Latte d’asina: le proprietà di questo concentrato di benessere ricco di lattosio e omega3

Utilizzato come integratore al latte materno per i bambini prematuri, il latte d’asina è povero di grassi, ma ricco di lattosio, probiotici e omega3. Un elisir di salute per assimilare il calcio e per prevenire osteoporosi e malattie dell’apparato cardiocircolatorio. Ma, attenzione, il latte d’asina è anche un prodotto di bellezza.
Gaia Cortese 7 febbraio 2019

Dal sapore dolce e delicato, il latte d’asina può essere considerato l'alimento naturale di origine animale, con le caratteristiche più vicine al latte materno, rispetto a quello di altre specie animali, tanto da essere considerato una valida integrazione al latte materno, soprattutto in caso di neonati prematuri. Il latte d’asina, infatti, è molto ricco di lattosio, caratteristica che favorisce l’assorbimento intestinale del calcio, e che favorisce la mineralizzazione delle ossa nei bambini.

Proprio per l’alto contenuto di lattosio, il latte d’asina non è adatto a chi è intollerante a questo zucchero, ma ne viene raccomandato il consumo quotidiano alle donne in menopausa come prevenzione dell’osteoporosi e a chi si mette a dieta per perdere qualche chilo, visto e considerato che è il latte più povero di grassi che si possa trovare in commercio.

Il latte di asina ha quindi un basso contenuto di grassi e di proteine, ma è molto ricco di omega 3, i grassi polinsaturi che proteggono dalle malattie del cuore, e di probiotici, i microrganismi che riequilibrano la flora intestinale. Ne viene consigliato il consumo quotidiano alle persone anziane e più debilitate, ai convalescenti, agli sportivi e naturalmente a chi è allergico alle proteine del latte vaccino.

Dove acquistare il latte d’asina

Sì, ma dove si acquista? È possibile trovare il latte d’asina in numerose farmacie oppure si può decidere di recarsi direttamente in qualche fattoria dove sia presente un allevamento di asini. In provincia de L'Aquila, a Capestrano, Ciucolandia è per esempio un’azienda agricola con un allevamento di oltre 120 asini, che si è specializzata proprio nella produzione di questo pregiato latte.

Anche un prodotto di bellezza

Spostandoci invece più a nord, in Piemonte, in provincia di Cuneo, troviamo Honky Donky, un’azienda che alleva asini di razza Ragusano e che si è specializzata in prodotti di bellezza a base di latte d'asina. Non si racconta forse che Poppea, la moglie dell'imperatore Nerone, adorasse immergersi nel latte d'asina per mantenersi giovane e bella? Appunto.

Il latte d'asina si distingue per la sua acidità, una caratteristica che svolge una leggera azione esfoliante sulla pelle. Per questo motivo, con il latte d'asina, sono nati diversi prodotti beauty per ottenere una pelle più morbida e levigata.

Il parere dell'esperto

Abbiamo chiesto un parere sul latte d'asina alla Dottoressa Silvia Soligon, Biologa Nutrizionista: "Il latte d'asina è un latte molto simile a quello umano, soprattutto per quanto riguarda il contenuto di lattosio e di proteine. Ha anche un buon contenuto di minerali, più simile a quello del latte umano rispetto al latte vaccino; apporta per esempio calcio (che assunto con il latte d'asina viene assorbito bene dall'intestino), ma anche fosforo, magnesio, potassio, sodio. Contiene anche vitamina C e D, mentre è più povero di grassi rispetto a quello umano,e per questo, quando viene introdotto nell'alimentazione di bambini non ancora svezzati, deve essere “corretto” in termini di apporto di lipidi; anche in questo caso però, ha alcune caratteristiche migliori rispetto a quello vaccino: meno grassi saturi e più grassi insaturi (soprattutto più acido alfa-linolenico e acido eicosapentaenico – Epa – due omega 3)".

"Dato che contiene lattosio non è una valida alternativa per chi è intollerante a questo zucchero – continua la Dottoressa Silvia Soligon -. È invece adatto a chi ha un'allergia alle proteine del latte vaccino. Rispetto ad altre alternative ha un sapore migliore, per questo viene suggerito ai bambini che hanno questo tipo di allergia. E, sempre a proposito di bambini, il contenuto di proteine, che è circa la metà rispetto a quello del latte vaccino, lo rende più adatto in tenera età. Anche il tipo di proteine presenti è interessante. Le caseine rappresentano una frazione minoritaria sia nel latte umano sia in quello di asina, ed entrambi sono più ricchi di proteine del siero e di alfa-lattoalbumina rispetto a quello vaccino. Le beta-lattoglobuline del latte d'asina sono più digeribili di quelle del latte vaccino. In generale, sembra più digeribile rispetto a quello di mucca. Infine, il latte d'asina contiene una forma di lisozima (un potente antimicrobico naturale) che sembra poter arrivare ancora funzionante nell'intestino. Le sue caratteristiche lo rendono una buona base di partenza per la produzione di latte artificiale, ma anche per l'alimentazione nella terza età e in caso di obesità".