Anche Garibaldi apprezzava i benefici delle acque termali, almeno quella volta che passò dalle Terme di Rapolano

Giuseppe Garibaldi arrivò in questa bellissima località termale in cerca di riposo e di tranquillità. Era il 1867, ma oggi questo comune, in provincia di Siena, è ancora una delle mete preferite per chi cerca un po’ di relax. Qui infatti si trovano San Giovanni Terme Rapolano e Terme Antica Querciolaia.
Gaia Cortese 3 Marzo 2021

Tra il Chianti e la Val di Chiana, nel cuore delle Crete senesi, Rapolano Terme è una delle mete più ambite per chi è in cerca di un po’ di relax e benessere. Questo comune, in provincia di Siena, viene spesso paragonato ad un piccolo tesoro della campagna toscana, così com’è circondato da boschi, uliveti e vigneti. Rapolano Terme sorge su un terreno tipicamente argilloso che custodisce le preziose acque termali che hanno dato vita ai centri termali Antica Querciolaia e Terme di San Giovanni.

San Giovanni Terme Rapolano

Il centro termale San Giovanni è costituito da un complesso posto a poco più di un chilometro di distanza dal paese. Fiore all'occhiello di questo centro sono senza dubbio le benefiche piscine termali, incastonate nell'affascinante scenario delle Crete Senesi e disponibili a diverse temperature. Oltre alle piscine termali, la struttura mette a disposizione dei visitatori altri ambienti wellness, dove è possibile sottoporsi a trattamenti termali o estetici.

Tra le cure termali più richieste ci sono sicuramente le cure inalatorie e i trattamenti di balneoterapia e fangoterapia condotti con acque termali sulfureo-bicarbonato-calciche che sgorgano a una temperatura di quasi 40°C. Tra i trattamenti benessere invece si può dire che c'è l'imbarazzo della scelta, tra massaggi localizzati o total body e trattamenti di bellezza per il viso e per il corpo che possono spaziare dai trattamenti anti-età a quelli di remise en forme. 

Benefici delle acque termali

Le acque termali del centro hanno alte percentuali di zolfo, che ne caratterizza l’odore, e di solfato di magnesio. Questi due elementi, con l'alta temperatura delle acque, hanno proprietà curative particolarmente indicate per i trattamenti della pelle, dell'apparati motorio e respiratorio. Un bagno in queste acque non solo assicura benessere e relax, ma migliora l’aspetto della cute e contrasta le infiammazioni di natura dermatologica (psoriasi, eczema cronico, dermatite seborroica, dermatosi pruriginosa, orticaria).

Anche la rigidità muscolare può essere alleviata dagli effetti che queste acque termali possono avere sul corpo, e i tessuti ne giovano acquistando maggiore elasticità. Al centro vengono curate altre numerose patologie come i dolori cervicali e lombari, i reumatismi extra articolari, l'osteoartrosi, le discopatie, l'artrite reumatoide, l'osteoporosi e altre forme degenerative.

L’inalazione dei vapori spontanei delle acque ha un effetto benefico sulle vie aeree perché le disinfetta e migliora la respirazione. Inoltre è utile anche per le bronchiti croniche, le rinosinusiti croniche, le faringolaringiti croniche e le riniti allergiche.

Il centro San Giovanni Terme Rapolano è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale. È sufficiente presentarsi con il tesserino sanitario, la richiesta rilasciata dal proprio medico curante e il codice fiscale.

Terme Antica Querciolaia

Il nucleo del complesso termale, risalente alla seconda metà dell’Ottocento, mostra un legame molto forte con la fonte: la sua caratteristica forma a ferro di cavallo in passato è stata progettata proprio per abbracciare la preziosa sorgente. La roccia calcarea che domina in tutto il centro è il travertino, che tipicamente si forma proprio  in seguito alla precipitazione di carbonato di calcio nelle vicinanze di sorgenti, cascate e bacini lacustri.

Proprio da questo centro termale, nel diciannovesimo secolo, passò un ospite molto illustre , Giuseppe Garibaldi. L’eroe dei due mondi curò in questo luogo i postumi della ferita d’Aspromonte: “I bagni di Rapolano mi hanno tolto un resto d’incomodo al piede sinistro e l’effetto ne fu istantaneo, ciò mi dà buona opinione di questi bagni che penso di continuare per alcuni giorni”. Era l'agosto del 1867.

Benefici delle acque termali

Nel caso di patologie respiratorie, queste acque termali trasmettono i loro benefici per inalazione e curano diverse patologie dell'apparato respiratorio e otorinolaringoiatra quali riniti, faringiti, laringiti, sinusiti, tonsilliti e otiti.

Le caratteristiche chimico-fisiche delle sorgenti sono poi attive per prevenire e trattare problemi di tipo fisico-funzionale; nel caso di affezioni che riguardano l’apparato osteo-articolare (reumatismo cronico, artropatie croniche, esiti di traumi) e cutaneo (acne, seborrea, eczemi, orticaria, psoriasi), l’azione terapeutica si ha con l'immersione. Oltretutto, la presenza di alghe è uno dei principi attivi fondamentali delle acque termali, che ne dimostra anche il fatto che le acque non sono  trattate con disinfettanti.