Lievito madre, sai ogni quanto e come rinnovarlo? È importante conoscere le regole!

Una volta che il tuo lievito madre ha preso vita, il lavoro non è finito: ora devi controllare che tutto proceda per il meglio, premendotene cura con le giuste attenzioni. Sai, ad esempio, che devi rinnovarlo ogni tanto? Ecco tutto ciò che devi sapere sul rinfresco del lievito madre.
Sara Polotti 18 Luglio 2021

Fare in casa il lievito madre è un'ottima idea, che ti permette di avere sempre a disposizione un lievito leggero, naturale e di qualità, più digeribile rispetto a tanti altri. Allo stesso tempo, tuttavia, richiede parecchia pazienza, perché oltre a farlo con le tue mani dovrai conservarlo nella maniera corretta, facendolo crescere e prendendotene cura frequentemente. È infatti una sostanza viva, che va mantenuta vitale. E per mantenere questa vitalità è necessario rinnovare il lievito madre con cadenza fissa.

Sai come si fa a rinfrescare il lievito madre? Ecco tutto ciò che devi sapere, gli ingredienti e i passaggi.

Cos'è il lievito madre

Il lievito madre, a differenza del lievito di birra o di quello in polvere, non è del semplice lievito, ma è un impasto di farina e acqua reso acido grazie ai lieviti e batteri lattici che lo fanno fermentare in maniera naturale. È quindi vivo, va mantenuto, lievita in maniera più delicata e naturale e si conserva a lungo (grazie a diversi batteri che agiscono sulla fermentazione). Allo stesso tempo è più digeribile rispetto al lievito di birra.

Come farlo e come e quando rinnovarlo

Se vuoi preparare in casa il lievito madre, qui troverai le istruzioni. Dopodiché, dovrai iniziare a prendertene cura con frequenza precisa: il lievito madre, infatti, è vivo, e se non lo rinfreschi o rinnovi ogni settimana.

Dopo averlo messo in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente, conservalo in frigorifero. Dopo sette giorni riprendilo dal frigo e lascialo a temperatura ambiente, quindi aggiungi 100 grammi di farina biologica, 50 millilitri di acqua e comincia a impastare, fino a che tornerà alla giusta consistenza.

Come usarlo dopo il rinfresco

Lascia ora riposare per ventiquattr'ore il lievito a temperatura ambiente fino a che torna attivo, quindi rimettilo in frigorifero.

Puoi anche decidere di utilizzare subito il lievito rinfrescato: basta che lasci raddoppiare il volume di metà lievito madre, riponendo l'altra metà in frigorifero (sempre dopo il raddoppio, ovvero quando ha ricominciato a crescere).