Alla scoperta di tutti i tipi di massaggio, tra relax, oli essenziali e manipolazioni

Luci soffuse, musica soft e relax assoluto. Nulla è meglio di un bel massaggio per rilassare il tuo corpo. Il suo potere distensivo e defaticante ti permetterà di staccare dallo stress quotidiano e ricaricare le batterie.
Simona Cardillo 23 Ottobre 2018

Dì la verità: quando pensi a un massaggio, ti immagini steso su un lettino a sognare luoghi lontani, accompagnato da suoni delicati e melodiosi in sottofondo, mentre due mani ti sfiorano la pelle dolcemente. Ma non è sempre così. Non tutti sanno che esistono vari tipi di massaggi, ognuno con scopi e tecniche differente. Ogni corpo è diverso dagli altri e ogni problema deve essere trattato con il rimedio più appropriato. Sbagliare tipologia di massaggio può essere dannoso, quanto non effettuare nessun trattamento specifico.

Scopriamo quindi insieme quali sono i più noti tipi di massaggi e le loro proprietà:

Massaggio ayurvedico

Trova le sue origini nella medicina naturale indiana Ayurveda (che significa “conoscenza della vita”) e racchiude anche principi filosofici ed esistenziali secondo cui corpo e mente sono un’unica entità. Il massaggio ayurvedico si propone come valido alleato nell’affrontare i cambiamenti naturali, come le stagioni e l’avanzate degli anni. Viene effettuato su un piano di legno diviso in due parti, una per il corpo e una per la testa, con lo scopo di armonizzare l’uomo nella sua totalità. Si basa su un insieme di manovre, come le manipolazioni, uso di impacchi, creme e oli preparati secondo la tradizione ayurvedica. Tra i suoi benefici troviamo l’eliminazione delle tossine e la depurazione mentale e fisica dell’organismo.

Shiatsu

La particolarità di questo tipo di trattamento è che il paziente rimane vestito per tutto il tempo. Questo accade perché lo shiatsu non è un vero e proprio massaggio nel senso stretto del termine, non prevedendo l‘uso di prodotti per la pelle e quindi non è necessario un contatto pelle-pelle. Il terapista tocca varie zone del corpo del paziente e attraverso la digitopressione in determinati punti e linee lo aiuta a rilassarsi. Se sei molto stressato o soffri di disturbi psicosomatici, lo Shiatsu è sicuramente il trattamento più adatto a te.

Massaggio Thai

Come avrai già capito, Thai sta per Thailandese ed è proprio da lì che arriva questa tipologia di massaggio, strettamente correlato ai principi del Buddhismo. Il trattamento inizia con manipolazioni dolci che aumentano di intensità nel corso della seduta, senza però mai provocare dolore. Come nello Shiatsu, se sceglierai un massaggio Thai sarai completamente vestito e indosserai indossando abiti comodi. È particolarmente indicato per riequilibrare la corretta propagazione dell’energia nel corpo e per ravvivare l’attività vascolare dell’organismo.

Massaggio Lomi Lomi

Conosciuto anche come massaggio hawaiano, si avvale di specifici oli e prodotti per il corpo. L’operatore ricreerà le onde dell’oceano grazie a movimenti e gestualità ritmiche che ricordano appunto il moto del mare sulle spiagge hawaiane. Si inizia dalla schiena per poi passare a gambe e braccia e terminare con la parte anteriore del corpo. Prediligi questo trattamento se soffri spesso di muscoli contratti e articolazioni irrigidite. Tra i suoi benefici inoltre c’è il ripristino corretto del flusso di energia all’interno del corpo.

Massaggio Californiano

Nato in California, è uno dei massaggi più recenti dato che le sue origini risalgono agli anni Settanta ed è figlio della cultura New Age e Hippy. Durante un massaggio californiano il massaggiatore libererà la tua energia attraverso la manipolazione di alcuni punti chiave del corpo. Durante il trattamento vengono applicati sulla pelle oli essenziali profumati rilassanti e saranno effettuati movimenti leggeri e lenti. Fine ultimo di questo tipo di massaggio è il totale abbandono e il raggiungimento dell’armonia. Se soffri di disturbi come insonnia, depressione o ansia non ti resta che provarlo.

Riflessologia plantare

Non si tratta di una vera e propria tecnica di massaggio, ma è annoverato tra i trattamenti di benessere utili a rilassarsi grazie alla pressione di precisi punti. Il principio che sta alla base della riflessologia plantare è che per ad ogni zona del piede corrisponda un organo o un sistema del corpo. Facendo pressione o massaggiando quel determinato punto, ne avrà benefico anche il corrispondente organo o struttura nervosa. Questo trattamento sembra essere particolarmente indicato per problemi alle vie respiratorie e articolari.

Massaggio Svedese

A differenza di molte altre tipologie di massaggi che hanno origini orientali, quello svedese è invece il massaggio occidentale classico. Non a caso è considerata la base di tutte le tecniche di massaggio. I movimenti non sono mai troppo intensi e vanno dal semplice sfioramento (movimenti lunghi e ampi) all’impastamento (manipolazione profonda ei muscoli) e alla percussione (tamburellamenti ritmici). Ha effetti decontratturanti e rilassanti ed è particolarmente indicato anche per l’eliminazione del grasso e della cellulite.

Massaggio Hot Stone

Si basa sull’uso di pietre calde posizionate in punti strategici del corpo e che, grazie alle loro proprietà, decontrarranno il corpo e miglioreranno la circolazione sanguigna. Il massaggio Hot Stone deriva dai principi della tradizione ayurvedica e da quella sciamanica, che uniscono i benefici della termoterapia a quelli del massaggio. La pietra più usata è quella di basalto per la sua peculiarità di assorbire e trattenere il calore. Occasionalmente le pietre calde vengono alternate a pietre fredde (marmo o quarzo) per stimolare il sistema nervoso.