Le proprietà della rapa, un ortaggio protagonista dei mesi invernali

La puoi trovare sugli scaffali del supermercato durante tutto l’anno, ma è quando fa più freddo che acquisisce il sapore migliore. La rapa è una radice dalla forma tondeggiante e leggermente schiacciata che può vantare importanti benefici per la tua salute, soprattutto per il cuore, l’intestino e i reni.
Giulia Dallagiovanna 27 dicembre 2019

Una radice dalla forma tondeggiante, più grossa e carnosa rispetto a quelle che di norma avrai in mente. È così che si presenta la rapa, un ortaggio tipico dell'inverno perché è proprio in questa stagione che vengono raccolti i più saporiti. Ma un'altra caratteristica di questo ortaggio è la lunga conservazione, tanto che nell'antichità era uno degli alimenti più diffusi, sia per gli esseri umani che per il bestiame. Conosciute erano poi le sue proprietà nutritive e i benefici per la salute, che potrai assimilare soprattutto se la mangerai cruda.

La pianta della rapa

La rapa è appunto una radice, da cui prende forma la pianta Brassica rapa appartenete alla famiglia delle brassicacee. E se questo nome non ti suona troppo nuovo è perché si tratta dello stesso gruppo di broccoli, verza e cavolfiore. È proprio dall'estremità fiorite di questo arbusto erbaceo che si ottengono le cime di rapa, utilizzate in cucina per diverse preparazioni. La varietà più comune di rapa invece appare come una sfera schiacciata, dalla polpa bianca giallastra e la buccia bianca con sfumature viola. Ne esistono però almeno altre 30 tipologie, meno diffuse ma altrettanto nutrienti. Possono essere più o meno piccole, avere la forma più allungata e assumere diverse tonalità, arrivando addirittura al nero.

Un indiscutibile vantaggio di questo ortaggio è la facilità con cui si conserva. Per questa ragione si può trovare in commercio per diversi mesi all'anno ed era una delle verdure più consumate nell'antichità, quando i frigoriferi non erano proprio all'ordine del giorno. Si trova però più facilmente nelle regioni settentrionali, mentre viene meno impiegata nel Sud Italia. Il freddo infatti è un ingrediente molto utile per il suo sapore e la sua crescita.

Le proprietà e i benefici

Le rape sono innanzitutto ricche di vitamine. Si va dalla vitamina A alla B, in concentrazioni spesso maggiori rispetto alle arance, ma anche al gruppo B, acido folico compreso, e betacarotene. Questa composizione fa sì che si dimostrino efficaci per potenziare le tue difese immunitarie, ma anche contro alcuni disturbi specifici come l'asma, nella quale possono aiutarti a lenire i sintomi più fastidiosi. La vitamina K, infine, le conferisce proprietà antinfiammatorie.

Anche i sali minerali sono presenti in buone quantità e soprattutto fosforo, calcio, ferro e potassio. Si dimostrano quindi utili nelle persone tendenti a soffrire di anemia o di problemi di pressione, in chi ama praticare attività sportiva e in generale per tutti quei momenti in cui vuoi ricaricare le energie. Ma il calcio e il potassio fanno molto bene anche alle ossa, aiutando a prevenire patologie come l'osteoporosi o l'artrite reumatoide.

La rapa è particolarmente utile per proteggere l'intestino e il colon

Il contatto diretto con il terreno favorisce poi l'assorbimento di iodio e azoto, utili per il funzionamento della tiroide e in chi accusa problemi al cuore o ai reni. E sempre per alleggerire il lavoro di questi ultimi, tornano utile le proprietà depurative e disintossicanti della rapa, garantite dal suo elevatissimo contenuto di acqua. Se quindi sei particolarmente soggetto alla formazione di calcoli o al presentarsi della cistite, questo alimento può sicuramente darti una mano.

Non mancano nemmeno di fibre e mucillagini, utili contro le infiammazioni intestinali e per favorire la digestione, ma anche per ottenere risultati migliori dalla dieta, grazie anche alle pochissime calorie contenute (solo 27 Kcal ogni 100 grammi). Un beneficio particolare è rivolto al colon, di cui questo ortaggio sembra proprio prendersi cura, contrastando anche la proliferazione e il diffondersi di eventuali cellule cancerogene grazie ai tiocianati, composti di fenoli, ovvero particelle antiossidanti.

Come vedi sono tantissime le proprietà nutritive della rapa, tanto che fin dall'antichità ne venivano esaltati i suoi effetti curativi. Un decotto di questo ortaggio permette, ad esempio, di guarire più in fretta da tosse o mal di gola, mentre le vitamine e i sali minerali contribuiscono anche alla salute e all'elasticità di pelle e capelli.

Le proprietà delle cime di rapa

Più diffuse al Sud rispetto alla rape, le cime di rapa appartengono a veri e propri piatti tradizionali di queste regioni. Ma hanno anche proprietà nutritive da non sottovalutare. Contengono ad esempio una quantità più alta di vitamine e sali minerali rispetto alla radice, ai quali si aggiungono gli omega3 e i carotenoidi. Questi nutrienti, uniti a diversi composti antiossidanti, le rendono ottime per favorire la riduzione del colesterolo nel sangue e per favorire la riduzione di patologie ai polmoni, tra le quali anche enfisemi e tumori.

La loro ricchezza di folati le rendono particolarmente indicate durante la gravidanza, mentre la vitamina A aiuta a proteggere gli occhi dalla possibile insorgenza di malattie che colpiscono questi due organi.

Come si cucina la rapa

Sarai abituato a consumare la rapa una volta cotta, ma potresti provare ad assaggiarla anche cruda, con tutte le sostanze nutritive ancora integre. Una buona idea è quella di grattugiarle o affettarle a fette molto sottili e aggiungerle a una ricca insalata mista.

Se invece preferisci cucinarle. puoi sicuramente cuocerle a vapore oppure preparare una zuppa, un risotto o gratinarla al forno. In Friuli, è utilizzata per la preparazione di un piatto tipico, la brovada, che prevede la macerazione delle fette di rapa nelle vinacce e una passata in padella.