Le proprietà della pera cotogna, il pomo d’oro della mitologia greca

La pera cotogna è un frutto giallo molto profumato usato per fare marmellate e gelatine. Alcuni hanno una forma che assomiglia a una mela, mentre altri assomigliano a una pera. Esattamente che cosa sono? Si possono mangiare quando sono crudi o sono cotti? E, soprattutto, fanno bene alla salute?
Valentina Rorato 9 Settembre 2021
* ultima modifica il 09/09/2021

La pera cotogna è un frutto molto particolare, dalla forma irregolare e dal profumo intenso. Oltre ai suoi deliziosi frutti, il cotogno viene coltivato anche come pianta ornamentale, grazie ai suoi fiori rosa pallido. Conosci le sue proprietà nutrizionali?

Frutto

La pera cotogna è un frutto grumoso a forma di pera che quando è maturo ha un colore quasi identico a una mela Golden Delicious. A differenza di mele e pere, una pera cotogna matura ha una consistenza dura; se ne trovi una morbida, probabilmente non è più mangiabile. La pelle è sottile e la polpa, oltre a essere croccante, è spugnosa. Ciò che la rende unica è il suo profumo: ricorda un'arancia all’aroma di vaniglia.

È un classico frutto autunnale, infatti lo puoi trovare sui banchi di frutta da settembre a dicembre. Ma da dove arriva? È uno dei frutti più famosi al mondo, eppure molte persone non l’hanno mai assaggiato, anche perché si fa molta confusione tra mela e pera. Da oltre 4.000 anni, i cotogni crescono in Asia e nel Mediterraneo. Originaria del Caucaso e dell'Iran, era conosciuta come la "Pera di Cydonia". E si pensa anche che fossero le "mele d'oro" della mitologia greca. Per gli antichi greci, infatti, era associata all'amore e alla fertilità. E veniva proposta alle feste nuziali e offerto alle coppie appena sposate come segno di impegno.

Mela cotogna e pera cotogna

Sono in molti a credere che le cotogne siano un mix tra una mela e una pera. E non è propriamente vero, anche se la forma può trarre in inganno. Questo equivoco è causato principalmente perché appartengono alla stessa famiglia: Rosaceae Maloideae. La differenza sta nel genere: il melo è Malus e il pero è Pyrus, mentre il cotogno è Cydonia. Il suo nome botanico è Cydonia Oblonga.

Gli alberi di mele cotogne possono raggiungere i 4/5 metri di altezza con fogliame regolare e foglie decidue, ricoperte di soffice peluria. Durante i mesi primaverili questo fogliame si arricchisce di fiori bianchi o rosa che lasciano intravedere il frutto. Sono bellissimi, motivo per cui sono considerate piante ornamentali. Per quanto riguarda i frutti, alcuni hanno la forma di mela, spesso irregolari, e altri di pera. Ecco perché le persone possono cadere in inganno, ma in realtà non c'è differenza tra questi frutti e non sono né una pera né una mela.

Valori nutrizionali

Ecco i valori nutrizionali per 100 grammi di pere cotogne fresche. La porzione dovrebbe essere di 150 grammi.

  • Acqua 84.3 g
  • Calorie 38 kcal
  • Proteine 0.3 g
  • Lipidi 0.1 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati 6.3 g
  • Fibra totale 5.9 g
  • Sodio 3 mg
  • Potassio 200 mg
  • Calcio 4 mg
  • Fosforo 14 mg
  • Ferro 0.1 mg
  • Vitamina C 14 mg

Proprietà e benefici

Le pere cotogne sono una vera delizia e ti permettono di fare il pieno di vitamina C senza far fatica, potenziando il sistema immunitario. Inoltre, sono ricche di potassio, fosforo, calcio e fibre, che possono apportare diversi benefici alla tua salute. Le fibre, per esempio, sono utili per il controllo del peso, ma anche favorire il transito intestinale. Inoltre, è completamente priva di colesterolo! Significa che può essere aggiunto alla dieta quotidiana delle persone che soffrono di colesterolo alto senza effetti collaterali.

Il potassio è un vasodilatatore, il che significa che può aiutare le arterie a rilassarsi per aiutare a mantenere la pressione sanguigna nell'intervallo sano e ridurre lo sforzo generale nel sistema cardiovascolare. È un frutto molto nutriente che ha anche una densità calorica molto bassa e ciò lo rende ideale se sei a dieta: pensa che 100 grammi contengono solo 38 calorie.

Controindicazioni

La pera cotogna non ha particolari controindicazioni, se consumata nelle giuste quantità. Ovviamente, assumere troppe fibre potrebbe avere un effetto lassativo, dunque non esagerare. Il consiglio è quello di togliere sempre i semi quando la prepari, perché seppur in piccolissime quantità contengono tracce di cianuro.

Come si mangia

Le pere cotogne in cucina si usano cotte, perché crude sono quasi completamente immangiabile. Ci sono molte ricette che puoi provare, a partire dalla famosa cotognata. Poiché è ricca di pectina, è ideale per preparare la marmellata, la gelatina o composte da abbinare a piatti salati, a base di carne o di formaggi. Oltre alla frutta fresca, puoi trovare anche varietà essiccate, che sono ottime aggiunte per esempio allo yogurt o alla macedonia. Il formaggio di mele cotogne è un tipo di pasta densa e gelatinosa ottenuta dalla polpa del frutto. È considerata una prelibatezza in diversi paesi del mondo ed è spesso spalmata sul pane, servita insieme al formaggio o usata come ripieno per i dolci.

Fonte | Crea

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.