Perché bere il latte di noci potrebbe farti bene?

Brasiliane, Pecan, nocciole o anacardi. Il latte di noci si può realizzare sfruttando il gusto e le proprietà di molte noci diverse. Si tratta di un prodotto vegetale ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti, ma anche estremamente calorico. Fai dunque attenzione a come lo inserisci nella tua dieta.
Valentina Rorato 30 Giugno 2020
* ultima modifica il 16/07/2020

Il latte vegetale sta vivendo un momento di grande successo. È però importante conoscere le sue proprietà nutrizionali che dipendo molto dalla lavorazione e dal prodotto con cui viene realizzato. Per esempio, il latte di noci migliore è quello fatto in casa e possibilmente senza l’aggiunta di zuccheri. Lo hai mai provato? Hai una preferenza per il tipo di noce? Già, perchè che il latte assuma qualità e gusto diverso se usi la Pecan al posto della brasiliana.

Che cos’è

Il latte di noci è un latte vegetale che si ottiene mettendo in ammollo le noci in acqua. Questa frutta secca è nota per essere ricca di antiossidanti, grassi sani (acidi grassi omega-3), vitamine e minerali come manganese, rame, fosforo, ferro, calcio e magnesio. Ovviamente, il suo latte ti permette di fare il pieno di tutte queste sostanze. Il latte di noci cambia in base al tipo di noce scelto, sia in termini di gusto sia di valori nutrizionale.

Latte alle noci del Brasile

Le noci del Brasile sono note per il loro alto contenuto di selenio, un importante minerale antiossidante a supporto del sistema immunitario e della salute della tiroide. Contengono anche una varietà di grassi insaturi sani come acidi grassi omega-6, acido oleico e acidi palmitoleico.

Latte di noci Pecan

Le noci pecan sono una buona fonte di magnesio, rame, tiamina (vitamina B1), niacina (vitamina B3), calcio, potassio, ferro, zinco, fosforo e fibre. Contengono diverse forme di vitamina E e sono ricche di gamma-tocoferolo, che ostacola l'ossidazione causata dal colesterolo LDL nel flusso sanguigno. Consumato al posto del latte vaccino, il latte di pecan migliora la digestione di chi è intollerante al lattosio. Inoltre grazie allo zinco può aiutare a promuovere la salute di capelli e pelle.

Latte di nocciole

Oltre alle noci, sono ottime anche le nocciole, che forniscono tanta vitamine E, rame, magnesio, vitamina B1 (tiamina), B2, B3 e fibre. Contengono anche quantità significative di folati, vitamina B6, zinco, potassio e fosforo. Le nocciole possono anche aiutare a ridurre i livelli di infiammazione causata dall’obesità e dal diabete migliorando la perdita di peso e regolando i livelli di zucchero nel sangue.

Latte di anacardi

Il latte di anacardi è probabilmente il meno noto. Contiene calcio e vitamine A, E e D ed è piuttosto calorico ed è poco nutriente. Se vuoi quindi inserirlo nella tua dieta, dovrai assicurarti che tua alimentazioni sia in grado di bilanciare le mancanze nutrizionali lasciate da questo prodotto. Gli anacardi, per esempio, sono ricchi di proteine, ma il processo di trasformazione in latte generalmente li elimina.

Valori nutrizionali

I valori nutrizionali che troverai appena sotto sono stimati per 100 grammi di prodotto e si riferiscono al latte realizzato con le noci comuni.

  • Calorie 43 Kcal (circa 54 Kcal ogni porzione da 125 millilitri)
  • Proteine 15 grammi
  • Carboidrati 21  grammi
  • di cui zuccheri 4.2 grammi
  • Grassi  65 grammi
  • Fibre alimentari 6.20 grammi

Proprietà

Le noci ti permettono di realizzare un latte molto interessante, con un gusto più intenso rispetto a quello di mandorle o di riso, e più ricco di sali minerali. Puoi infatti assumere buone quantità di ferro, selenio, rame, zinco, magnesio e calcio. Per quanto riguarda le vitamine, sicuramente, le noci ti permettono un apporto di E, di B9 (acido folico) ma anche di B2, B6 e B1. Come tutta la frutta secca, è fonte di acidi grassi omega 3 e 6, che migliorano il metabolismo e contrastano il depositarsi del colesterolo LDL. È ovviamente indicato per chi è intollerante lattosio o allergico al latte vaccino, perché non ne contiene.

Benefici

I benefici per la salute sono numerosi, soprattutto perché le sostanze di cui sono ricche le noci sono principalmente gli antiossidanti e gli acidi grassi omega 3 e 6. Ciò significa prevenire l’ossidazione dei tessuti, ma anche il rischio di malattie cardiovascolari. Minerali e gli antiossidanti, inoltre, promuovono un intestino sano e supportano il corretto funzionamento del cervello (migliorano la memoria, le capacità cognitive e riducono l'ansia). Ovviamente, tutti questi benefici sono da valutare per il tipo di latte (e di noci) che si sceglie. Leggi sempre bene le etichette perché molti di quelli in commercio potrebbero essere troppo ricchi di zuccheri e vanificare gli aspetti salutari.

Controindicazioni

La controindicazione più classica per il latte di noci è l’allergia alle noci o alla frutta secca, che può scatenare reazioni avverse anche gravi. È un latte più calorico di altri latti vegetali, dunque devi fare attenzione a non esagerare con le dosi, soprattutto se scegli un prodotto industriale. Il rischio è quello di sottovalutare il vero apporto calorico, confidando di star consumando un “latte vegetale sano”. La bilancia potrebbe farti scoprire che non è proprio così.

Usi in cucina

Il latte di noci è un sostituto del latte vaccino e come tale si può usare in tutte le preparazioni in cui avresti messo il latte. È più indicato per il dolci e la colazione, che per le ricette salate. Fai molta attenzione al gusto tostato, perché potrebbe alterare i tuoi piatti, se non ne sei consapevole.

Come si prepara

La preparazione del latte di noci è molto semplice: metti a mollo per 12 ore 300 grammi di noci sgusciate in un litro di acqua. Frulla il composto e filtra l’acqua con un colino o un panno di lino per trattenere i residui. Lo puoi bere così, meglio se non dolcificato con zucchero, miele o agave. Si conserva in frigorifero per 3-4 giorni.

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.