Appassionati del ciclismo vintage unitevi: torna l’Eroica Montalcino Edizione 2021

Domenica 30 maggio torna l’Eroica di Montalcino. Un’occasione per tutti gli appassionati del ciclismo di altri tempi per fare festa dopo un lungo periodo di stop. L’Eroica si può vivere percorrendo più percorsi, dai 27 km della Passeggiata Eroica ai 153 km del percorso lungo Eroico. Perché l’importante è semplicemente esserci.
Gaia Cortese 29 Maggio 2021

Non serve essere un ciclista provetto per partecipare all’Eroica di Montalcino domenica 30 maggio. C’è la Passeggiata Eroica che si sviluppa su un tragitto di appena 27 km e che dà a tutti, famiglie con ragazzi al seguito comprese, di scoprire le più belle zone della Toscana. Quasi raddoppia invece la distanza per il Percorso del Brunello: il percorso è di 46 km (22 km su strade bianche e 24 km su strade asfaltate) per chi ha già una certa confidenza (e un buon allenamento) sulle due ruote.

Poi ci sono i percorsi su media e lunga distanza (per questi, in caso di carenza di allenamento quest'anno, c’è tempo per prepararsi per l’edizione del prossimo anno: i 70 km del Percorso Crete Senesi, i 96 km del Percorso Val d’Orcia e infine i 153 km per il percorso lungo Eroico.

Il fascino di questa competizione è tutto nei paesaggi che si attraversano pedalando e naturalmente nella riconquista delle cosiddette strade bianche. Giancarlo Brocci, ideatore nel 1997 della gara, aveva uno scopo preciso: voleva far riscoprire la bellezza della fatica e il gusto dell’impresa. Certo, si tratta di un tipo di ciclismo impegnativo, che non fa sconti per quanto riguarda la fatica, ma è di una bellezza disarmante. I partecipanti della prima edizione della gara furono definiti dallo stesso Brocci “cacciatori di sentimenti e emozioni". Non è difficile capirne il motivo.

Credits photo: Paolo Penni Martelli

D’altronde, le strade bianche sono tutti quei tratti di sterrato che si trovano in campagna, immersi nella natura e di frequente attraversati anche da animali da soma e greggi di bestiame. C’è tutta una magia in quelle nuvole di polvere sollevate dal passaggio dei ciclisti, un mondo su due ruote di altri tempi. Una vera e propria avventura perché chi montava in sella doveva macinare chilometri e chilometri in condizioni quasi proibitive: chiunque montasse in sella doveva fare affidamento solo sulle proprie gambe, muoversi su biciclette molto pesanti e arrangiarsi in qualche modo in caso di foratura o qualsiasi altro inconveniente meccanico.

“Eroica Montalcino si svolge in uno scenario magnifico – ha  raccontato Franco Rossi, presidente di Eroica Italia ssd –. Qui ognuno trova la propria dimensione tra storia, bellezze naturali, arte e architettura, cibi ottimi, Brunello e tantissimo altro. Da qualche anno Montalcino e la Val d’Orcia si rivelano sempre più anche un territorio ideale per andare in bicicletta. Ogni tipo di ciclista trova qui un percorso alla sua portata. Così cresce la domanda in una Terra Eroica pronta ad ospitare tanti ciclisti. A cominciare da quelli che arriveranno nel week end per Eroica Montalcino. Dobbiamo essere ancora molto prudenti e per questo motivo abbiamo limitato molto il programma degli eventi della vigilia. Domenica partiranno in numero limitato per il motivo che tutti sappiamo, ma sarà comunque una grandissima festa per tutti gli appassionati e per la Val d’Orcia che torna finalmente a sorridere”.

Ecco perché l’Eroica è un evento da provare almeno una volta nella vita. Oggi percorrerai 27 km, forse domani ne farai il doppio perché farai parte della schiera di appassionati del ciclismo vintage. Ad ogni modo sarà sempre un’esperienza da vivere in mezzo alla natura, in pieno spirito eroico.