I benefici della danza per bambini: educa al rispetto degli altri e accresce l’autostima

Migliora la coordinazione e il senso dell’equilibrio, sviluppa il corpo in modo armonioso e rinforza l’apparato muscolo scheletrico. La danza non porta con sé solo benefici a livello fisico: è una disciplina di gruppo, migliora il rapporto con gli altri, insegna il rispetto e il valore del sacrificio e, cosa non irrilevante, aumenta l’autostima.
Gaia Cortese 27 settembre 2020

A sceglierla di solito sono più le bambine, ma negli ultimi tempi anche i maschietti hanno iniziato a dimostrare un po' di interesse nei confronti della danza (e non è solo merito di Billy Elliot). Il fatto è che se prima la scelta si limitava forse unicamente alla danza classica, oggi sono davvero numerosi i corsi di danza a cui potersi iscrivere.

Chi ama muoversi, ballare e non sa mai stare fermo, può scegliere in base al carattere e alle attitudini personali il tipo di danza più adatto. L'importante è sempre scegliere ciò che più appassiona.

I benefici della danza

La danza è uno sport completo dai numerosi benefici fisici e psicologici. Non solo contribuisce a sviluppare un corpo armonico se praticata fin dall’infanzia, ma contribuisce anche a un benessere psicofisico importantissimo nella fase di crescita del bambino. Tra le capacità fisiche acquisite ci sono: l’equilibrio, la coordinazione dei movimenti e la padronanza dello spazio.

Dal punto di vista psicologico la danza educa al rispetto degli altri e accresce l’autostima dei bambini più timidi. Sviluppa il senso sociale e del gruppo perché si lavora insieme alla coreografie e si porta in scena un saggio finale a cui tutti lavorano con costanza. Ecco perché la danza può considerarsi un’attività educativa da tutti i punti di vista, perché è una disciplina anche mentale che insegna a organizzare la mente, a prendere con serietà un impegno condiviso con altri e a portare a termine un progetto a lunga scadenza.

Danza per bambini: a che età iniziare

Tra i 3 e i 5 anni i corsi proposti ai più piccoli sono corsi propedeutici alla danza, in cui l’approccio alla disciplina avviene sotto forma di gioco. Di danza vera e propria si inizia a parlare in età scolare, a partire dai 6 anni quando la struttura fisica del bambino inizia a svilupparsi. Per quanto riguarda la tecnica, gli esperti consigliano un primo approccio con i passi e le posizioni della danza classica, punto di partenza per ogni evoluzione stilistica personale.

Corsi di danza per bambini

Le proposte delle scuole di danza sono molteplici ed è assolutamente giusto che un bambino appassionato di questa disciplina scelga il percorso più adatto alle proprie attitudini e al proprio carattere. Le principali discipline sono: danza classica, danza contemporanea, danza moderna e Hip Hop.

Danza classica

Esercizi alla sbarra, posizione dei piedi e tanta, tanta disciplina. L’idea che ci siamo tutti un po’ fatti della danza classica è questa, ma è anche una disciplina molto coinvolgente, in grado di dare molte soddisfazioni. Oltretutto, il portamento che si eredita dalla pratica di questa danza, è davvero notevole.

Danza contemporanea

Espressività, interpretazione e movimento sono abilità alla base della danza contemporanea o espressiva. Una variante della danza consigliata soprattutto ai bambini molto creativi, dotati di un animo artistico, che non si preoccupano di mettersi in gioco e non hanno paura di improvvisare davanti a un pubblico di spettatori.

Danza moderna

Tra coreografie creative, tecniche di ballo e ritmi che variano dal jazz al musical, la danza moderna è una disciplina estremamente varia. I corsi partono già a partire dai 6 anni di età, danno una base tecnica e consentono di avere un’ampia visione di tutti i repertori musicali che ci sono nell’ambito del ballo.

Hip hop

Poca tecnica forse, ma tanto ritmo. Chi ama muoversi e ballare può iscriversi a un corso di Hip Hop, per imparare i passi della danza che tipicamente ha avuto origine tra le strade del Bronx di New York, per poi diffondersi nelle aree urbane ed extraurbane delle comunità di tutto il mondo.