Maratona di Reykjavik 2019: vien voglia di partecipare, senza essere runner provetti!

C’è competizione nella maratona di Reykjavík, ma è tutta l’atmosfera che si crea intorno a questo evento che rende la manifestazione sportiva un appuntamento unico anche per chi non indossa abitualmente le scarpe da corsa. Ecco perché sabato 24 agosto chiunque potrebbe decidere di correre lungo le strette strade del capoluogo islandese (anche tu). L’importante, infatti, non è vincere, ma partecipare.
Gaia Cortese 16 agosto 2019

L’aria è più pulita, l’atmosfera è rilassata e il paesaggio circostante è meraviglioso. Tre motivi, al di là di ogni spirito competitivo, per prender parte alla Maratona di Reykjavik, in programma il 24 agosto lungo le strade del capoluogo dell’affascinante terra dei geyser. Quest’anno la maratona è alla sua 36esima edizione e propone tre diverse distanze: i classici 42 km, i 21 km della mezzamaratona e i più abbordabili 10 km, adatti a tutti, famiglie al completo comprese.

L'atmosfera che si respira in questa città del nord Europa è elettrizzante. Non solo gli islandesi seguono e supportano con entusiasmo la gara, ma nello stesso periodo è in programma la Reykjavik Culture Night (Menningarnótt), un evento nazionale che porta fino a un terzo dell'intera popolazione dell'Islanda sulle strade della capitale.

Un'altra ragione per correre questa maratona è il nome vichingo della città, Reykjavík, che letteralmente significa "baia fumosa"; il nome si riferisce al vapore che sale dalle numerose sorgenti geotermiche islandesi che permettono a Reykjavík di poter vantare un'aria davvero pulita.

Generalmente sono circa mille i corridori che partecipano alla maratona e circa duemila quelli che partecipano alla mezzamaratona, motivo per cui, se decidessi di partecipare a questo evento, non troverai sicuramente una maratona troppo affollata, anzi.

Il percorso della Maratona di Reykjavik

La maratona di Reykjavik ha un percorso molto suggestivo. Ha inizio e termine nel centro della città, passa lungo il lago Tjörnin, costeggia la zona portuale dove si può ammirare il palazzo di vetro della Harpa Camera Music, e poi prosegue fuori città dove si aprono paesaggi della natura mozzafiato.

Alcune parti del percorso attraversano aree disabitate, dando la possibilità a chi corre di godersi i paesaggi dell'Islanda. Potresti quindi ritrovarti a correre lungo casette dalle mura variopinte, passare a sentieri stretti e fiancheggiati da prati con erba alta. Attenzione solo alle condizioni meteo che qui risultano essere più imprevedibili rispetto ad altre città che organizzano maratone.

Il tempo limite per concludere la tua gara: 6 ore se affronti i 42 km  della maratona, 3 ore per la mezzamaratona. E non finisce qui. Al termine della giornata all'insegna dello sport e della cultura, la città di Reykjavík ama chiudere in bellezza con uno grandioso spettacolo di fuochi di artificio sul mare.