Quali sono le bevande che possono provocare la disidratazione?

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Bere molta acqua fa benissimo alla salute, soprattutto quando fa caldo. Fai però attenzione ai sostituti, perché non tutte le bibite sono idratanti, anzi alcune causano proprio l’effetto contrario: ti fanno sudare e perdere liquidi.
Valentina Rorato 14 Maggio 2022

Quando hai sete, fa molto caldo e hai bisogno di idratarti, la bevanda più indicata è l’acqua. Il tuo corpo, infatti, deve integrare minerali ed elettroliti per stare bene e la disidratazione si verifica quando perdi più liquidi di quanti ne assumi. E' un meccanismo chiaro e semplice. Può però complicarsi se sei solito bere bibite che non hanno lo stesso potere idratante dell'H2O. Anzi, ci sono prodotti che hanno un effetto diuretico, ovvero che aiutano il tuo corpo a liberarsi dei liquidi, favorendo la disidratazione. Quindi che cosa bisogna evitare di bere?

Bibite gassate

Le bibite gassate ti danno sempre una sensazione rinfrescante, ma contengono troppo zucchero (anche quelle dietetiche), il che può avere un effetto ipernatremico sul corpo. Cosa significa? Vuol dire che attinge acqua dai tuoi tessuti e impoverisce il tuo corpo di liquidi. Inoltre, sono ricche di caffeina, che agisce come un leggero diuretico e fa urinare più frequentemente.

Succhi di frutta

Proprio come le bibite gassate, i succhi di frutta commerciali (che in genere hanno un sacco di calorie vuote) possono favorire la disidratazione, perché tendono a impedire al corpo di assorbire l'acqua di cui ha bisogno. È decisamente più sano fare uno spuntino con un frutto.

Acqua di cocco

Non lasciarti ingannare dall'acqua di cocco. Non solo molte varietà della bevanda contengono zucchero aggiunto (soprattutto quelle confezionate), ma è anche meno idratante dell'acqua normale. Inoltre, avendo un sapore particolare, talvolta un po' amaro, se ne beve meno rispetto all'H2O pura.

Caffè

Il caffè, come sai, è ricco di caffeina, che ha un noto effetto diuretico e può inibire il riassorbimento del sodio. Quindi puoi ancora goderti il ​​tuo latte macchiato ma anche il tuo caffè freddo, ma assicurati di limitare il consumo a 400 mg di caffeina al giorno ed evita di usare zucchero o dolcificanti artificiali.

Il è ricco di polifenoli e antiossidanti che migliorano la salute, ma le varietà detox (tipica dei té già preparati in bottiglia) sono in realtà disidratanti, perché spesso contengono foglie di Senna, che hanno un effetto lassativo. Se bevi tè per perdere peso, ti conviene verificare che cosa c’è nel preparato che hai acquistato.

Bevande energetiche

Quando sei stanco, una bevanda energetica ti sembra la soluzione giusta, ma se fa caldo e hai bisogno idratarti non ti mette le ali, anzi potrebbe causare disturbi gastrointestinali, soprattutto se vengono bevute durante un allenamento. Risultato? Un'eccessiva perdita di liquidi.

Alcolici

Hai mai notato che dopo aver bevuto un bel cocktail tendi a sudare? L‘alcol è un diuretico naturale e induce il corpo a eliminare l'acqua dalle cellule. Quindi fai molta attenzione a quello che bevi e, se proprio non puoi rinunciare al tuo gin lemon o alla tua birra, cercare di sorseggiarlo poco alla volta.

Acqua di asparagi

Va molto di moda bere l’acqua di asparagi, perché è ricca di minerali ed è drenante. Proprio questa caratteristica, però, può renderla pericolosa in estate quando fa caldo. Si consiglia di mangiare l’ortaggio, che è una splendida verdura primaverile, e di usare l’acqua di cottura non come tisana, ma per cuocere il risotto.