Ashtanga Yoga: cos’è e come si pratica

L’Ashtanga Yoga è una tecnica di meditazione che letteralmente significa “otto passi” riferendosi a otto livelli di pratica descritti dal filosofo Panjali nello Yoga Sutra. La tecnica consiste nell’esecuzione di specifiche sequenze di asana, dove la respirazione deve essere sincronizzata con il fluire del movimenti del corpo.
Gaia Cortese 14 gennaio 2020

L’Ashtanga Yoga è una tecnica yoga conosciuta per le sequenze di Asana con cui si pratica. Puoi quindi facilmente dedurre che sia una tecnica molto rigorosa e in alcuni casi anche più impegnativa rispetto ad altri approcci allo yoga, anche perché l’Ashtanga Yoga, nella sua pratica, pone molta attenzione sul respiro e sui movimenti del corpo che devono fluire in modo naturale.

Cos'è lo Yoga Sutra

La parola Ashtanga letteralmente significa “otto passi” indicati nello Yoga Sutra del filosofo Patanjali, ossia gli scritti che sono alla base dello yoga. Lo Yoga Sutra sembra esser stato scritto, secondo gli indiani, addirittura tra il 400 a.C e il 200 a.C.. Si tratta di una raccolta di 196 aforismi del filosofo Patanjali, brevi frasi cariche di significato pensate proprio per essere memorizzate facilmente e tramandate oralmente di generazione in generazione. Questo tipo di insegnamento, che passa da maestro ad allievo in modo diretto, è ancora molto attuale: l’Ashtanga Yoga, infatti, si basa proprio su questa modalità di trasmissione delle principali nozioni.

Gli otto livelli dell'Ashtanga Yoga

Dicevamo che la parola Ashtanga significa "otto passi", e con questo si fa riferimento agli 8 livelli di yoga descritti dal filosofo Panjali nello Yoga Sutra. Vediamo quali sono:

  • Yama (azione verso gli altri o astinenza)
  • Niyama (azione verso se stessi)
  • Asana (postura)
  • Pranayama (controllo del respiro)
  • Pratyahara (digiuno dei sensi)
  • Dharana (concentrazione)
  • Dhyana (meditazione)
  • Samadhi (autocoscienza)

Le serie dell’Ashtanga Yoga

L’Ashtanga Yoga si basa su un preciso e rigoroso ordine di posture (asana), divise in distinte serie o sequenze, ognuna delle quali ha uno specifico scopo psico-fisiologico. Le sequenze sono sei e vengono tutte eseguite con una determinata velocità (alcune, vedremo, sono piuttosto faticose).

Yoga Chikitsa

La prima serie, Yoga Chikitsa (Yoga terapia), è quella più semplice, ma diventando più esperti si sale di livello e, di conseguenza, anche di serie. Sono 75 asana e per farla tutta avresti bisogno di quasi 2 ore di tempo. La serie Yoga Chikitsa inizia con 2 sequenze chiamate Surya Namaskara A e B (saluti al sole). Si procede poi con posizioni in piedi, sedute, piegamenti all’indietro e asana invertiti. Ogni serie termina con il rilassamento finale nella posizione del cadavere (Savasana). Questa serie aiuta a riequilibrare il corpo.

Nadi Shodhana

Nadi Shodhana (pulizia dei canali) è la seconda serie, e serve per ripulire e fortificare i canali energetici dove scorre la forza vitale (prana) in tutto il corpo. Simile alla prima serie, Nadi Shodhana aggiunge alcune posizioni nuove, ma attenzione, non si impara la seconda serie se non si è perfettamente acquisita la prima.

Le serie avanzate

Le successive serie avanzate richiedono forza e flessibilità, acquisite con la pratica costante delle serie precedenti. Solitamente sono eseguite dai praticanti più esperti.

I benefici dell'Ashtanga Yoga

Benessere fisico, rilassamento mentale e una maggiore spiritualità sono i principali che garantisce la pratica dell'Ashtanga Yoga. Se per esempio soffri di mal di schiena o dolori di cervicale, con l'Ashtanga Yoga potresti vedere migliorata la tua condizione di salute fisica. Questa tecnica yoga contribuisce a tonificare i muscoli, a rinforzare le articolazioni e la colonna vertebrale, a migliorare la circolazione sanguigna e le funzioni dell'apparato nervoso, digestivo e respiratorio.

Grazie alle tecniche di respirazione messe in pratica con l'Ashtanga Yoga, la mente si calma e si allontana lo stress, così come molti problemi come ansia e depressione, tendono a scomparire lasciando spazio a un maggior equilibrio psico-fisico.