Taxi elettrici a Parigi: gli iconici Black Cabs (ma soprattutto green) conquistano la capitale francese

Dopo Amsterdam, Oslo, Amburgo e Berlino, anche a Parigi arriva una flotta di taxi elettrici inglesi, con lo scopo di migliorare la qualità dell’aria e di ridurre le emissioni dei gas di scarico.
Gaia Cortese 6 Novembre 2018

Londra ha tre cose che tutti vorremmo importare nel nostro Paese: le guardie all’ingresso di Buckingham Palace, le Red Box (le tipiche cabine telefoniche rosse) e i Black Cabs, ossia gli eleganti e spaziosissimi taxi di colore nero. E mentre in Italia per il momento sono arrivati solo Mr. Bean, le Spice Girls, il Barbour e gli stivali antipioggia Hunter, e rimaniamo immobili spettatori della continua battaglia tra UBER e taxi bianchi, nel frattempo a Parigi sono sbarcati anche i taxi.  Sì, proprio quelli inglesi. TX eCity è un taxi elettrico che, a partire dall’inizio del 2019, sarà utilizzato anche a Parigi. Un via libera dato dalle autorità parigine per migliorare la qualità dell’aria della Capitale francese, in un momento in cui il tema dell’inquinamento e delle emissioni è molto caldo.

A disposizione dei parigini ci sarà quindi un'intera flotta di taxi elettrici TX eCity, messa a disposizione dalla London Electric Vehicle Company. Grazie alle prestazioni offerte, al livello di connettività consentito e al comfort che garantiscono, questi veicoli sono già presenti in altre città europee come Amsterdam, Oslo, Amburgo e Berlino.

Obiettivo della London Electric Vehicle Company (LEVC) è quello di costruire 10.000 veicoli fra taxi e furgoni entro il 2020, che ci si augura raddoppino come numero entro il 2022. Oltre all’aria, le strade di Parigi miglioreranno anche il look delle proprie strade: gli iconici Black Cabs, conosciuti un po’ in tutto il mondo per essere apparsi in numerosi film, sono davvero belli da vedere.