La dieta dopo la gravidanza: quando iniziarla e quando invece è il caso di aspettare

Come mangiare per rimettersi in forma dopo il parto? E, soprattutto, quando iniziare una dieta dopo la gravidanza? I chili in più possono essere una minaccia per la salute, ma non è detto che ci si debba sottoporre da subito a regimi dimagranti. In ogni caso, il fai da te è più che mai sconsigliato: a correre rischi non è solo la salute della mamma ma anche quella della sua creaturina.
Dott.ssa Silvia Soligon Biologa nutrizionista
10 agosto 2020 * ultima modifica il 10/08/2020

Rimettersi in forma dopo la gravidanza non è sempre semplice. Molto dipende da quanto si è ingrassate durante i 9 mesi trascorsi dal concepimento; anche per questo i ginecologi consigliano di non accumulare più chili del dovuto.

Ci sono donne a cui bastano poche settimane per ritornare alla linea di un tempo. Se non è il tuo caso, non devi colpevolizzarti: in questo momento le tue priorità sono altre, inclusa quella serenità che ti è indispensabile per prenderti cura al meglio della tua creatura. Ricorda che i chili in più che ti vedi addosso in questo momento sono lì per una ragione, e che non è nemmeno detto che sia giusto eliminarli tutti subito, anzi, un'eventuale dieta dopo la gravidanza deve essere iniziata solo al momento opportuno.

Perché si ingrassa durante la gravidanza

Per farti capire perché non è detto che la scelta migliore sia mettersi subito a dieta è importante che tu capisca perché durante la gravidanza si ingrassa. Ovviamente parte del peso che hai accumulato corrispondeva a quello del feto, della placenta, del liquido amniotico e del sangue in più in circolo nel tuo organismo. Hai perso gran parte di questi chili durante il parto, altri ancora nei giorni successivi. Quelli che ti sono rimasti addosso corrispondono invece all'aumento del tuo seno e, soprattutto, a depositi di grasso che hai accumulato per poterti permettere di nutrire il tuo bambino o la tua bambina.

Questo grasso ti è in parte servito nelle fasi più avanzate della gravidanza, quando il feto ha avuto bisogno di molti nutrienti per crescere. In queste settimane il cibo che hai mangiato è andato perlopiù a nutrire la tua creatura, mentre tu, per le tue esigenze, hai potuto usare anche le scorte meno fresche che hai accumulato sotto forma di tessuto adiposo. Ma il grasso che hai accumulato ti serve anche nel post-gravidanza. Infatti durante la gestazione il tuo corpo si è preparato anche perché tu potessi allattare il tuo bambino, e lo ha fatto sia facendo crescere il tuo seno sia mettendo da parte un po' di riserve. La prima domanda che ti dovresti fare prima di iniziare una dieta è quindi: sto allattando oppure no?

Quando iniziare e cosa mangiare

Quei chili in più che ti vedi addosso, quindi, sono lì innanzitutto per aiutarti ad allattare il tuo bambino. Proprio per questo non dovresti avere una fretta eccessiva di eliminarli, soprattutto se non sei ingrassata in modo eccessivo. Diverse donne non hanno bisogno di mettersi a dieta dopo la gravidanza perché finiscono per perderli quasi tutti proprio allattando.

In generale, se ti stai chiedendo quando iniziare la dieta dopo aver partorito ti invito a non farlo mentre stai allattando al seno. Piuttosto, in questa fase dovresti concentrarti su seguire un'alimentazione sana ed equilibrata che ti aiuti ad assumere tutti i nutrienti di cui hai bisogno per nutrire il tuo bambino senza ingrassare ulteriormente. Se mangi un po' di tutto, nelle giuste proporzioni, non hai bisogno di assumere molti integratori. Gli unici che mi sento di consigliare a tutte le donne sono quelli di DHA, un grasso omega 3 molto importante per lo sviluppo dei lattanti che nella stragrande maggioranza dei casi non si riesce ad assumere nelle dosi necessarie per soddisfare i fabbisogni di una donna che sta allattando al seno. Per il resto, ricorda che devi aumentare il consumo di alimenti ricchi di proteine, consumandoli sia a pranzo sia a cena, e che è bene evitare un eccesso di latticini, in cui è facile cadere consumando più formaggi di quanto raccomandato in un'alimentazione equilibrata.

Se stai allattando al seno, sappi che non è il momento giusto per iniziare una dieta.

Le altre regole da seguire sono le stesse raccomandate in qualsiasi altra fase della vita di una donna: mangiare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, preferire i cereali nella loro versione integrale, inserire almeno 2 porzioni di legumi e 3 di pesce nel menù settimanale, preferire i grassi di origine vegetale (frutta secca e olio di oliva extravergine su tutti) e non esagerare con i dolci.

Se mangi un po' di tutto il tuo bambino/la tua bambina si abituerà a diversi sapori già gustando il tuo latte. Puoi bere anche un po' di caffè, a patto di non superare i 300 mg di caffeina al giorno. A tal proposito, tieni presente che una tazza di caffè americano può contenerne ben 200 mg e che la caffeina è presente anche in altri cibi e bevande, come il tè e il cioccolato. Tutto sommato, direi che puoi concedertene una tazzina al giorno senza particolari preoccupazioni.

Diverso è il discorso per gli alcolici, per cui non esiste un livello di consumo considerato sicuro. Come durante la gravidanza, anche durante l'allattamento devono essere evitati in qualsiasi quantità.

E se non sto allattando?

Se invece non stai allattando al seno, potresti pensare di iniziare una dieta per rimetterti in forma, soprattutto se sei ingrassata eccessivamente. Ti sconsiglio assolutamente il fai da te, sia per i rischi di fallimento normalmente associati ad approcci di questo tipo (come il famigerato effetto yo-yo) sia perché in questa fase della tua vita è molto importante che tu protegga la tua salute non solo per te stessa ma anche per il tuo piccolo/la tua piccola. Per questo è fondamentale che tu ti rivolga a un esperto qualificato che ti aiuti a rimetterti in forma senza incorrere nel rischio di carenze nutrizionali o di effetti collaterali come capogiri dovuti a un regime alimentare eccessivamente restrittivo.

Prima ancora di andare dal nutrizionista ti invito però a una riflessione: sei sicura che sia il momento giusto per iniziare una dieta? Magari il tuo bambino ha poche settimane e tu stai ancora “prendendo le misure” di questa tua nuova vita da mamma. O magari stai rientrando ora al lavoro dopo la maternità e stai imparando a conciliare gli impegni di mamma con quelli di lavoratrice. Certo, se sei in sovrappeso è importante che tu ti rimetta in forma, ma se i chili da smaltire non sono molti è anche importante non essere troppo severa con te stessa in un periodo tanto delicato della tua vita. Nella tua alimentazione quotidiana concentrati prima di tutto sul mangiare in modo sano ed equilibrato, evitando gli eccessi. E quando sei pronta, affidati  ai consigli di un esperto.

Laureata in Scienze Biologiche con un dottorato in Scienze Genetiche e Biomolecolari, ha lavorato nel campo della ricerca fino al 2009 altro…