Allenarsi in inverno: i 5 buoni motivi per correre al freddo

Quando le temperature rigide e il meteo non proprio favorevole ti sembrano delle buone scuse per non uscire a correre, prova a pensare a tutti i benefici che l’attività all’aperto ti può dare.
Gaia Cortese 30 Dicembre 2020

Se stai cercando una buona ragione per correre quando fuori fa freddo, posso dartene almeno cinque. È vero, siamo in pieno inverno, le temperature sono piuttosto basse e spesso e volentieri bisogna fare i conti con la pioggia, il vento, la nebbia e in alcuni casi anche con la neve. Chi è appassionato di corsa, non perde occasione per uscire e allenarsi, ma a chi è ancora nel dubbio se rimanersene a casa seduto sul divano o indossare le scarpe da running, forse i motivi per correre al freddo che sto per elencare gli toglieranno ogni dubbio.

Va fatta subito una premessa. Ricordati che per correre al freddo e godersi a pieno l’attività fisica, non basta la buona volontà, ma devi anche essere ben equipaggiato e, in questo caso, l’abbigliamento ha un ruolo chiave. In pieno inverno è importante vestirsi in modo adeguato e uno dei maggiori rischi è quello di tenersi addosso indumenti bagnati di sudore. Ecco perché dovrai preferire un abbigliamento pensato per la pratica sportiva, tessuti tecnici che siano traspiranti, ma che proteggano dal freddo.

Aiuta a dimagrire

Perché correre quando fuori il termometro segna poco più di 5-6°C? Perché ti aiuta a dimagrire se il tuo oboettivo è perdere qualche chilo di troppo. L’azione del freddo, infatti, stimola la termogenesi, ossia il processo metabolico grazie al quale il corpo produce calore. Impegnato nell’attività fisica, l’organismo viene indotto a produrre calore dall’interno, e così facendo aumenta il consumo di energie e quindi di calorie.

Se vuoi perdere peso prediligi l’allenamento al mattino, in questo modo il metabolismo stimolato fin dalle prime ore del giorno accelerato e farai scorta di energia da utilizzare nelle ore successive.

Produci vitamina D

Praticare sport all’aperto porta ad una maggiore produzione di vitamina D, che a sua volta innesca il rilascio della serotonina, favorisce l’assorbimento del calcio e potenzia il tuo sistema immunitario (se non sei proprio un runner, basta anche una camminata di 20 minuti al giorno per averne dei benefici).

Come spiega Gianfranco Beltrami, specialista in Medicina dello Sport, in questo articolo pubblicato sul Corriere.it: “D’inverno si va incontro ad una carenza di Vitamina D che si acquisisce quando il corpo “vede” la luce solare e l’aria aperta e correre all’aria aperta anche in inverno è uno dei vantaggi per il corpo, ne facilità l’assunzione di vitamine”.

La vitamina D, oltretutto, ha un ruolo significativo nella prevenzione di diverse patologie tra cui l’ipertensione, il diabete e l’aterosclerosi.

Aumenti i livelli di serotonina

Ogni volta che esci fuori a correre, la luce naturale del giorno fa salire i livelli di serotonina, il cosiddetto ormone della felicità, che di norma si abbassa a livelli minimi proprio nel pieno della stagione invernale, quando tutti siamo un po’ più propensi a rimanercene in casa al caldo. Difatti, spesso e volentieri si ricorre proprio alla terapia della luce per combattere la depressione, soprattutto nel trattamento della SAD di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Abbassa lo stress

Camminare o correre è una sorta di meditazione. Precludersene la possibilità solo perché fuori fa freddo, sarebbe un brutto colpo per il tuo benessere psicofisico. Ancora non è chiarissimo il meccanismo che porta a questo risultato, ma la corsa riduce lo stress. Le endorfine prodotte mentre fai attività fisica sono una sorta di anestetico prodotto dall'organismo che ha, come effetto collaterale, quello di sedare i cattivi pensieri. Insomma, un palliativo perfetto per trovare giovamento in quelle condizioni in cui ti senti teso o stressato, e non sai come uscirne.

Mantieni il tuo allenamento

Ultimo, ma non meno importante, continuare a correre con il freddo, ti consente di mantenere un certo allenamento e di non perdere tutti i progressi che puoi aver raggiunto fino a questo momento. Uno stop nella corsa non è niente di grave, ma per riprendere l'attività fisica dopo una pausa più o meno lunga, costa sempre fatica. Magari riduci le uscite, ma non smettere mai di avere le tue scarpe da running a portata di mano. Non fa mai troppo freddo per uscire a farsi una corsetta.