Un delfino nuota con la pinna avvolta da un sacchetto di plastica nel mare di Ostia

Può sembrare la normalissima pinna di un delfino, ma se guardi con attenzione ti accorgerai che quella pinna, in realtà, è completamente avvolta in un sacchetto di plastica nero. Un ennesimo segnale dello stato in cui versano i nostri mari.
Sara Del Dot 9 luglio 2019

Trovarsi in mare aperto e vedersi all’improvviso circondati dai delfini è un’emozione unica al mondo. Ma per i ragazzi dell’associazione “Sotto al mare”, questo incontro ravvicinato avvenuto alcuni giorni fa è stato più intenso del previsto. E non in modo positivo. Imbattutisi in un gruppo di delfini mentre navigavano al largo di Ostia, hanno subito notato che qualcosa non andava.

La pinna di uno degli esemplari, che nuotava insieme agli altri tra le onde, era completamente avvolta da un sacchetto di plastica nero. Una scena triste, emblematica del fatto che la plastica sta raggiungendo ogni parte dell’ambiente che ci circonda. Un ennesimo, terribile e assolutamente non necessario segnale dei livelli di inquinamento in cui versano i nostri mari. È sufficiente andare indietro di qualche settimana per ricordarsi dei numerosi capodogli trovati uno dopo l’altro spiaggiati con lo stomaco pieno di plastica. Oppure delle tante tartarughe caretta caretta impigliate nelle reti o soffocate da filtri di polietilene. Insomma, dall’inquinamento dei mari non si salva nessuno.