Latte per vegani: le alternative vegetali per non rinunciare al cappuccino o ai corn flakes

Se sei vegano, vegetariano o intollerante al lattosio probabilmente sei alla ricerca di un sostituto del latte vaccino da inserire nella tua dieta quotidiana. Fortunatamente, a differenza di alcuni anni fa oggi ti basta entrare in un qualsiasi supermercato per avere l’imbarazzo della scelta.
Sara Del Dot 4 Febbraio 2019

Chi sceglie di seguire una dieta vegana, ormai lo sappiamo, rinuncia completamente non solo alla carne e al pesce, ma anche a tutti i derivati animali. Ciò significa dire addio per sempre a tanti alimenti che prima eravamo abituati a trovare sempre nel nostro frigorifero come le uova, il formaggio e il latte. E quindi, ti chiederai, cosa mettono i vegani nel caffè macchiato, dove versano i cereali la mattina, con cosa fanno il purè, il frullato e la cioccolata calda? Se non hai mai provato a sostituire il latte vaccino nella tua vita quotidiana, è probabile che tu non sappia che, in commercio, è disponibile una grande varietà di alternative, che magari avranno un sapore diverso da quello a cui sei abituato, ma potrebbero risultare ugualmente godibili.

E dove li trovo, ti chiederai? Mi tocca andare alla ricerca di piccole botteghe nascoste specializzate in cibi particolari? Fortunatamente, negli ultimi anni gli alimenti per vegani sono entrati in quasi tutti i supermercati, e di solito puoi trovarli sullo stesso scaffale della panna da cucina e del latte “classico” a lunga conservazione. Ma iniziamo a conoscere insieme qualche alternativa su cui potresti orientarti nel caso avessi voglia di fare una prova.

Latte di soia

Completamente privo di colesterolo e dal sapore molto dolce, quello di soia è senza dubbio il sostituto di latte animale più diffuso attualmente. Si ottiene macinando in acqua i semi della soia, lasciati a loro volta in acqua per diverse ore in precedenza. La soia è l’alimento prediletto per vegetariani e vegani. Infatti, con questo legume non vengono prodotte soltanto bevande prive di lattosio, ma anche cibi veri e propri come cotolette, hamburger e spaghetti. Tornando al latte di soia, si può dire che si tratta di una bevanda che presenta davvero pochi lati negativi. È infatti povera di grassi, contiene diversi amminoacidi essenziali, è priva di colesterolo e contiene diverse proteine, vitamine, fibre e minerali.
Controindicazioni: soprattutto negli ultimi anni, la soia è stata molto criticata come alimento a causa della sua produzione su larga scala effettuata attraverso colture intensive che sfruttano il suolo e prevedono l’uso di molti pesticidi. Per questa ragione, ti consiglio di cercarne una variante etica e biologica.

Latte di mandorle

Anche il latte di mandorla rappresenta una valida alternativa a quello vaccino. Dal gusto forse un po’ più dolce di quello di soia, contiene tutte le proprietà benefiche che il frutto secco da cui è ricavato porta con sé: è infatti ricco di antiossidanti, sali minerali tra cui potassio e calcio, contiene pochissime calorie, cosa che lo rende un grande alleato della dieta, è privo di glutine e colesterolo ma ricco di vitamine, tra cui la B2. Inoltre, è particolarmente indicato per chi vuole perdere peso o soffre di problemi di digestione.
Una controindicazione: nel caso in cui tu soffra di problemi alla tiroide, cerca di non farne un consumo smodato, perché un’assunzione eccessiva potrebbe inibire nel tuo corpo l’assorbimento dello iodio.

Latte di cocco

Un altro alleato della tua dieta vegana è senza dubbio il latte di cocco, che non è la stessa bevanda che nei film o nei cartoni animati vedi bere con una cannuccia inserita direttamente in una noce su una spiaggia hawaiana (quella è l’acqua di cocco). Il latte di cocco si ricava invece pestando e spremendo il frutto. Ha un sapore molto dolce, caratteristica che lo rende particolarmente adatto per la preparazione di dolci o frullati, ed è molto nutriente, infatti i suoi benefici sono diversi: è antiossidante, ritarda l’invecchiamento, contiene tante vitamine e minerali come ferro, magnesio, fosforo e potassio, e ha un alto contenuto anche di fibre.
Controindicazioni: è molto costoso e molto calorico, e contiene un’alta quantità di grassi saturi. Quindi, meglio non esagerare.

Latte d’avena

Il latte d’avena è una bevanda ricca di nutrienti, fibre e vitamine del gruppo B. Particolarmente indicato per chi ha problemi di digestione e stitichezza, è totalmente privo di colesterolo e aiuta in modo consistente a ridurre i livelli di grassi nel sangue, favorendo la prevenzione di disturbi dell’apparato cardiovascolare e rappresentando una buona soluzione per i diabetici. In più, è ottimo per la salute del nostro sistema nervoso.
Controindicazioni: se consumato in quantità eccessive, potrebbe provocare disturbi a persone affette da celiachia.

Latte di riso

Anche il latte di riso, come altri di cui ho parlato in questo articolo, ha un sapore un po’ più dolce di quello vaccino. La sua proprietà principale è senza dubbio l’alta digeribilità, infatti il latte di riso è leggerissimo. Nonostante questo, è ricco di nutrienti e povero di grassi, privo di colesterolo e ricco di carboidrati. Insomma, pare proprio sia la bevanda perfetta per chi si trova in regime dietetico o pratica sport con una certa regolarità. In più, questa bevanda protegge il sistema immunitario, previene il rischio di ictus e problemi cardiovascolari grazie al suo alto contenuti di flavonoidi.
Controindicazioni: il latte di riso è totalmente privo di calcio, che di conseguenza dovrai assolutamente integrare in altro modo.

Latte di noci

Il latte di noci rappresenta una bevanda ideale per chi non deve esagerare con gli zuccheri, che contiene in quantità molto ridotte. Al contrario, è una bevanda molto ricca di ferro, magnesio, calcio, omega 3, omega 6 e acidi grassi essenziali. Di conseguenza, oltre ad avere un effetto benefico sul sistema cardiocircolatorio, esercita anche una funzione antiossidante sull’intero organismo, favorendo anche l’attività dell’apparato digerente.
Controindicazioni: non è semplicissimo da reperire ed è più costoso degli altri.