Terme di Merano: fino a 100°C di benessere nel cuore dell’Alto Adige

25 piscine interne ed esterne, saune, bagni di vapore, Spa e anche una stanza della neve. Per un weekend (o anche una sola giornata) all’insegna del relax nel cuore di una cittadina tipicamente sudtirolese.
Sara Del Dot 29 Aprile 2019

Proprio nel centro di Merano, città altoatesina di poco più di 40mila abitanti celebre per i mercatini di Natale, si trova uno degli impianti termali più moderni e famosi d’Italia. Solo osservando dall’esterno la sua architettura particolare, è chiaro che si tratta di un luogo fuori dal tempo. Inaugurate nel 2005 e collocate proprio nel centro della città, dall'esterno le Terme di Merano sono un enorme cubo di vetro e metallo, che ha ben poco a che vedere con il contesto sudtirolese in cui è inserito. Al suo interno 25 piscine, diverse saune, un parco termale esterno di 5 ettari, una zona Spa e un Fitness centre.

Le piscine

All’interno delle terme di Merano sono presenti 25 vasche, situate sia all’interno che all’esterno della struttura. Le 15 piscine interne, due delle quali a cavallo con lo spazio esterno, presentano diverse temperature, che vanno dai 33 ai 37 gradi. C’è una piscina principale di 240 metri quadri (34°C), la vasca salina (35°C), piscine con acqua calda e fredda (37-18°C), le piscine termali con acqua al radon (33°C). Si trovano tutte insieme in uno spazio molto ampio e dai soffitti alti, e sono circondate da pareti in vetro che consentono di godere della vista del parco e delle montagne dell’Alto Adige.

Nel parco esterno delle terme, aperto dal 15 maggio a settembre, si trovano altre 10 vasche di vario genere: ce ne sono tre a riscaldamento solare (25°C e 28°C), c’è il percorso con vasche Kneipp (34°C-18°C), la piscina di acqua sorgiva, la piscina controcorrente, quelle con acqua fredda e calda e la vasca di raffreddamento (25°C).

Le saune

Oltre al bagno turco, presente nella zona delle piscine interne, alle terme di Merano sono disponibili diversi tipi di sauna. La sauna finlandese, ad esempio, è una delle più grandi dell’Alto Adige, può ospitare fino a 100 persone e ha una temperatura tra i 90° e i 100° C, che consente al corpo di liberarsi di tutte le tossine e rafforzare il sistema immunitario e il cuore. C’è poi la possibilità di fare un’esperienza nella sauna al fieno biologico, in cui le temperature sono più basse rispetto a quella finlandese e il profumo del fieno esercita un effetto rivitalizzante. Una seduta in questa sauna prevede inoltre l’ausilio di un’illuminazione particolare con tecniche di fototerapia e di oli essenziali.

Per prepararti a questi livelli di calore, puoi fare prima un salto nel bagno di vapore Passerstein, in cui la temperatura resta tra i 42° e i 45° C e l’umidità raggiunge il 100%. Qui, il corpo si rilassa, la pelle si depura in profondità e il sistema immunitario migliora. Anche il Trauttmandsdorff è il bagno di vapore ideale per prepararsi alle altre saune, infatti anche qui la temperatura è tra i 42° e i 45° e l’umidità al 100%. A differenza del Passerstein, in questo bagno di vapore il colore predominante è l’arancione, e i getti sono mescolati con erbe biologiche che hanno sul corpo un effetto profondamente depurativo, rilassante e protettivo.

La stanza della neve

Dopo l'afa soffocante delle saune, potresti avere voglia di una rinfrescata, meglio se intensa per riattivare la circolazione e rivitalizzare i tessuti. La stanza della neve serve proprio a questo. Si tratta di uno spazio in cui, dal soffitto, cadono veri e propri fiocchi di neve che si depositano a terra. La temperatura, infatti, si mantiene a 10°C sotto lo zero. Qui, puoi recuperare in breve tempo la temperatura corporea e rinfrescare polmoni e vie respiratorie.