Meditazione guidata della sera: come riconoscere l’energia positiva della tua giornata

Dieci minuti al giorno da dedicare alla meditazione della sera possono essere utili per rivivere i momenti positivi, le occasioni che ti hanno dato energia e donato una sensazione di benessere e soddisfazione. Quella stessa energia la porterai con te al tuo risveglio.
Gaia Cortese 8 gennaio 2020

Una giornata impegnativa. Una corsa unica tra impegni di lavoro, figli da prendere a scuola, camicie da ritirare in lavanderia e cena ancora da preparare. Al termine di una giornata così, non resta che meditare. Sì, perché anche solo 10 minuti di meditazione della sera possono aiutarti a rilassarti, a rivivere i momenti positivi della giornata e a tenere lontano lo stress accumulato. Concedersi (perché di questo si tratta) anche poco tempo per allontanare le tensioni e alleviare la stanchezza può aiutarti a riposare meglio durante la notte, a ricaricarti di energia e a stare molto meglio.

Per una meditazione della sera bastano pochi minuti, anche perché capita spesso di sprofondare nel sonno prima di quanto ci si aspetti, soprattutto se sei particolarmente stanco. Il primo passo da fare è quello di mettersi in una posizione comoda, anche disteso nel letto se preferisci, fare tre respiri profondi e iniziare a ripercorrere la propria giornata.

Pensa a tutto ciò che è stato positivo. Dedica almeno un minuto di tempo a focalizzarti e a dare energia a tutti quei momenti in cui sei stato meglio, in cui ti sei sentito più a tuo agio e in cui sei stato davvero te stesso. Prova a percepire l’energia positiva che hai accumulato attraverso questi ricordi e proiettala verso il momento in cui ti concederai di riposare. L’obiettivo di questa meditazione è quello di raccogliere nei tuoi sogni le intuizioni che possono essere utili alla tua vita, rielaborarle nel sonno e farne tesoro per affrontare la giornata che seguirà nel modo più positivo possibile. Al tuo risveglio, ricorderai solo ciò che per te è importante ricordare.

Scegli qualcosa che hai fatto durante la giornata, qualcosa che ti ha fatto stare bene. Può essere qualcosa di semplice come un abbraccio a una persona cara, un desiderio che hai compreso e che stai per realizzare, un’azione che ha portato benessere a te o a un’altra persona. Rimani focalizzato per qualche istante sulla cosa più positiva che hai pensato e prova ad assorbirne l’energia; focalizzati soprattutto sulla sensazione che ti ha dato, perché in quella azione o in quel gesto c’è un insegnamento prezioso anche per il tuo futuro.

Anche oggi hai vissuto e hai vissuto al tuo meglio.

Ora che hai riconosciuto l’energia che scaturisce dalle esperienze che ti permettono di sentirti felice, impegnati a rigenerare quella stessa energia anche domani: non importa come, sarà un gesto diverso o anche più gesti che riempiono la tua giornata o che solo contribuiranno a donarti una sensazione di benessere diffusa. Domani vivrai la stessa energia positiva che oggi stesso hai vissuto e soprattutto che hai riconosciuto. La meditazione della sera aiuta a vivere una vita più fluida dove ogni giorno accade qualcosa di bello: basta riconoscerlo come un dono.

La meditazione della sera ti ricorda che anche oggi hai vissuto e hai vissuto al tuo meglio. Ogni giorno fai quello che puoi fare e quello che non puoi, semplicemente non lo fai. È inutile pensare che avresti dovuto vivere in maniera diversa da quello che hai fatto perché ogni giorno vivi quello che ti concedi di vivere e ogni giorno almeno in un istante hai imparato a onorare la bellezza della vita. Ricorda sempre che anche nelle giornate peggiori c’è sempre un piccolo ricordo che brilla più degli altri: quello è il tesoro da portare con te nella notte.

Al termine della meditazione della sera concediti ancora un minuto: lascia che i momenti più luminosi della giornata appena trascorsa emergano. Ora puoi sentirti bene e sentirti pienamente orgoglioso di quello che hai vissuto.