Non è trekking: l’hiking è davvero una “cosa” da sportivi

Da non confondere con il trekking, l’hiking è un’attività che consiste nel camminare a passo sostenuto in mezzo alla natura e soprattutto, ha una durata limitata: da poche ore a una giornata al massimo.
Gaia Cortese 13 Aprile 2022

To hike in inglese significa "fare un’escursione a piedi", e di questo, infatti, si tratta. Fare hiking significa dedicarsi all’attività di camminare, in maniera abbastanza sostenuta e in mezzo alla natura, quindi lungo sentieri di montagna, attraverso prati e boschi. Ma quello non era trekking?

Hiking e trekking: la stessa cosa?

La confusione tra le due attività in effetti esiste, ma c’è una differenza sostanziale, vale a dire la durata dell’attività: se nell’hiking le escursioni hanno una durata limitata, di poche ore, al massimo giornaliera, nel trekking si prevede anche un pernottamento, perché l’attività di escursionismo, in questo caso, si suddivide in più giornate.

Non solo. C’è un’altra piccola differenza. Nell’hiking ci si concentra più sulla performance sportiva, sulla camminata stessa, piuttosto che sul paesaggio e la natura circostante, come succede invece nel trekking.

Attrezzatura

Ecco perché in termini di attrezzatura, l’hiking consente di portarsi dietro solo lo stretto necessario, dal momento che non è previsto bivacco o pernottamento. Nello zaino di norma oltre agli accessori non indispensabili, ma utili, per eventuali imprevisti (kit di pronto soccorso, kit per le riparazioni, torcia e fischietto), vanno aggiunti anche una bussola e una mappa, un coltello tascabile, un accendino. Da non dimenticare anche un paio di occhiali da sole, un cappellino per proteggere la testa da ogni condizione meteorologica e della crema solare protettiva, oltre naturalmente a qualche scorta di cibo e acqua.

Benefici

I benefici che si possono avere dalla pratica dell’hiking non si discostano tanto da quelli che si hanno con la camminata. Fare hiking aiuta senza ombra di dubbio a mantenersi in buona forma fisica. Aiuta anche a tenere corro controllo la pressione sanguigna, i livelli di colesterolo e il diabete. Non rinunciare al movimento permette anche di prevenire problemi alle ossa, riducendo non solo il rischio di infortuni e fratture, ma anche di soffrire di osteoporosi.

Mentre a livello mentale, un'attività sportiva come l'hiking allontana lo stress, riduce gli stati di ansia e mette di buon umore. Camminare in mezzo alla natura può anche favorire la creatività, oltre a migliorare la memoria, la concentrazione e altre capacità cognitive.