Come gestiscono l’argomento “mestruazioni” i papà di oggi?

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Le mestruazioni non sono più un argomento tabù. almeno è quanto emerge da una ricerca condotta dal brand Intimina. Anzi, ben il 57 per cento dei papà italiani sostiene di essere preparato sul tema.
Gaia Cortese 29 Settembre 2022

Tra gli argomenti più”difficili” da affrontare tra genitori e figli non c’è solo la sessualità, ma anche il tema “mestruazioni”, soprattutto quando, a doverlo affrontare, è un papà.

Attraverso un’indagine promossa da Intimina, brand del benessere intimo femminile, è stato possibile presentare una chiara fotografia dello scenario attuale in Italia che restituisce risultati più positivi di quanto ci si potrebbe aspettare: almeno il 71 per cento dei papà, infatti, parla alle proprie figlie del ciclo mestruale, nonostante solo il 33  per cento creda che sia il padre a doverlo fare. Il 25 per cento dei padri preferirebbe che se ne occupasse un medico, mentre un 19 per cento vedrebbe come figura più appropriata per il compito un’insegnante.

Allargando lo scenario in Europa, il 70 per cento dei padri intervistati (contro il 57 per cento dei papà italiani) ritiene di sapere abbastanza del ciclo mestruale da poterlo spiegare alla figlia, mentre ben il 64 per cento afferma di poter spiegare l'intero ciclo mestruale con una buona padronanza dell'argomento.

Alla domanda su dove sarebbero andati per ottenere maggiori informazioni e conoscere il ciclo mestruale, la maggior parte dei papà intervistati in ogni paese si rivolge alle donne della famiglia: 55 per cento per l’Italia, 61 per cento per il Regno Unito, 40 per cento per la Francia, 52 per cento per la Spagna. Diversamente altri papà cercherebbero informazioni negli articoli educativi (34%), tramite loro amiche (31%), nei libri didattici (27%), nei video educativi di YouTube (26%) o scorrerebbero account di social media educativi (17% ).

Ma le mestruazioni sono un argomento scomodo? Sì, almeno è quanto emerge dall'indagine condotta: un'ampia percentuale di papà ritiene che il ciclo mestruale sia un argomento scomodo da discutere con la propria figlia, com le seguenti percentuali: 34 per cento in Italia, 57 per cento nel Regno Unito, 44 per cento in Francia, 38 per cento in Spagna.

Il 53 per cento dei papà, infatti, trova la conversazione imbarazzante, il 39 per cento la trova delicata, il 34 per cento si preoccupa che la figlia possa fare una domanda a cui non saper dare una risposta. E ancora il 32 per cento teme di dire la cosa sbagliata o non sa abbastanza sull'argomento.

Fortunatamente non esiste imbarazzi al momento di acquistare prodotti mestruali per le loro figlie: il 60 per cento dei papà è abituato a comprare assorbenti esterni, il 30 per cento assorbenti interni, il 22 per cento mutandine mestruali e infine il 15 per cento anche le coppette mestruali. Solo il 16 per cento dei papà intervistati non acquista questi prodotti per le proprie figlie. Sarà il momento di iniziare?