Negli ultimi tre anni l’Australia ha perso un terzo dei suoi koala

Se non si interverrà con azioni di ripristino dell’habitat e di mitigazione delle altre minacce, i koala corrono il rischio di estinguersi entro il 2050. Ad oggi, infatti, un terzo di questi esemplari è sparito. L’allarme arriva da numerose associazioni, tra cui il WWF e l’Australian Koala Foundation.
Gaia Cortese 27 Settembre 2021

Negli ultimi tre anni, siccità, incendi boschivi e deforestazione sono state le cause che hanno portato alla perdita del 30 per cento dei koala in tutto il continente australiano. Il WWF aveva già lanciato l'allarme dopo gli incendi del 2019 -2020, evidenziando con il report “Impacts of the unprecedented 2019-2020 bushfires on Australian animals” quali fossero state le più gravi perdite di koala: a Kangaroo Island con 40mila esemplari potenzialmente colpiti e nelle foreste di Victoria, dove vivevano 11mila koala. Anche nel New South Wales si è stimato che 8mila koala siano rimasti coinvolti negli incendi, quindi uccisi o feriti.

Considerati questi preoccupanti numeri e la condizione in cui riversano ancora questi marsupiali, l'Australian Koala Foundation ha esortato il Governo a fare qualcosa in più per proteggere l'habitat dei koala. L’associazione, infatti, ha stimato che la popolazione di questi animali quest'anno sia scesa a meno di 58mila esemplari, con il peggior risultato registrato nello stato del New South Wales, dove il numero di koala è diminuito complessivamente addirittura del 41%.

A seguito degli incendi 2019-2020 oggi in Australia orientale restano solo 35 esemplari di koala.

Deborah Tabart, Presidente dell'Australian Koala Foundation si è dichiarata molto preoccupata per questa situazione:  "Penso che ora un'azione sia imperativa – ha dichiarato la Tabart alla Reuters -. So che può sembrare una storia infinita di carestia e distruzione, ma queste cifre sono corrette. Probabilmente sono peggiori".

Dal momento che finora, in nessuna parte dell’Australia, il numero di koala è aumentato, ma al contrario in alcune aree i koala sono ormai ridotti a poche decine, è assolutamente necessaria una legge sulla protezione dei koala. Ecco perché nel mese di giugno il governo australiano si è pronunciato per un piano nazionale di recupero dei koala per lo stato del Nuovo Galles del Sud, per il Queensland e per il territorio della capitale australiana intorno a Canberra.