un luogo fresco, ben aerato e lontano dal sole, per alcuni giorni. In alternativa è possibile conservarli anche in frigo a una temperatura di 0-1°C per una ventina di giorni. Se invece i fagioli sono già sgranati, trasferiscili in un contenitore e conservali in frigorifero per un massimo di 5 giorni.

Fagioli freschi nel freezer

Vuoi fare una scorpacciata di fagioli anche per l'inverno? In questo caso devi conservarli nel congelatore.

Come prima cosa devi imparare a “sgranare” i fagioli: in pratica, devi premere tra due dita la punta delle nervature laterali del baccello e quindi aprirlo per tutta la sua lunghezza per fare uscire i fagioli. Dopo aver eliminato i fagioli troppo secchi, piccoli o ammuffiti, lava i fagioli e asciugali molto bene con un canovaccio da cucina pulito.

Una volta ben asciutti, mettili nei sacchetti di plastica trasparenti per la conservazione degli alimenti, cercando di togliere più aria possibile dall’interno, in modo da creare un po’ l’effetto sottovuoto. In freezer i fagioli si conservano per un massimo di 8 mesi e, una volta tirati fuori, non serve scongelarli, ma si possono cucinare direttamente.

I fagioli freschi si possono conservare in freezer anche se vengono cotti. Dopo averli sgranati e lavati, metti i fagioli in una pentola capiente e coprili con l’acqua fredda fino un dito sopra i fagioli stessi. Appena l’acqua inizia a bollire, abbassa la fiamma e fai cuocere per altri 30 minuti, a pentola scoperta. Una volta cotti, scola i fagioli, lasciali asciugare e conservali in freezer nei sacchetti trasparenti per gli alimenti appositi fino a 6 mesi.

In alternativa, puoi sistemare i fagioli in barattoli di vetro sterilizzati quando sono ancora caldi: coprili con la loro acqua di cottura e procedi con la sterilizzazione dei barattoli come si fa per le conserve e le marmellate di frutta. Di norma si lasciano i barattoli di vetro immersi nella pentola e si copre il tutto con l’acqua. Fai bollire per circa 20 minuti e successivamente lascia raffreddare i barattoli dentro l'acqua.

Appena puoi, togli i barattoli dalla pentola, asciugali e conservali in un luogo fresco e asciutto.