Yoga: la posizione del corvo per potenziare la muscolatura di braccia e gambe

La posizione del corvo – bakasana, anche tradotta come posizione della gru – è un esercizio di hatha yoga un pochino complesso per i principianti, perché prevede grande forza e buon equilibrio per essere eseguita alla perfezione. Ma proprio la pratica costante ti aiuterà in questo. Scopri come fare.
Paola Perria 28 Ottobre 2018

Bakasana, la posizione del corvo (o della gru, dato che la parola sanscrita baka si riferisce ad un volatile simile alle gru) non è tra le asana più semplici da praticare, per tale ragione te la consiglio se sei già un po’ pratico di hatha yoga o se sei uno sportivo allenato. Perché questo avvertimento? Perché cimentandoti troppo presto negli esercizi yoga più complessi – magari perché preso dall'entusiasmo dei principianti – rischi di demoralizzarti se non riesci subito ad eseguirli, e quindi di abbandonare questa meravigliosa disciplina pensando che “non sia per te”.

Al contrario, proprio perché graduali, gli esercizi di hatha yoga, lo yoga della longevità e della salute, sono adatti a tutti. Se, invece, pratichi yoga da un bel po’ e le asana più semplici ormai le esegui in automatico, oppure non hai mai fatto yoga in vita tua, ma il tuo corpo è temprato da altre discipline sportive, ti presento bakasana, certa che non avrai difficoltà nell’eseguirla alla perfezione.

Posizione di partenza

Posizione accovacciata: le braccia fra le gambe, le ginocchia toccano l’addome, la è schiena arrotondata a guscio di tartaruga.

Prima fase

Inspirando, appoggia bene le palme al suolo. Espirando stringi le gambe verso il centro del corpo come a creare un solido compatto e spingi il busto in avanti mentre punti le cosce verso gli avambracci, in modo da tenerti in equilibrio. Contemporaneamente solleva il bacino verso l’alto e alza i talloni da terra in modo da poggiare solo con la parte anteriore dei piedi.

Seconda fase

Dolcemente solleva i piedi, prima l’uno poi l’altro fino a raggiungere una posizione stabile. Piega leggermente i gomiti, contrai i muscoli addominali, apri le scapole e appunta il tuo sguardo in avanti, verso l’orizzonte. Mantieniti in questa posizione di equilibrio respirando normalmente per 5 secondi minimo.

Terza fase

Riportati alla posizione iniziale accovacciata espirando e poggiando un piede alla volta. Ripeti questo asana per un massimo di 5 volte. Inizialmente, però, fallo solo una volta e solo quando sarai in grado di eseguire la posizione del corvo perfettamente, potrai rieseguirla più volte.

I benefici della posizione del corvo

Bakasana è una delle posizioni yoga più efficaci per migliorare il tuo equilibrio, proprio come per altri versi o è la posizione dell’albero. Questo asana, inoltre, eseguito regolarmente, potenzia la muscolatura di braccia e gambe, che oltre a diventare più stabili, aumentano anche la loro forza e la capacità di presa. Per tale ragione si consiglia bakasana agli sportivi, per migliorare le loro performance soprattutto in atletica o se la disciplina sportiva praticata comporta l’uso di attrezzi.

Sei pronto per provare a trasformarti in un… corvo pronto a spiccare il volo?

Fonti | “Yoga facile” Rosalind Widdowson, Ed. Mondadori, Milano, 1983