A 17 anni costruisce uno scooter elettrico a energia solare utilizzando scarti in legno

Samuel Aboagye è un giovane aspirante ingegnere che frequenta una scuola professionale in Ghana. Nonostante le difficoltà economiche costruire e inventare sono le sue passioni più grandi e in sole due settimane, riciclando componenti da vecchie bici e altri apparecchi, ha costruito uno scooter elettrico in legno.
Video Storie 14 Settembre 2021

A 17 anni e in sole due settimane ha costruito uno scooter a energia solare utilizzando legna da ardere. Samuel Aboagye è un giovane ingegnere che frequenta una scuola professionale in Ghana e nonostante abbia avuto poche possibilità di studiare, la tecnologia è la sua passione più grande. "Il mio scooter va a energia solare perché non voglio inquinare" – afferma Samuel – "e con una sola ricarica può camminare anche una settimana". Con i pochi mezzi a sua disposizione, Samuel è sempre riuscito a creare qualcosa di utile per sé o per la famiglia come piccoli droni, una lavatrice per mascherine e un dispositivo bluetooth ricavato da bidoni in plastica. Le difficoltà economiche non sono state mai un limite per  la sua creatività: "Certe volte non so cosa sto facendo, ma quando mi viene in mente una cosa la devo fare" – aggiunge – "anche se significa utilizzare i soldi destinati all’acquisto di cibo per comprare le risorse per i miei progetti".

Per la costruzione di questo scooter elettrico Samuel ha utilizzato parti di una sua vecchia bici, mentre il telaio è costituito da assi di legno che ha tagliato aiutandosi solamente con un coltello. Il motore dello scooter è quello della vecchia macchina da cucire della madre e tutto viene alimentato da un unico pannello fotovoltaico. Lo scooter ha inoltre un campanello funzionante, un sistema di frenatura e luci di posizione ed è dotato anche di uno speaker bluetooth con il quale è possibile collegare il telefono per fare chiamate o ascoltare la musica senza distrarsi mentre ci si trova alla guida.

"Qui c’è una grande disponibilità di legno così ho pensato che invece di bruciarlo lo potevo utilizzare per costruirci qualcosa" – continua Samuel – "all’inizio ho pensato a un’auto tutta fatta di legno ma vista la mia scarsa possibilità economica ho optato per lo scooter". Samuel, guidando per le strade della sua città, ha catturato lo sguardo dei passanti che hanno pubblicato sui social la sua ultima invenzione funzionante e super silenziosa. Così ha attirato le attenzioni dell’attivista africano Efo Selasi che ha deciso di raccontare la sua storia per cercare di ispirare tutti i giovani imprenditori e creativi del continente a fare affidamento nelle proprie idee per incentivare il cambiamento nei paesi più in difficoltà.

Samuel è riuscito a tirare fuori tutto il suo talento nonostante fosse cresciuto in un contesto difficile, dimostrando a tutti che una grande forza di volontà può spesso aprirti nuove possibilità. In Africa, fin troppi giovani imprenditori rischiano di non poter poter realizzare i propri sogni, per questo l’attivista Efo Selasi si batte affinché questi ragazzi vengano considerati risorse preziose. "Samuel e altri come lui" commenta l'attivista nel suo canale Youtube – "non dovrebbero essere lasciati da soli, invece dovremmo supportarli affinché diventino delle risorse e possano costruire un’Africa migliore".