Le proprietà delle arance tarocco, i più famosi agrumi rossi di Sicilia

Le arance tarocco sono una varietà siciliana estremamente apprezzata e molto ricche di vitamina e sali minerali. Sono molto succose, prive di semi e con un sapore fragolato.
Valentina Rorato 24 Gennaio 2022
* ultima modifica il 10/02/2022

L’arancia tarocco è un vero e proprio alleato della salute. Ed è anche molto buona. Conosci le proprietà di questo frutto, tipico della Sicilia, e qual è la stagione per apprezzarlo al meglio? Il tarocco, ricchissimo di vitamina C, non deve mancare sulla tua tavola invernale.

Frutto

Le arance tarocco sono un simbolo della Sicilia. Questa varietà è stata scoperta all’inizio del Novecento nella provincia di Siracusa e si diffuse rapidamente a sud dell’Etna. È caratterizzata da una buccia molto sottile, liscia e resistente. Il suo colore rosso è dovuto a una maturazione tardiva. Ogni frutto pesa circa 250 grammi e può essere classificato, a seconda delle caratteristiche, in tarocco comune, se è molto succoso e pigmentato, tarocco nucellare, se i pigmenti sono pochi, e tarocco giallo, se è molto dolce e poco pigmentato. Sicuramente ciò che lo distingue di più dalle altre arance è il sapore estremamente profumato, che ricorda la fragola. Inoltre, è un’arancia particolarmente apprezzata dai bambini perché non contiene semi. Quando si può mangiare? Il periodo di maturazione è tra dicembre e febbraio. Come tutti gli agrumi è quindi un frutto invernale e il momento migliore per godere meglio della sua dolcezza è nella seconda metà di gennaio.

Valori nutrizionali

Ecco i valori nutrizionali di 100 grammi di arancia tarocco. Come anticipato, questo peso rappresenta circa la metà di un frutto, quindi per una porzione raddoppia i valori.

  • Acqua 87.2 grammi
  • Energia 45 kcal
  • Proteine 0.7 grammi
  • Lipidi 0.2 grammi
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati disponibili  10.0 grammi
  • Fibra totale 1.6 grammi
  • Calcio 53 mg
  • Fosforo 19 mg
  • Ferro 0.2 mg
  • Vitamina C 55 mg
  • Folati 47 μg
  • Vitamina A retinolo equivalente 215.5 μg
  • Carotene alfa 9.2 μg
  • Carotene beta 20.3 μg
  • Criptoxantina 218 μg

Proprietà e benefici

Le proprietà e i benefici degli agrumi sono famosi. Sicuramente il valore più noto è rappresentato dagli antiossidanti, come la vitamina C, famosa per aiutare il sistema immunitario a combattere i famosi malanni di stagione. È anche ricca di carotenoidi tra cui la beta-criptoxantina, che il corpo converte in vitamina A. E’ un cibo che può essere raccomandato in gravidanza, grazie alla presenza di folati, importanti per prevenire l’insorgenza di gravi difetti dello sviluppo del sistema nervoso nel bambino. Inoltre, si può considerare il tarocco un frutto leggero, perché contiene pochi zuccheri ed è privo di grassi e di colesterolo. Le arance sono una buona fonte di citrati, che si ritiene aiutino a prevenire la formazione di calcoli renali, e di ferro.

Controindicazioni

Esistono, ovviamente, controindicazioni per il consumo delle arance tarocco. Potrebbero infatti interferire con l’efficacia di farmaci diuretici, di alcuni antibiotici (macrolidi) e degli antistaminici. Tuttavia, la maggior parte delle persone possono consumarle senza problemi, come parte di una dieta equilibrata. Sono state segnalate rare allergie.

Usi in cucina

Gli usi in cucina delle arance tarocco sono abbastanza vari. Si possono consumare al naturale, come frutto alla fine del pasto o, meglio ancora, come spuntino. Sono ottime per realizzare sorbetti, spremute, gelati e composte, per crostate indimenticabili. Possono essere aggiunte a insalate e a piatti a base di pesce e di carne bianca, come il pollo e il maiale. E non dimenticarti delle ottime spremute, magari da bere a colazione per iniziare la mattina con la giusta energia.

Fonte | Crea

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.