I 5 errori da non fare se vuoi essere una coppia felice

Perché la coppia scoppia? Difficile dirlo perché ogni caso è a sé. Esistono tuttavia alcuni errori molto comuni che tendono a ripetersi e a rendere la relazione tra uomo e donna molto complicata.
Gaia Cortese 13 febbraio 2020
In collaborazione con Dott.ssa Samanta Travini Specialista in Psicologia

A un giorno dalla festa degli Innamorati, vale la pena soffermarsi sugli errori più comuni che si possono commettere nell’ambito della coppia. Perchè non sono sempre rose e fiori, e soprattutto, perché una volta usciti dalla fase dell’innamoramento, inevitabilmente la relazione può attraversare alcuni momenti difficili.

Lo gridava apertamente anche Harry nella commedia romantica Harry, ti presento Sally, mettendo in guardia una coppia di amici appena sposati: “All’inizio è tutto perfetto, siete innamorati, siete felici ed è meraviglioso; ma dovete che presto o tardi vi accapiglierete per chi dovrà tenere questo oggetto (un piatto), questo oggetto da 8 dollari vi costerà migliaia di dollari di telefonate ai rispettivi avvocati divorzisti”.

Senza voler pensare per forza al peggio, ci sono effettivamente degli errori che possono incrinare il rapporto tra due persone che si sono giurate eterno amore.

Avere troppe aspettative

Quello che ci ha fregato è il “…e vissero felici e contenti” con cui Walt Disney ha concluso le sue favole. In verità, non esiste il rapporto perfetto; nella vita reale ci sono i figli che con il loro arrivo tendono a destabilizzare la coppia, gli impegni di lavoro, le scadenze da rispettare, la spesa al supermercato e i pranzi con i suoceri. Può bastare? Vallo a dire a Cenerentola o alla Bella Addormentata nel bosco se con questi particolari, anche la loro love story non avrebbe un po’ vacillato.

Voler cambiare il partner

Hai voluto la bicicletta? Adesso pedala. Il giorno che hai scelto il tuo compagno o la tua compagna, ne amavi pregi e difetti. Sono le regole del gioco che non puoi cambiare in corsa. D’altronde non esiste la perfezione nelle persone e siamo tutti diversi gli uni dagli altri. Ecco perché è impensabile che si vada sempre d’accordo su tutto, figuriamoci in un matrimonio. La soluzione non è cercare di cambiare il proprio partner, ma accettare che possa comportarsi, agire, pensare e rispondere diversamente da quello che desideriamo.

Sprofondare nella monotonia

Una relazione di lunga durata può rischiare di cadere un po’ nella monotonia e di spegnere l’entusiasmo della coppia. Chissà perché appena ci si fidanza si fanno mille cose insieme e dopo un paio di anni si smette di essere curiosi di vedere, di fare e di conoscere. La sfida è trovare qualcosa che risvegli l’interesse di lei e di lui, senza forzature, ma con l’unico scopo di tornare a fare cose divertenti insieme.

Non dirsi le cose apertamente

Non dirsi le cose è deleterio per la salute della coppia. Si rischia solo di accumulare troppo fino scoppiare. Se vuoi sfogarti con un amico a parole fallo pure, ma prima o poi dovrai affrontare il tuo o la tua partner per mettere in chiaro cosa non va nel rapporto. Avere una persona esterna che ti consola, che ti ascolta e che ti capisce purtroppo non è la soluzione finale del problema.

Non comunicare con il cervello rettiliano

La maggior parte delle coppie non ha ancora imparato a comunicare con la parte più primitiva del cervello, quella che viene chiamato cervello rettiliano. Può far sorridere, ma è questa la parte del cervello che reagisce bloccandoti, facendoti scappare o mandandoti all’attacco ogni volta che ti senti in pericolo o “attaccato” dal tuo partner. Insomma, è quello che ti manda in escandescenza trasformandoti in una iena quando c’è da discutere. Forse non basta contare fino a tre prima di rispondere, ma imparare a gestire le proprie emozioni può avviarti verso un rapporto di coppia felice.

Il parere dell'esperto

Abbiamo sentito sull'argomento la Dottoressa Samanta Travini, specialista in Psicologia: "A volte è inevitabile che la routine faccia capolino in una relazione di coppia. I giorni scorrono senza che nulla di nuovo succeda, non ci sono stimoli e abbiamo la sensazione di annoiarci. Potremmo persino arrivare a pensare di sapere già tutto l’uno dell’altro. Ma allora, come evitare la monotonia nella relazione di coppia? Non pianificare tutto, non trascurare i dettagli, prenditi cura di te stessa/o, evita la monotonia a letto e inoltre parla con il tuo partner. 

Uno dei punti centrali nelle relazioni di coppia è, infatti, la comunicazione. L’ambito nel quale si esprimono i sentimenti, i pensieri e i desideri. Se si ha una buona comunicazione, tutto il resto viene da sé. Al contrario, quando questa diventa ambigua o si deteriora, possono sorgere nuovi problemi in altri aspetti della relazione.

Inoltre in ogni relazione ciascun partner ha la sua visione di come dovrebbe essere una relazione di coppia, ruoli, diritti e doveri di ciascuno. Queste aspettative si formano sull’esperienza delle prime relazioni intime, soprattutto quella con i propri genitori. Questo modello relazionale viene assimilato in profondità e condiziona inconsapevolmente le proprie aspettative nei diversi ambiti della relazione con il partner (sessuale, comunicativo, organizzativo, emotivo, etc.).

Per non aver aspettative deluse… Abituati alla chiarezza, smettila di credere che “quando è amore ci si capisce a volo”. È un tuo compito abituarti da oggi a comunicare in modo chiaro cosa ti aspetti in un ambito della relazione in cui ti senti deluso/a. Comunica le tue esigenze, i tuoi bisogni. Anche quando ti troverai ad affrontare una situazione nuova con il tuo partner fai in modo che tutte le reciproche aspettative vengano sempre messe sul tavolo rendendole chiare ed esplicite fin dall’inizio, l’uno all’altro.

Alcune aspettative può soddisfarle, altre ci vorrà del tempo, altre non può. Riscopri e meravigliati di piccole attenzioni anche se non corrispondono proprio alle tue aspettative. Puoi riscoprire attenzioni che il tuo partner ha verso di te e che ti sfuggivano perché nascoste dalle tue troppe aspettative.

Un altro degli errori più frequenti che si commettono all’interno di una coppia consiste nella volontà di cambiare l’altro. Seppure inconsciamente. Criticare il proprio compagno o la propria compagna nel tempo, può portare una relazione alla rottura, dopo infiniti litigi. Il consiglio è quello di accettare l’altro per come è, prendendo coscienza che ciascuno di noi ha lati belli e lati meno belli. Al massimo, si possono dare consigli costruttivi per invitare l’altro a migliorarsi. Ma senza imposizioni".