Shavasana, la posizione yoga per rilassare corpo e mente

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Shavasana, conosciuta anche come la posizione del cadavere, è un’asana in grado di rilassare profondamente corpo e mente. Mantenbuta per almeno 10 minuti, questa posizione viene usata per terminare ogni sessione yoga.
Gaia Cortese 27 Febbraio 2022

Praticata ogni volta che si termina una sessione yoga, shavasana è una posizione yoga che ha lo scopo di rilassare corpo e mente e di percepire maggiormente i benefici ottenuti con la pratica yoga.

Questa asana è conosciuta anche come la posizione del cadavere, infatti, in sanscrito Sava significa “cadavere” e asana “posizione, postura”. La posizione viene chiamata così perché nell’esecuzione dell’asana, che potrebbe anche sembrare un semplice momento di relax a fine pratica, si rimane immobili e rilassati in posizione supina, e non serve spiegare oltremodo a cosa può far pensare la posizione assunta dal praticante yoga.

A differenza di quello che si potrebbe pensare, per molti maestri Shavasana è anche una tra le posizioni più difficili da assumere. Sorprende infatti che molti praticanti esperti si cimentino con successo nelle asana più difficili come piegamenti all’indietro, torsioni, posizioni di equilibrio anche complicate, ma nell'eseguire questa postura finale abbiano non poche difficoltà a rilassarsi e controllare la mente.

Shavasana, la posizione del cadavere

Come si fa

Per praticare questa asana sdraiati sul tappetino in posizione supina. Poi piega le ginocchia e portale al petto. In questo modo la zona lombare si distende ulteriormente. Allunga quindi una gamba per volta, appoggiandole al suolo e mantenendole leggermente divaricate e infine lasciando che le punte dei piedi ruotino leggermente verso l’esterno.

Le spalle devono essere aperte e rilassate: posizionale ai lati del corpo alla stessa distanza. Dopo esserti assicurato che anche il collo è allungato e disteso, concentrati sulla testa. Rilassa tutti i muscoli del viso, poi porta l’attenzione alla lingua, rilassandola, e poi agli occhi, rivolgendo lo sguardo verso l’interno.

Il respiro deve entrare e uscire senza nessuna forzatura, liberamente. A questo punto lascia che il corpo si abbandoni , sentilo pesante e lascia che si rilassi sempre di più ad ogni respiro.

Shavasana dovrebbe essere mantenuta come posizione almeno 10 minuti. Per uscire dalla posizione del cadavere inizia a muovere leggermente i piedi e le mani, e a seguire il collo. Poi ruota tutto il corpo verso destra e rimani in questa posizione per qualche secondo. Infine, alzati lentamente e ritorna nella posizione seduta.

Benefici

Con Shavasana il praticante può raggiungere un totale rilassamento fisico e mentale. Questa posizione yoga ha il potere di calmare la mente e di liberarla dallo stress. Non solo. La posizione del cadavere riduce l’ansia e favorisce il sonno, migliorando di conseguenza la concentrazione, la memoria e la consapevolezza.

Allo stesso modo, Shavasana rilassa anche il corpo regolarizzando la respirazione e migliorando la circolazione sanguigna. Può aiutare anche a sciogliere le tensioni muscolari e a sentirsi in buona forma, nello specifico perché è come se riforzasse i benefici ottenuti con la pratica completa della sessione yoga.