Sapevi che la Ruota del Dharma (o Dharmacakra) è il simbolo del Buddhismo?

Forse non tutti sanno che il Buddhismo ha un proprio simbolo che compare nei racconti del Siddharta una volta raggiunto lo stato di Buddha. Si tratta del Dharmacakra, o Ruota del Dharma, una ruota con otto raggi che rappresenta l’Ottuplice Sentiero Buddhista, il più nobile dovere da mettere in atto per un praticante di questa religione.
Gaia Cortese 25 giugno 2019

A un primo colpo d’occhio sembra il timone di un vecchio vascello, ma in verità la cosiddetta Ruota del Dharma o Dharmacakra è addirittura il simbolo del Buddhismo, e forse pochi lo sanno perché siamo abituati a vedere associata al Buddhismo l’immagine dello stesso Buddha seduto, in piedi o sdraiato.

Il Dharma è l'insegnamento del Buddha.

Invece, la Ruota del Dharma o Ruota della Dottrina, o della Legge, rappresenta il nobile Ottuplice Sentiero buddhista ed per questo motivo che è costituita da otto raggi.

Cos'è l'Ottuplice Sentiero?

L’Ottuplice Sentiero è il più nobile dei compiti e consiste nell’agire sotto l’influenza della virtù (“giusto mezzo”). I primi due atteggiamenti sono Samma ditthi (retta cognizione o retto intendimento) e Samma sankappa (retta risoluzione) e hanno a che fare con il pensiero.

I quattro successivi sono: Samma vaca (retta parola), Samma kammanta (retta azione), Samma ajiva (retta condotta di vita), Samma vayama (retto sforzo) e hanno a che vedere con l'azione. Infine, gli ultimi due atteggiamenti, ossia Samma sati (retta consapevolezza) e Samma samadhi (retta pratica della meditazione) e hanno a che fare con la contemplazione.

Buddha e il Dharmacakra

Questa ruota è considerata una vera e propria arma che viene messa in moto dallo stesso Siddharta Gautama una volta raggiunto lo stato perfetto di Buddha. Trovandosi per la prima volta a Sarnath, non lontano da Benares, che corrisponde all’odierna Varanasi, nel Parco delle Gazzelle (che per questo motivo vengono spesso rappresentate sotto la Ruota) Buddha enuncia le Quattro Nobili Verità: la Verità della sofferenza, la Verità dell’origine della sofferenza, la Verità della cessazione della sofferenza, la Verità che conduce alla cessazione della sofferenza e l’Ottuplice Sentiero come mezzo per porre fine alla sofferenza e conseguire l’Illuminazione.

In questa occasione il Buddha decide che non è giusto tenere per sé il frutto della pratica e il metodo che ha seguito per acquisire il suo stato, e inizia quindi a insegnare la sua dottrina facendo girare la Ruota del Dharma.