Fitwalking, la camminata veloce che fa bene a corpo e mente

Tonifica, mantiene allenato il cuore e fa dimagrire (consumi circa 300 calorie in 30-40 minuti di attività). Eppure la camminata veloce, o fitwalking, non si limita ai benefici per il corpo, ma fa tanto anche per la tua mente: allontana lo stress, ti mette di buon umore e aumenta anche la tua autostima.
Gaia Cortese 5 maggio 2020

È l’attività fisica più completa, puoi praticarla quando e dove vuoi e ti fa dimagrire. La camminata veloce, o meglio conosciuta come fitwalking, è un’attività fitness praticabile da tutti, il modo migliore per tenersi in forma, ma anche per iniziare a farlo. Camminare è un gesto motorio naturale, e farlo ad una velocità leggermente maggiore rispetto a quella normale, è un’attività fitness che apporta innumerevoli benefici a corpo e mente.

La prima domanda che potresti porti è: camminata veloce sì, ma quanto? La camminata veloce dovrebbe permetterti di coprire la distanza di un chilometro in otto, nove minuti, vale a dire che in 40 minuti a passo veloce dovresti percorrere una distanza di quasi 5 km.

La seconda domanda che potresti esserti fatto è: quante calorie si consumano con la camminata veloce? Vale a dire: quanto mi conviene infilarmi maglietta, pantaloncini e scarpe da running se voglio dimagrire? Per calcolare il numero di calorie che puoi bruciare facendo fitwalking la formula è quella di moltiplicare una caloria per il tuo peso corporeo per il numero di chilometri percorsi.

Per esempio, se peso 60 chili e percorro almeno 5 km consumerò ben 300 calorie, nei 40 minuti ipotizzati poco sopra. Certo non siamo al livello di consumo calorico che può garantire la corsa o il nuoto o qualsiasi altra attività ad alto impatto, ma se la camminata veloce diventa un’abitudine piacevole, sicuramente la praticherai con costanza e i risultati non tarderanno ad arrivare.

I benefici

Rinforza l’apparato cardiocircolatorio

La camminata veloce riduce il rischio di malattie cardiache perché è a tutti gli effetti un esercizio per cuore e arterie. Abbassa la pressione arteriosa e aiuta a ridurre il livello di colesterolo cattivo (LDL) e ad alzare quello buono (HDL).

Fa dimagrire

Praticare fitwalking, non solo ti aiuta a mantenerti in forma e a tonificare tutti i muscoli del corpo, ma ti aiuta a perdere peso, sempre che sia associato a un regime alimentare volto a dimagrire. Camminare è il modo più salutare che esista per combattere il sovrappeso.

Migliora l'umore

Praticare qualsiasi attività sportiva aiuta a mantenere il buon umore, complici le endorfine e la serotonina, prodotte dall'organismo proprio durante l'allenamento e l'esercizio fisico. Pertanto, non solo lo sport ti rende più felice, ma ti aiuta anche ad allontanare lo stress.

Allevia lo stress

Ritagliarti un momento della giornata per dedicarti a te stesso e al tuo benessere praticando fitwalking, è il modo migliore per alleviare lo stress accumulato. Se cammini al mattino ti caricherai di energia e affronterai meglio la giornata; se cammini la sera ti sarà utile per liberarti dai troppi pensieri che possono riempire la tua testa.

Combatte la cellulite

L'attività fisica regolare apporta maggior ossigeno ai tessuti; non solo migliora la circolazione sanguigna, ma i benefici si vedono pure sulla circolazione linfatica, e di conseguenza sul problema della ritenzione idrica. Le principali cause della formazione della cellulite sono: la cattiva circolazione del sangue, il grasso localizzato, il basso tono muscolare, la dieta non bilanciata e lo stress. La camminata veloce permette di riattivare il microcircolo e di combattere cellulite e ritenzione idrica, aiutandoti a dimagrire e a tonificare i muscoli.

Quanto tempo?

Per ottenere i maggiori benefici dalla camminata veloce, dovresti camminare a passo sostenuto per 40-45 minuti dalle 3 alle 5 volte a settimana, magari scegliendo di alternare giorni di attività a giorni di riposo per mantenere il ritmo giusto. Se ti trovi in una fase di attività fisica iniziale, nelle prime due settimane la camminata veloce può durare anche solo una ventina di minuti ed essere fatta con un’andatura meno sostenuta, almeno 3 volte a settimana.

Tecnica di camminata veloce

La principale tecnica del fitwalking consiste nell'appoggio del tallone, nella rullata del piede (come un tampone o un timbro) e nella spinta posteriore fino alla punta dell'alluce, accompagnata dall'oscillazione delle braccia, stese lungo il corpo o piegate al gomito. Non si tratta insomma di fare una passeggiata o aumentare lievemente la tua andatura normale.

Correre o camminare?

Seti è rimasto il dubbio che correre sia meglio che camminare veloce, devi considerare ancora due aspetti del fitwalking. In primo luogo, camminare veloce non ha controindicazioni, lo possono fare adulti, bambini e anziani, in grado di gestire la velocità di camminata più adatta alla loro età e alla loro preparazione fisica. In secondo luogo, la camminata veloce ha un minor impatto del peso corporeo sulle articolazioni: mancando la tipica fase di "volo" della corsa, infatti, la massa del corpo acquisisce meno accelerazione e viene assorbita totalmente dall'apparato locomotore (muscoli, tendini e articolazioni).