Insalata di riso: preparala e conservala così per diversi giorni

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
L’insalata di riso è un must della stagione estiva. Ed è un piatto antispreco, che se conservato al meglio dura fino a qualche giorno: ecco quanti.
Sara Polotti 17 Maggio 2022

Antispreco e fresca, l'insalata di riso o cereali è un classico della cucina italiana estiva. Prepararla è estremamente semplice, ma soprattutto comodo, perché ti permette di avere dei pranzi e delle cene già pronti per l'ufficio o per quando hai poco tempo di cucinare. L'insalata di riso, infatti, dura più giorni, se conservata correttamente, e puoi quindi trasferirla nella schiscetta per pranzi veloci, freddi e molto gustosi.

Ecco dunque la ricetta, il modo corretto per riporla in frigorifero e per quanti giorni si conserva l'insalata di riso.

La ricetta green

Per far sì che sia davvero green, l'insalata di riso deve rispettare due regole: essere vegetariana (sappiamo quanto carne e derivati inquinino il pianeta) e prevedere l'utilizzo di uno o più alimenti avanzati (in modo da approfittarne per evitare sprechi inutili).

Dopo aver cotto, scolato e raffreddato il riso integrale, quindi, unisci del mais e dei piselli cotti al vapore, ma anche della frittata avanzata, dei cubetti di formaggio che sta scadendo, le uova sode del giorno prima e ciò che trovi nel frigorifero, condendo poi solo con olio e limone.

Come conservarla

L'insalata di riso di conserva semplicemente in contenitori ermetici oppure in bacinelle coperte da pellicola ben tesa, in modo che l'aria a contatto con i cibi sia poca, per evitare l'ossidazione e la proliferazione di germi e batteri.

Tieni poi il contenitore o la bacinella in frigorifero, e ogni volta che la mangi, mescola bene l'insalata di riso in modo che il condimento si distribuisca nuovamente al meglio.

Per quanti giorni si conserva

Dopo aver mangiato l'insalata di riso o dopo averla preparata e riposta nel contenitore ermetico, potrai tenerla in frigorifero fino a quattro o cinque giorni. Essendo cotta, infatti, non dura solo un giorno.

L'importante, tuttavia, è sempre controllare prima di mangiarla: l'olfatto e il gusto sono i tuoi migliori alleati quando si tratta di cibo e conservazione. Se il colore, l'odore o il gusto ti sembrano alterati, anche se non sono passati quattro giorni evita di mangiarla.