Le proprietà della mela: un frutto con poche calorie e molti benefici

La mela è il frutto più consumato in assoluto. Così tanto, che ti sarai dimenticato di quante proprietà abbia, a cominciare da quelle antitumorali a quelle depurative. Non è un caso se si dice che una al giorno toglie il medico di torno. Proviamo allora a scoprire insieme tutti i benefici.
Giulia Dallagiovanna 7 settembre 2019

C'è quell'una al giorno che toglie il medico di torno, quella che avrebbe fatto scoprire la gravità ad Isaac Newton e quella che ha avvelenato Biancaneve. Le mele ti accompagnano un po' ovunque, dal cesto della frutta alle storie e le credenze popolari con le quali sei cresciuto. Fanno talmente parte della tua vita, che spesso te le dimentichi. Penserai ai benefici di una spremuta d'arancia per potenziare il sistema immunitario e a quanto faccia bene l'uva per la pelle, e ti dimenticherai di quante proprietà  offre invece quel frutto tondo, rosso, giallo o verde.

Ad esempio, forse non sai che al mondo esistono circa mille varietà di mele, anche se tra i banchi del supermercato ne ritroverai circa una decina. E magari non sarai nemmeno a conoscenza del fatto che la maggior concentrazione di sostanze nutritive si trova nella buccia e non nella polpa. Ecco perché è sempre consigliato acquistare un frutto biologico, in modo da non dover per forza sbucciarlo. Tieni presente che il periodo di maturazione delle mele va da fine agosto a fine ottobre, anche se talvolta si riesce ad estenderlo fino a dicembre o gennaio. In ogni caso, tutte quelle vendute successivamente sono cresciute in serra, in atmosfera modificata.

E proprio per tutte le ragioni che ti ho elencato, quest'anno le mele saranno tra la frutta protagonista dell'edizione 2019 del SANA, il salone internazionale del biologico e del naturale, che si terrà a Bologna fino al 9 settembre.

Cos'è una mela

La mela è un frutto e lo saprai benissimo. Quello che però forse non conosci è che appartiene alla famiglia delle Rosacee ed è quindi una lontana cugina delle rose, quelle che coltivi sul tuo terrazzo. Il melo (malus communis melo), ovvero l'albero, può raggiungere anche gli 8 metri d'altezza e ha delle foglie con i margini seghettati e dei fiori piccoli e bianchi, che possono assumere anche qualche sfumatura rosa. È originario dell'Asia centrale, ma si è diffuso senza problemi anche in Occidente, tanto che oggi la mela è il frutto più consumato: solo in Italia, se ne mangiano quasi 20 chili a testa, in un anno.

Come ti dicevo prima, le varietà di mela sono tantissime e se fai una passeggiata in campagna è possibile che tu possa trovare anche quelle selvatiche. In ogni caso, la scelta al supermercato rimane comunque abbastanza ampia e tra i tipi più presenti ci sono: le Golden delicious, le Red delicious, le Stark, la Renetta del Canada, la Renetta ruggine, le Granny Smith, le Pink Lady, le Fuji e l'Annurca.

Le proprietà della mela

Ciascuna varietà di mela ha le sue proprietà. Ma a cambiare sono soprattutto le percentuali contenute, mentre le sostanze nutritive sono più o meno simili in tutti i frutti. Prima di tutto, idratanti: circa l'85% della polpa è infatti costituito da acqua e per questa ragione anche le calorie sono molto basse e non superano le 38 per ogni 100 grammi. Dopodiché puoi trovare fibre, sali minerali, proteine, vitamine e zuccheri, in perfetto equilibrio tra loro.

La mela contiene molta acqua e pochissime calorie

Le vitamine sono soprattutto quelle del gruppo B, acido folico compreso, A e C. Mentre tra i sali minerali si distinguono il ferro, il calcio, il potassio, il fosforo e il magnesio. Contiene infine la pectina, una sostanza che in cucina viene anche utilizzata come addensante, e che in natura aiuta invece a eliminare le tossine presenti nel corpo, in particolare quelle dovute ai metalli pesanti che respiri ogni giorno a causa dell'aria inquinata.

I benefici della mela

Sembra incredibile, ma un solo frutto può portare davvero tantissimi benefici al tuo organismo. Innanzitutto, agisce direttamente sul funzionamento del tuo intestino. In particolare, da cruda ha un effetto astringente mentre da cotta agisce esattamente in modo opposto, contrastando i problemi di stipsi. Nonostante contenga circa 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, è in realtà un frutto fortemente consigliato per chi ha problemi di diabete o disturbi cardiocircolatori. Favorisce infatti l'abbassamento dei livelli di glicemia nel sangue e la produzione di colesterolo buono (HDL) contro quello cattivo (LDL). Sembra che mangiare la famosa mela al giorno riduca fin da subito il rischio di soffrire di infarto o di ictus.

È poi un frutto detox davvero molto efficace. Innanzitutto, il fatto di contenere molta acqua, ti porterà a eliminare più velocemente i liquidi in eccesso. Il che significa riduzione della cellulite e aiuto nella perdita di qualche chilo di troppo. In generale, poi, favorirà la depurazione del corpo dalle tossine e ti aiuterà a sentirti meglio e con più energia. Ma anche la pectina gioca un ruolo importante in questo meccanismo, soprattutto a livello di vie aeree e polmoni. Mette in atto una forma di chelazione, cioè una reazione chimica che porta i metalli pesanti, in particolare piombo e mercurio, a perdere la loro tossicità. In poche parole, ti difende dall'inquinamento atmosferico e ti fa respirare meglio. Per questa ragione, si crede che abbia un effetto particolarmente positivo sulle persone che soffrono di asma.

Ultimi, ma non meno importanti, sono i polifenoli e i flavonoidi contenuti soprattutto nella buccia. Hanno una concentrazione così elevata, che il loro effetto antitumorale è maggiore rispetto a quello che possono offrire altri frutti. Sembra siano particolarmente efficaci contro le forme di cancro che colpiscono il fegato, il colon e il seno. Questo non vuol dire che le mele siano da considerarsi come medicine preventive contro il tumore, ma che mangiarle ti fa bene anche da questo punto di vista.

Le controindicazioni della mela

La mela non ha particolari controindicazioni. Anzi, è così facilmente digeribile, che viene consigliata persino durante lo svezzamento e, in seguito, alle persone anziane. Ci però alcuni aspetti ai quali comunque dovresti fare attenzione. Ci sono persone ad esempio allergiche o intolleranti al fruttosio, uno degli zuccheri contenuti nel frutto, e che potrebbero riscontrare qualche reazione indesiderata.

Inoltre, la mela "gonfia". Può provocare infatti la formazione di gas nell'intestino, oppure una generale costipazione e dei fastidiosi crampi a causa del suo effetto astringente. Succede soprattutto se hai problemi nella digestione di carboidrati a catena corta, cioè semplici, contenuti proprio nel frutto. È comunque sufficiente non esagerare con il consumo per scongiurare questi effetti collaterali poco piacevoli.