Danza acrobatica con i tessuti aerei: cos’è, come si pratica e quali sono i benefici

Se non hai mai sentito parlare dei tessuti aerei, si tratta di una vera e propria disciplina sportiva (ci sono gare e competizioni) che prevede l’esecuzioni di coreografie spettacolari sospesi in aria e arrotolati in un telo di stoffa.
Gaia Cortese 27 Febbraio 2022

Dal circo alla palestra è stato un attimo. Così la disciplina circense dei tessuti aerei, diventata famosa grazie agli spettacoli del Cirque du Soleil, è arrivata ad essere praticata anche nelle comuni palestre.

Se non soffri di vertigini e hai voglia di mettere alla prova il tuo equilibrio e la tua coordinazione, puoi fare una lezione di prova, sempre e comunque sotto la supervisione di un esperto insegnante di questa tecnica. Senza contare che, dalla costante pratica della danza aerea. puoi ottenere benefici sia a livello fisico che psicologico. Scopriamo perché.

I tessuti aerei

Cos’è

La disciplina dei tessuti aerei (dall’inglese “aerial silk") consiste nel compiere evoluzioni coreografiche rimanendo sospesi nell’aria, arrotolati con varie parti del corpo ad un telo di tessuto elastico, lungo 16 metri; una lunghezza che deve essere rispettata affinché il telo possa essere certificato per la danza aerea.

Il telo viene fissato al soffitto con un gancio o un moschettone all’altezza di circa 5 metri, per questo motivo chi soffre di vertigine deve prima di tutto superare la paura di trovarsi a tale altezza. In ogni caso, a maggior ragione durante le prime lezioni, l’area dove si pratica è attrezzata con un materassino per garantire la sicurezza dell'acrobata e per prevenire eventuali cadute gravi.

Cosa si fa

Questa arte circense è decisamente coreografica, tant'è che si parla proprio di danza aerea. Tra le più conosciute posizioni c'è quella del pipistrello e quella del Buddha, ma anche diverse chiavi, come la chiave di piede o la chiave di ventre, ossia posizioni in grado di garantire maggiore sicurezza all'acrobata.

Si tratta di un allenamento cardiovascolare che combina la danza, l'acrobatica e il fitness

Anche la salita è un movimento coreografico, anche perché si può salire sul telo in vari modi e con diverse tecniche: la poplitea, per esempio, consiste nel portare una gamba in alto e agganciarla al tessuto, mentre la salita con il panino è il metodo più utilizzato e uno tra i primi a essere insegnato. Esistono poi diverse tecniche di caduta, sia semplici che difficili, quelle che lasciano di solito con il fiato sospeso gli spettatori e infine i cosiddetti "nodi", ossia quelle posizioni statiche che si ottengono “annodandosi” al telo.

Posizioni statiche e dinamiche, combinate con le varie salite e cadute permettono di creare delle coreografie davvero emozionanti che fanno di questa disciplina uno spettacolo di altissimo livello.

Benefici

Praticare questa danza aerea, perché di questo si tratta, permette di sviluppare la forza, la coordinazione e l'elasticità. Dal punto di vista fisico si rafforzano i muscoli, nello specifico gli arti superiori e gli arti inferiori, oltre ai dorsali e agli addominali. non solo. Praticando questa disciplina si lavora sull’allungamento della colonna vertebrale, pertanto può aiutare a migliorare il benessere della propria  schiena.

Si tratta di un allenamento cardiovascolare che combina la danza, l'acrobatica e il fitness. In questo modo è possibile tenersi in forma divertendosi e senza il rischio di annoiarsi. L'attenzione e la concentrazione, infatti, devono essere sempre molto alte. Oltretutto, particare la danza con i tessuti aerei è anche un modo per superare i propri limiti e le proprie paure: un modo efficace per aumentare l'autostima, oltre che per stimolare la fantasia e la creatività per coreografie sempre nuove.