Perché dovresti consumare più pane di farro

Il pane di farro è un pane eccellente, ottimo se stai cercando di perdere peso e se hai bisogno di fare il pieno di fibre. È preparato con la farina di farro, un grano considerato nobile. Attenzione, però, non si tratta di un prodotto privo di glutine, di conseguenza se soffri di celiachia devi evitarlo.
Valentina Rorato • 29 Luglio 2021
* ultima modifica il 31/07/2021

Il pane di farro è un pane integrale, considerato tra i pani più validi a livello nutrizionale, perché ricco di ricco di proteine, fibre e povero di glutine. La farina di farro ha un sapore di nocciola e leggermente dolce simile a quello della farina integrale che rende il pane davvero delizioso e un ottimo accompagnamento per i tuoi pasti.

Che cos’è

Il pane di farro è un pane ottenuto dalla farina di farro, una farina integrale estremamente benefica. Come mai? Il farro è una varietà di grano che non è stata manomessa o incrociata con altre varietà, e per questo motivo può essere considerato più puro. È un cereale molto antico: ha ben 9.000 anni! In realtà è stato il primo grano usato per fare il pane, ma è caduto in disgrazia quando le tecniche moderne hanno preso il sopravvento.

Ora stiamo assistendo a una rinascita del farro, principalmente perché è più delicato sull'intestino e povero di glutine. Oltre al pane, si può utilizzare anche per fare la pasta, i biscotti e molti altri prodotti da forno.

I valori nutrizionali

I valori nutrizionali che puoi leggere non sono del pane, perché sono estremamente variabili in base alla ricetta e all’aggiunta anche di altre farine per migliorare la lievitazione, ma per 100 grammi di farro crudo.

  • Acqua 11.3 grammi
  • Calorie 353 kcal
  • Proteine 14.6 grammi
  • Lipidi 2.4 grammi
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati disponibili 69.3 grammi
  • Fibra totale 6.5 grammi
  • Sodio 10 mg
  • Potassio 407 mg
  • Calcio 35 mg
  • Magnesio 112 mg
  • Fosforo 387 mg
  • Ferro 1.9 mg
  • Rame 0.39 mg
  • Zinco 2.6 mg
  • Manganese 2 mg
  • Vitamina C 0 mg
  • Acido folico 31 μg

Le proprietà e i benefici

Il pane di farro è considerato più salutare di altri pani, perché contiene più nutrienti essenziali come vitamina B2, rame, tiamina, niacina, fibre e manganese. È anche ricco di più proteine, e può essere un valido alleato per mantenerti più a lungo sazio. Ma non è tutto, perché al suo interno ci sono anche gli 8 amminoacidi essenziali e, grazie alla vitamina B2, questi amminoacidi vengono metabolizzati meglio dall'organismo.

Inoltre, è ricco triptofano, un amminoacido associato al miglioramento del tuo umore. A questo aggiungi che è considerato più digeribile, in quanto contiene meno glutine, ed è molto ricco di fibre, dunque ideale per combattere la stitichezza.  Attenzione, meno glutine non significa senza glutine, di conseguenza non è adatto alle persone celiache.

Le controindicaizoni

Come per altre qualità di grani, il farro contiene la proteina del glutine e, quindi, non è sicuro per le persone che soffrono di celiachia o di sensibilità al glutine. Un’altra controindicazione è legata alla salute dell’intestino. Questo cereale contiene seppur in basse quantità i FODMAP, un gruppo di carboidrati a catena corta che possono scatenare i sintomi della sindrome dell'intestino irritabile. Se soffri di questo disturbo e vuoi mangiare pane di farro, dovresti leggere l'etichetta per assicurarti che la pagnotta contenga solo farina di farro al 100%. Potresti anche voler limitare le tue porzioni per evitare potenziali problemi.

Infine, , il farro contiene acido fitico, un composto che può interferire con l'assorbimento dei nutrienti essenziali. Anche se questo potrebbe non essere un problema per coloro che seguono una dieta ben bilanciata, può presentarlo per coloro che seguono una dieta vegana o vegetariana, poiché ottengono la maggior parte delle vitamine e dei minerali dai cibi vegetali. La germinazione, l'ammollo o la fermentazione del chicco possono aiutare a ridurre il contenuto di acido fitico.

Gli usi in cucina

Il pane di farro è un sostituto del più classico pane bianco. Lo puoi dunque utilizzare con accompagnamento ai piatti, così come potresti creare dei crostini da aggiungere alle tue zuppe. Se hai deciso di prepararlo a casa, devi sapere che non lievita tanto quanto le altre farine, visto il basso contenuto di glutine. Quindi ai consiglia di aggiungere un'altra farina se è il tuo primo tentativo e modificare la ricetta da lì. Puoi anche usare il farro per fare una torta al cioccolato, i muffin o i biscotti.

Fonte | Crea

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.