Spesa del mese di maggio: frutta e verdura di stagione

Maggio in termini di frutta e verdura significa “di tutto un po’”. È infatti un mese ricco di ortaggi. Alcuni di questi potevi trovarli sui banchi del supermercato già durante i mesi precedenti, altri sono tipi di questo mese. E vuoi sapere qual è il primo? Le ciliegie!
Giulia Dallagiovanna 30 aprile 2019

Se sei un amante della frutta fresca, delle macedonie o delle insalate miste, con l'arrivo del mese di maggio inizia ufficialmente la tua stagione alimentare preferita. Durante il periodo più caldo dell'anno, la natura dà il meglio di sé. Innanzitutto trovi ancora diversi ortaggi che hai acquistato nelle settimane precedenti, coma cicoria, broccoli, asparagi, biete, carote, piselli e fagioli, carciofi, ravanelli e tanto altro. In quanto alla frutta invece, si conclude la fase degli agrumi, ma hai ancora qualche giorno per gustare i kiwi e terminare le scorte di vitamina C. Le fragole continuano a essere le regine dell'orto e le nespole sono sempre presenti tra i banchi del supermercato.

C'è però alcuna frutta e verdura che fa capolino solo adesso. Uno per tutti, le ciliegie!

Fave

In passato erano la carne dei poveri. Le fave infatti sono molto ricche di proteine vegetali e diventano quindi un ottimo alimento se segui una dieta vegetariana o vegana. Contengono inoltre diverse fibre, che ti aiutano a mantenere stabili i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue e a regolarizzare l'attività dell'intestino. Sono quindi alleate nella prevenzione di diabete e obesità e…in preparazione della prova costume. Questi legumi sono infatti ipocalorici ma con una buona quantità di vitamine, soprattutto quelle gruppo A,C ed E, che favoriscono il lavoro del sistema nervoso e rendono più efficiente il metabolismo. Se vuoi saperne di più, su Ohga ti abbiamo già parlato delle proprietà delle fave.

Sono buone un po' in tutti i piatti. Le puoi utilizzare come contorno per la carne o il pesce, ma anche aggiungerle al sugo della pastasciutta o al condimento del tuo risotto. E per le ultime serate fredde dell'anno, perché non ti prepari una bella zuppa?

Patate novelle

Le patate novelle sono quelle più piccole, più dolci e più ricche di selenio e vitamina C, rispetto alla varietà di lunga conservazione. Si raccolgono soprattutto nel mese di maggio e devono essere conservate in un luogo fresco e asciutto, anche in frigorifero all'occorrenza. Il loro periodo non dura oltre la fine di giugno. Con il loro elevato contenuto di acqua e potassio, possono diventare delle sostitute di pane e pasta, assicurando anche un minor apporto calorico.

Le puoi cucinare esattamente come le altre patate, ma ti consiglio di mantenere la buccia quando è possibile. È uno strato sottile e tenero ma presenta la maggior concentrazione di proprietà nutritive all'interno del tubero.

Crescione

Forse non conosci ancora quest'ortaggio, cugino di cavolfiore, broccolo e rucola. Il crescione però è una verdura che cresce spontaneamente lungo i corsi d'acqua, come ruscelli o canali, ma può anche essere coltivato in orti e giardini. Dovrai però fare attenzione a quale varietà stai acquistando, se quella d'acqua o quella inglese. La riconosci dalle foglie piccole e tondeggianti e devi sapere che era nota fin nell'antichità per le sue proprietà nutritive, tanto che secondo i persiani poteva stimolare la crescita dei bambini. Contiene infatti diverse vitamine, come la A, la C e la E, oltre ad alcune del gruppo B. Ricco di folati e sali minerali, tra cui ferro, magnesio e calcio, aiuta a mantenere in salute le ossa e la pelle e può essere un alimento importante in tutte le età della vita.

Il gusto leggermente piccante o rende perfetto per insaporire le insalate, ma anche le zuppe e le vellutate di verdura. Potresti anche frullarlo e prepararne una salsa, oppure aggiungerlo alle bruschette, un tipico piatto estivo.

Cetrioli

Se i primi caldi ti hanno fatto venir voglia di buttar giù qualche chiletto guadagnato durante l'inverno, allora c'è una verdura che potrebbe aiutarti. Il cetriolo è composto per il 95% da acqua ed è uno degli ortaggi che favorisce di più la depurazione dell'organismo. Non solo, ma l'acido tartarico impedisce ai carboidrati di pane e pasta di trasformarsi in grassi, limitando quindi l'assunzione di peso. Non sottovalutare però le sue proprietà nutritive, soprattutto per quanto riguarda i sali minerali come ferro, calcio e potassio.

I cetrioli sono buoni soprattutto crudi, in insalata. Sono poi molto presenti nella cucina degli altri paesi mediterranei, come la Grecia. Magari hai già assaggiato lo tzatiki, una salsa a base di yogurt, limone, olio, aglio e, naturalmente, cetrioli.

Fiori di zucca

Tra i fiori commestibili, sono quelli più conosciuti e più spesso utilizzati. E forse la ragione è che i fiori di zucca sono alimenti molto digeribili e adatti a tutti, anche ai bambini. Contengono tante vitamine, soprattutto del gruppo B, e una buona quantità di sali minerali. Aiutano inoltre nella prevenzione del tumore e rafforzano il sistema immunitario, stimolando la produzione di globuli bianchi. Se poi soffri di problemi agli occhi, soprattutto legati alla vecchiaia, questi fiori potrebbero davvero fare al caso tuo.

La ricetta più conosciuta è probabilmente quella dei fiori di zucca fritti in pastella. Li puoi però utilizzare anche nei risotti o nella pastasciutta, magari tagliati a striscioline e fatti saltare in padella per qualche minuto. Ma puoi provare anche ad aggiungerli alle torte salate e persino alla pizza.

Ciliegie

Le ciliegie sembrano un po' le caramelle della natura, una tira l'altra, come si dice, e in poco tempo ti ritrovi ad averne mangiata una quantità considerevole. Bene, è il momento di dare il via alle scorpacciate. Ma questi frutti hanno tantissime proprietà, tra cui quella diuretica, disintossicante e depurativa. Si tratta poi di alimenti adatti ai diabetici, anche se molto dolci, perché lo zucchero che contengono, cioè il levulosio, non ha controindicazioni per chi ha problemi di glicemia. L'acido malico, poi, stimola l'attività del fegato, mentre la melatonina potrebbe aiutarti a dormire meglio.

Il miglior modo per gustarle è acquistarle biologiche e mangiarle fresche, magari appena raccolte. Si trovano però anche diverse preparazioni con questo frutto, come marmellate, torte e liquori.

Albicocche

Dopo le ciliegie, un altro dei regali di maggio sono le albicocche. Piccole, ma con davvero tante proprietà a partire dal betacarotene e dal licopene, che ostacolano la sedimentazione dei grassi e del colesterolo "cattivo". Contengono poi moltissime fibre, utili per favorire il dimagrimento e per tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue. Ma soprattutto, pur non essendo frutti rossi, hanno un elevato potere antiossidante grazie alla presenza della vitamina A, che contrasta la formazione di radicali liberi.

Come sempre il consiglio è di mangiarle fresche, ma le puoi anche inserire in una macedonia o utilizzarle per preparare un dolce.