Andare in bicicletta non causa impotenza, infertilità o problemi alla prostata. Lo dicono le statistiche

Sei appassionato di ciclismo ma ti è arrivata all’orecchio la voce che possa causarti problemi di infertilità o impotenza? Niente di vero, almeno secondo le statistiche osservate da un studio londinese. Anzi, l’attività fisica fa sempre bene, anche per prevenire i principali disturbi urologici.
Gaia Cortese 15 ottobre 2020

Infertilità, disfunzione erettile, tumore alla prostata. Non è la prima volta che diverse patologie che colpiscono gli uomini vengono associate alla pratica del ciclismo. Stare diverse ora in sella a una bicicletta può davvero arrivare a compromettere la salute?

L’incertezza sul tema non sorprende, perché di disturbi sessuali si parla sempre molto poco. Troppo poco, evidentemente. Secondo i risultati di un’indagine della Società italiana di Urologia (Siu), riportati in un articolo pubblicato su La Stampa, un italiano su due ((52,5%) è convinto che il problema colpisca necessariamente i maschi dalla mezza età in avanti, con un 25% secondo il quale il problema riguarderebbe la fascia 50-80 anni e un altro 27,5% che ritiene a rischio i soli uomini over 50.

Timori e paure potrebbero portare la maggior parte degli uomini ad appendere al chiodo bici e caschetto, se non fosse che di recente tutti i dubbi sulla relazione tra la bicicletta e le "parti basse" dell'uomo, sono stati fugati da uno studio condotto dall’University College di Londra e pubblicato sul Journal of Men’s Health.

I ricercatori londinesi, infatti, hanno valutato i dati dello studio Cycling for Health UK, nell'ambito del quale sono stati osservati 5300 soggetti fra i 16 e gli 88 anni di età, abituati a pedalare tra le tre e le nove ore a settimana. I ricercatori hanno quindi valutato se potesse esistere un rapporto diretto fra l’andare in bicicletta e i più comuni disturbi all’apparato genitale maschile, ma le conclusioni finali dello studio, dettate dai risultati statistici, hanno confermato che non esiste correlazione tra il trascorrere molte ore in sella a una bici e l’insorgenza di problemi come la disfunzione erettile, l'impotenza o l'infertilità.