Soffri da stress da rientro? Prova queste attività

Talvolta le vacanze hanno degli effetti collaterali davvero controproducenti: molto spesso dopo un lungo stop di relax, le persone si sentono depresse e molto stressate per il ritorno alla routine. Ecco dunque che cosa fare prima e soprattutto dopo per gestire questi sentimenti negativi e godersi il riposo.
Valentina Rorato 26 Agosto 2021

Il rientro dalle vacanze può essere carico di stress. L’idea di essere nuovamente risucchiati dagli impegni professionali, di non avere tempo per sé (o comunque molto poco), può provocare ansia e depressione, soprattutto se il lavoro non è appagante. Cosa si può fare? La medicina e il lusso dell’età contemporanea è il tempo, inteso come spazio per sé per non essere sopraffatti dalle responsabilità, e di conseguenza è fondamentale tornare alla realtà un po’ alla volta, pianificando alcuni aspetti importanti.

Lo stress è un sentimento comune

Le vacanze possono essere una bella pausa dalla routine e un'opportunità per avere spazio e tempo per pensare, rilassarsi e divertirsi. Quando torni alla tua vita, sei consapevole che nulla è cambiato. E questa consapevolezza può scatenare stress ma anche depressione. Pertanto, è importante riconoscere questi sentimenti per quello che sono: una cosa assolutamente comune e normale. Capire perché ti senti giù dopo una vacanza è il primo passo per combattere lo stress che può accompagnare il tuo ritorno.

Organizza un rientro soft in ufficio

Se il tuo primo giorno, include riunioni stressanti, potresti ritrovarti a rimanere indietro e a sentirti sopraffatto. Non fissare nessuna riunione per il rientro. Prenditi del tempo per recuperare il ritardo e per leggere tutte le email e rispondere.

Sfrutta il tempo di viaggio

A seconda di quanto lontano sei andato, potresti finire per trascorrere una quantità significativa di tempo in aereo, in treno o in macchina. Perché non sfruttare al meglio questo tempo? Se qualcun altro sta guidando o se stai volando, puoi organizzare il tuo calendario. Questo ti aiuterà a tornare mentalmente in gioco.

Rientra 48 ore prima

Tornare la domenica sera per essere in ufficio il lunedì mattina non è mai una buona idea. Hai bisogno di assestarti, di riprendere confidenza con i tuoi spazi. Organizzati in modo tale da essere a casa il sabato o almeno avere una giornata di stop domestico prima di andare in ufficio.

Sistema casa prima di partire

Svuota il frigorifero, riordina il tuo spazio vitale, lavora in anticipo sugli incarichi per il tuo lavoro in modo da non perdere le scadenze; imposta un messaggio fuori sede sulla tua email e recluta amici o colleghi per aiutarti mentre sei via. L'idea è che non vuoi tornare da un grande viaggio per trovare il caos nella vita che hai lasciato.

Pianifica un altro viaggio

Mentre sei nel bel mezzo di assaporare quelle vibrazioni felici delle vacanze, pensa in anticipo alla prossima destinazione. Non è necessario acquistare i biglietti aerei o prendere già le ferie, ma fai in modo che mentalmente tu abbia un’altra meta da raggiungere.

Fai un po' di esercizio

Se ti senti triste, vai a correre o usa il tuo corpo per sfogare le energie negative. Rimarrai piacevolmente sorpreso dal cambiamento di umore.

Terapia della luce naturale

La terapia della luce può essere utilizzata per aiutare con il jet lag una volta che si è verificato, ma la luce è anche un antistress fantastico. Se soffri per il fuso queste sono le regole: se hai volato verso ovest, esponiti a molta luce solare al mattino presto ed evitare l'esposizione alla luce nel pomeriggio e in prima serata, e il contrario per i voli in direzione est. Se invece sei solo un po’ depresso, prova a passare un’oretta all’aperto: passeggia, prendi il sole, mettiti a leggere sul terrazzo.

Apporta dei veri cambiamenti

La vacanza non deve finire e può essere usata per apportare cambiamenti positivi nella tua vita. Prendi ciò che ti è piaciuto e vedi se puoi incorporarlo in qualche modo nella tua vita quotidiana, il che può aiutare a migliorare le cose. Cerca di lasciar andare gli impegni che non sono importanti, necessari o non ti stanno più bene.

E ricordati di fare molta attenzione alla tua dieta.