bonus-psicologo-2022

Bonus psicologo 2022: come funziona, a chi spetta e come richiederlo

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Entro fine maggio saranno aperte le richieste per il bonus psicologo 2022, un contributo fino a 600 euro a persona per svolgere sessioni di psicoterapia con psicoterapeuti iscritti all’albo professionale, che saranno pagati direttamente dall’INPS. Scopri a quanto ammonta il tuo bonus, chi ne ha diritto e come ottenerlo.
Alessandro Bai 4 Maggio 2022

È ormai pronto a partire il bonus psicologo 2022, il contributo dal valore massimo di 600 euro, da calcolare in base all'Isee, che permetterà di svolgere fino a 10-12 sedute di psicoterapia, stimando un costo di 50-60 euro a seduta, a coloro che ne faranno domanda.

Nei giorni scorsi, durante un'interrogazione al Senato, il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che il decreto interministeriale necessario per rendere operativo il bonus psicologico è "in dirittura d'arrivo". Successivamente, il 28 aprile, durante la conferenza Stato Regioni, è stata approvata la bozza del decreto attuativo che chiarisce le modalità di richiesta del contributo.

Se si sapeva già che tra i requisiti per ottenere l'incentivo c'è un reddito inferiore o uguale ai 50.000 euro, Speranza ha spiegato che il bonus psicologo si potrà richiedere direttamente da un portale dell'INPS, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale che penserà anche a pagare i professionisti che aderiranno all'iniziativa, permettendo così ai cittadini di non dover anticipare i soldi delle sedute.

Come funziona

Il bonus psicologo è una misura introdotta con un emendamento al Decreto Milleproroghe che consiste in un contributo fino a 600 euro una tantum da utilizzare per coprire il prezzo al massimo di 10-12 sedute presso psicoterapeuti privati iscritti all'albo professionale, dato che il costo medio di una seduta è stimato tra i 50 e 60 euro.

Riceverai il bonus sotto forma di voucher e il suo valore dipenderà dal tuo reddito, come viene specificato nel testo dell’articolo 1-quater della Legge 15/2022 di conversione del Decreto Milleproroghe al comma 3, secondo cui "il contributo e' stabilito nell'importo massimo di 600 euro per persona ed e' parametrato alle diverse fasce dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) al fine di sostenere le persone con ISEE più basso".

L'incentivo dovrebbe essere operativo entro fine maggio 2022, con un po' di ritardo rispetto al lancio iniziale che era previsto ad aprile, e servirà per aiutare quelle persone che vivono situazioni di disagio o malessere, certamente aumentate nel corso della pandemia. Anche per questo motivo, per ottenere il contributo non dovrebbe servire un certificato del medico di base con la diagnosi di una malattia mentale

A chi spetta

Possono presentare richiesta per il bonus psicologo tutti i cittadini che hanno un Isee non superiore a 50mila euro, un fattore che determinerà anche a quanto ammonterà il contributo che riceverai.

Dato che i fondi stanziati per il bonus psicologo 2022 sono di 10 milioni di euro, il Governo ha deciso di sostenere le persone con reddito più basso, legando il valore del voucher a delle fasce di reddito specifiche:

  • Se hai un Isee inferiore a 15.000 euro, riceverai un bonus dall'importo di 600 euro, che coprirà circa 12 sedute;
  • Se hai un Isee compreso tra 15.000 e 30.000 euro, riceverai un bonus dall'importo di 400 euro, che coprirà circa 8 sedute;
  • Se hai un Isee compreso tra 30.000 e 50.000 euro, riceverai un bonus dall'importo di 200 euro, che coprirà circa 4 sedute.

Secondo il Ministero della Salute, il contributo consentirà di soddisfare una platea di circa 16.000 cittadini.

In totale, i fondi stanziati dal Governo per la tutela della salute mentale per l'anno in corso corrispondono a 20 milioni di euro, ma se 10 milioni sono usati per finanziare il bonus psicologo 2022, gli altri 10 milioni servono per per rafforzare la rete del Servizio sanitario nazionale attraverso il "reclutamento di professionisti sanitari e di assistenti sociali".

A partire da maggio, sarà possibile presentare le domande per ottenere il bonus psicologico direttamente dal sito dell'INPS "per un periodo non inferiore a sessanta giorni". Significa che a partire dalla data che lo stesso istituto di previdenza e il Ministero della Salute comunicheranno sul proprio sito, avrai un mese di tempo per richiedere il contributo.

Il bonus verrà poi erogato tenendo conto dell'ordine di arrivo della richiesta, dando priorità alle persone con Isee più basso.

Successivamente, sarà l'INPS a comunicarti tramite un codice univoco l'importo del tuo bonus psicologo, che potrà essere utilizzato a scalare per 3 mesi (180 giorni) per svolgere "sessioni di psicoterapia presso psicoterapeuti privati, iscritti all’ordine degli psicologi, che abbiano aderito all’iniziativa".

Potrai scegliere con chi effettuare le sedute direttamente da un elenco di psicoterapeuti iscritti all’ordine degli psicologi che sarà consultabile dal sito dell'INPS. I beneficiari del contributo non dovranno pagare in anticipo per il servizio; una volta effettuata la prenotazione tramite il portale online e svolta la seduta, saranno gli psicoterapeuti a dover inserire i dati della fattura emessa per ottenere dall'INPS il rimborso nel mese successivo.

Se al termine dei 180 giorni non avrai utilizzato tutto o una parte dell'importo attribuito al tuo codice, il tuo bonus psicologo sarà annullato e le eventuali risorse rimanenti verranno ridistribuite ad altre persone in base alla graduatoria relativa alle richieste ricevute.

Se continuerai a seguirci su questa pagina, ti aggiorneremo sulle ultime notizie e ti comunicheremo la data ufficiale di apertura delle domande non appena sarà stabilita.