Le consociazioni migliori per il tuo orto sinergico

Vuoi iniziare a coltivare un orto sinergico ma non sai da dove iniziare nella scelta delle specie da piantare? Eccoti qualche consiglio iniziale sulle consociazioni, ovvero le associazioni di piante che si aiutano reciprocamente nella crescita senza ostacolarsi.
Sara Del Dot 30 ottobre 2019

Se hai deciso di creare il tuo primo orto sinergico e ti sei già occupato di realizzare bancali e sistemare il terreno, ti starai chiedendo cosa ti conviene piantare per avviare le tue coltivazione a una crescita migliore possibile. Le specie che seminerai una accanto all’altra, infatti, sono piante che non si ostacoleranno a vicenda durante la crescita ma anzi trarranno l’una dall’altra beneficio e protezione reciproca. Le consociazioni possibili sono tantissime, di conseguenza in questo articolo ti darò soltanto qualche indicazione.

Indicazioni generali

Una cosa importante da evitare è mettere insieme ortaggi appartenenti alla stessa famiglia botanica, dal momento che hanno le stesse esigenze nutritive e molto probabilmente quindi sfrutteranno il terreno allo stesso modo. Proprio secondo questo principio, invece, è consigliato mettere insieme ortaggi a crescita e maturazione sia rapida che lenta, per garantire un raccolto durante tutto l’anno, e con radici diverse per sfruttare i vari strati di terreno. Inoltre, è importante che siano sempre presenti dei legumi, che raccolgono azoto dall’aria liberandolo nel terreno e quindi nutrendolo con elementi fondamentali. Anche le piante aromatiche sono raccomandate, perché con i loro aromi tengono lontani insetti e parassiti.

Esempi di consociazioni utili

Ecco quindi alcune consociazioni possibili tra piante all’interno di un orto sinergico:

  • Le leguminose si associano molto bene con cavoli di vario tipo, zucchine, cetrioli e zucca, prezzemolo, finocchietto, carote
  • Barbabietola e lattuga
  • Lattuga con cipolle, rape, porri, piselli, fragole, finocchi, cavoli
  • Carote e cipolle si aiutano tantissimo. Più in generale è molto positivo associare una pianta delle liliaceae e una delle ombrellifere
  • Per tenere lontana la cavolaia, il cavolo e il cavolfiore possono essere consociati a erbe aromatiche come timo e menta, pomodoro, sedano, ma non vanno d’accordo con altri cavoli, aglio, cipolla e patate
  • Carota con aglio e cipolla, ma anche bietola, cicoria, piselli, porri, pomodori
  • Porro e cipolla con sedano
  • Fragola con erba cipollina, aglio, cipolla e porro

Consociazioni da evitare

Così come ci sono quelle consigliate, è bene tenere a mente anche alcune consociazioni da evitare per impedire che la crescita del tuo orto venga compromessa dai suoi stessi abitanti.

  • Cavoli e fragole
  • Finocchio con pomodori, fagiolini e cumino
  • Piselli con liliaceae come cipolla, aglio, scalogno
  • Pomodoro con patate, piselli, cetrioli e finocchi