Cinque sport che puoi praticare in montagna questa estate

In montagna nel periodo estivo puoi praticare un numero incredibile di attività sportive. In questo articolo ne abbiamo selezionate cinque. Alcune di queste possono essere praticate da tutti come la mountain bike o il nordic walking, altre potrebbero rivelarsi delle esperienze davvero adrenaliniche.
Gaia Cortese 17 Luglio 2019

Grazie alle temperature più miti, in estate la montagna è meta per le vacanze di sempre più appassionati e praticanti sportivi. Trascorrere in quota qualche giorno permette di rilassarsi, di apprezzare la natura di questi luoghi e la pace lontano dal caos cittadino, ma anche di praticare molte attività sportive. Tra quelle più gettonate ci sono la mountain bike e il nordic walking, ma perché non dedicarti a un’esperienza nuova e un po’ adrenalinica come lo sky running?

I 5 sport da praticare in montagna in estate

Parapendio

Se vuoi provare l’ebbrezza di volare facendoti trasportare dalle correnti d’aria, devi provare il parapendio, un’esperienza unica, adatta anche a chi soffre di vertigini (in volo non ci sono punti di riferimento quindi generalmente non si soffre di questo disturbo). Il decollo in parapendio solitamente si effettua da un leggero pendio, dopo aver controllato che la vela si sia gonfiata correttamente; qualche passo di corsa appena accennata e ci si ritrova in volo.

Una volta in volo goditi il panorama e naturalmente, il volo. Per quanto riguarda l’atterraggio, solitamente la velocità con cui ci si avvicina al suolo è sempre moderata, preparati ad ammortizzare con le gambe e come tocchi il terreno fai qualche breve passo per accompagnare la fase di atterraggio. Ovviamente la prima volta non proverai a prendere il volo da solo, ma sarai accompagnato da un istruttore professionista nel cosiddetto volo in tandem.

Arrampicata

Se ti sei innamorato dell’arrampicata, probabilmente ti sarai allenato costantemente in qualche palestra o centro indoor nella tua città, ma una volta arrivato in montagna troverai tutto ancora più entusiasmante. In montagna l’arrampicata diventa più alpinistica: i percorsi non sono segnati come su una parete artificiale, e spetta a chi arrampica valutare se un tratto di parete è più o meno pericoloso e quali accorgimenti occorre adottare.

È quindi necessaria molta esperienza e una conoscenza approfondita delle misure di sicurezza da adottare per non incorrere in alcun incidente. Come sostiene Pietro Dal Pra, scalatore e guida alpina, la regola è che “in montagna non si cade”, nel senso che non si può concepire la caduta e la sicurezza è data proprio dal fatto di non cadere. Meglio quindi praticare inizialmente con persone esperte e non affrontare mai una parete in solitudine, o rivolgersi a parchi avventura dove si possa arrampicare. Affidati sempre a istruttori specializzati o se preferisci segui un corso, come quelli organizzati dalle varie sezioni del CAI.

Nordic Walking

Al contrario per praticare nordic walking non ti serve una preparazione specifica. La camminata nordica, o camminata con i bastoni, è un’attività fisica praticata con l’uso di due bastoni, studiati appositamente per essere simili a quelli dello sci di fondo. I bastoncini della camminata nordica sono leggermente più corti rispetto a quelli usati per lo sci di fondo, hanno impugnature con laccioli speciali e puntali in metallo che in alcuni casi, per esempio sull’asfalto, sono coperti da una protezione in gomma, data in dotazione.

Ad ogni passo viene impressa una certa forza su ciascun bastone, ed è questo movimento, che coinvolge tutto il corpo, a portare i benefici riconosciuti al nordic walking. Rispetto a una normale camminata, infatti, consumerai più calorie, aumenterai la resistenza e la forza dei muscoli degli arti e del tronco superiore, migliorerai la circolazione, l’equilibrio e la stabilità, e infine alcune parti del corpo, come le anche, le caviglie e le ginocchia, non verranno sovraccaricate.

Mountain Bike

La bicicletta in montagna si traduce con mountain bike. Quali sono le differenze tra una bicicletta da strada o da corsa e una mountain bike? Le principali differenze stanno soprattutto nelle sospensioni che sono più ammortizzate essendo molto più sollecitate e nelle gomme più larghe e tassellate.

Generalmente in mountain bike si percorrono sentieri non asfaltati, tra boschi e distese di prati di montagna. Come il nordic walking, anche la mountain bike è adatta a tutti; quello che serve è una certa abitudine ad andare in bicicletta e un po’ di allenamento, considerato che in montagna sarà facile avere a che fare con discese e salite più o meno impegnative.

Sky running

Prima di essere uno sky runner, devi per forza essere un runner, e anche piuttosto preparato. Ecco un’attività sportiva per cui davvero devi essere allenato perché correre in montagna non è proprio una passeggiata. Lo sky running si pratica in alta montagna (anche oltre i 4.000 metri) su sentieri, mulattiere e rocce, ma anche in presenza di neve e ghiaccio.

Di norma le gare sono divise in specialità differenti: Vertical (percorsi con una pendenza media minima del 25% e in alcuni tratti anche superiore al 33%, che prevedono tre livelli di dislivello da superare: da 0 a 1.000 metri, da 1.000 a 2.000 metri e da 2.000 a 3.000 metri), SkyRace (gare brevi con un tempo massimo di gara fissato a 3 ore), UltraSkyMarathon (maratone che arrivano a distanze di 52,5 km), etc.

In Italia lo sky running è gestito dalla Federazione Italiana Skyrunning, mentre all’estero dalla ISF, (International Skyrunning Federation); nella pratica di questa disciplina possono essere previsti anche passaggi attrezzati con corde fisse o catene, dove la difficoltà, in ogni caso, non deve superare il secondo grado alpinistico.