Spesa del mese di gennaio: frutta e verdura di stagione

Le feste di Natale appena trascorse ti hanno lasciato con qualche chilo in più sul girovita? La verdura di gennaio sembra fatta apposta per aiutarti. Barbabietole, lattuga, patate, porri e rape per un mese all’insegna del detox e della cura dell’intestino, messo a dura prova da pranzi e cenoni.
Giulia Dallagiovanna 31 dicembre 2018

Gennaio è il primo mese del nuovo anno. Il momento in cui devi iniziare a mettere in pratica tutti i buoni propositi che ti sei prefissato per i successivi 12 mesi. E scommetto che ai primi posti c'è proprio quello di mettersi a dieta. Fosse anche solo per il fatto che le feste sono già un ricordo per il tuo cuore, ma rimangono ancora ben visibili sul tuo girovita.

Per affrontare il 2019 nel modo migliore, parti dalla spesa giusta. Frutta e verdura di stagione, per fare il pieno di tutte le vitamine che questo mese ha da offrirti. E c'è una buona notizia per te: la maggior parte degli alimenti sono idratanti e detox.

Barbabietola

Immagino che non sia esattamente l'ingrediente principe delle tue insalate, ma la barbabietola ha tantissime proprietà che dovresti scoprire. Oltre a un'elevata quantità di vitamine e sali minerali, soprattutto calcio, potassio e ferro, contiene anche molte fibre. Per questa ragione, fa molto bene al tuo apparato digerente, messo forse a dura prova nei giorni appena trascorsi.

Inoltre, se vuoi dimagrire, è la verdura che fa per te. Ricca di acqua, ti aiuta a depurare l'organismo, favorisce la diuresi e contrasta la cellulite e gli altri inestetismi della pelle. Nel frattempo, gli antociani che contiene le garantiscono proprietà antiossidanti e che proteggono il cuore.

Puoi, come ti dicevo, mangiarla come contorno, magari aggiungendola alla classica insalata mista. Ma la barbabietola può anche essere utilizzata per preparare un sugo per la pastasciutta o per il risotto. Inoltre, il succo da solo è un buon modo per beneficiare delle sue proprietà. Attento però, perché è un ortaggio ricco di zuccheri. Cerca quindi di non esagerare con le dosi ed evitalo del tutto se già soffri di diabete.

Rapa

In realtà, la rapa si può trovare praticamente tutto l'anno, ma è in questo mese che vengono raccolte le più saporite. Dolci e leggermente piccanti, ti consiglio di mangiarle soprattutto crude per assorbire tutti i principi nutritivi che ti offrono.

A partire dalla vitamina C, che contengono in abbondanza, quasi al pari delle arance. Ma anche quelle del gruppo A e B e un'elevata quantità di acido folico. Se poi sei carente di ferro, puoi trovare una buona fonte nelle rape, accompagnato dal potassio che ti aiuterà a tenere sotto controllo la pressione del sangue.

Come le barbabietole, sono costituite da una buona percentuale di acqua, perciò sono l'ortaggio che ti serve per smaltire tutti i pranzi in famiglia e i cenoni con gli amici. Inoltre contiene alcuni particolari fenoli che hanno proprietà anticancerogene.

Le rape sono buone crude, soprattutto se ami il sapore piccante. Ma è anche l'ingrediente principale per una giardiniera fatta in casa. In generale, puoi gustarla in tanti modi diversi, soprattutto nelle zuppe, ma anche gratinata al forno.

Cavolini di Bruxelles

Come il cavolo, ma in miniatura. I cavolini di Bruxelles sono tipici della stagione invernale e contengono molte proteine, oltre a una buona quantità di fibre. Fanno molto bene alle ossa, grazie ai sali minerali e alla vitamina K, che è utile anche alla coagulazione del sangue.

Ma soprattutto ti aiuteranno a prevenire i tumori, essendo davvero ricchi di sostanze antiossidanti. Infine, hanno proprietà disintossicanti, cioè aiutano il tuo fegato e le tue reni a eliminare più velocemente le tossine.

Mangiali lessi, al forno, oppure rosolati. Sono davvero un ottimo contorno per i tuoi secondi piatti.

Patata

Lasciate un po' in disparte, perché non considerate verdure in piena regola, le patate hanno in realtà molto da offrirti. Innanzitutto, sono ricche di potassio, che ti aiuta a combattere l'ipertensione e a ritrovare le energie per tornare al lavoro. Inoltre, contengono vitamina C e hanno proprietà antiossidanti.

E non è un caso se tua mamma da piccolo te le faceva mangiare quando soffrivi di disturbi all'intestino. Le patate svolgono infatti un'azione antinfiammatoria del tuo apparato gastrointestinale e sono utili anche se soffri di gastriti, ulcera e colite.

Non serve nemmeno che ti dica in quanti modi puoi cucinare le patate, cerca però di evitare quelle fritte. Sono infatti un buon alimento per chi soffre di diabete, poiché ricche di carboidrati complessi, ma non con l'aggiunta di altri grassi.

Porro

Il porro contiene vitamine, sali minerali e flavonoidi che lo rendono un ottimo antiossidante, soprattutto se lo mangi crudo. Ma soprattutto è il tuo nuovo compagno di dieta: diuretico, lassativo e idratante, ti aiuterà a perdere più velocemente i chili che hai guadagnato durante le feste.

È anche un antibatterico naturale, utile per proteggere un intestino in sovraccarico. Contribuisce inoltre a eliminare il colesterolo "cattivo" in favore di quello "buono. Preserva perciò la tua circolazione e i tuoi vasi sanguigni, allontanando il rischio di infarto e altri disturbi cardiocircolatori.

Il porro ha un sapore che può ricordare quello di cipolla e scalogno, per questo magari potrebbe non piacerti se lo mangi crudo. Ma prova a inserirne qualche fetta sottile nella tua insalata mista, per abituarti al gusto. In alternativa, usalo per insaporire zuppe e stufati, ma anche al forno come contorno.

Lattuga

La lattuga ti aiuterà a reidratare il tuo corpo e depurarlo, dopo tutti i peccati di gol che ti sei concesso. Ma ha anche proprietà sedative, che possono aiutarti a calmare corpo e mente prima di andarti a coricare.

Oltre a queste due caratteristiche principali, contiene anche una buona quantità di vitamina A, che protegge la vista, e fibre che stimolano la regolarità intestinale. In generale, è la verdura che più di tutte favorisce la depurazione dell'organismo, oltre a tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue.

Naturalmente, il modo più semplice per mangiarla è in insalata, ma puoi fare anche un decotto detox con le sue foglie.

Frutta di gennaio

Non esiste un vero e proprio frutto tipico di gennaio. Ma prosegue la stagione invernale perciò al supermercato e ai banchi del mercato trovi tanta frutta secca, agrumi, mele, pere e kiwi.

Puoi fare il pieno di vitamina C, anche perché verso la fine dell'inverno spesso si ripresentano i virus influenzali ed è quindi utile rafforzare fin da subito le difese immunitarie. Inoltre, se non sei abituato a mangiare molto pesce, ti consiglio di utilizzare la frutta secca come fonte alternativa di Omega 3.