Come dormire senza ansia: qualche consiglio per fare sonni tranquilli (o almeno provarci)

Dieci consigli per riuscire ad addormentarti senza portarti dietro tutte preoccupazioni e le ansie della giornata appena trascorsa e di quella che deve ancora arrivare.
Sara Del Dot 25 marzo 2019

Dormire bene è fondamentale, eppure risulta difficile per moltissime persone. Sembra infatti siano ben 9 milioni gli italiani colpiti da insonnia cronica, mentre il 45% della popolazione ne soffre in modo acuto o transitorio. Inoltre, secondo i dati 2016 dell’Eurodap, Associazione Europea disturbi da attacchi di panico, sette italiani su dieci manifestano disturbi del sonno.

Insomma, non siamo certo una popolazione che va a dormire serena e tranquilla. Di certo non aiutano le preoccupazioni quotidiane, i ritmi frenetici che la società ci impone, le mille cose da fare per le quali le 24 ore che un’intera giornata ci offre non sembrano mai abbastanza. E nemmeno il poco tempo che rimane per noi stessi, per fare qualcosa che potrebbe liberare la nostra mente almeno per un’ora. E quindi, tra una corsa e una colpevole pausa, la casa e il lavoro, la famiglia e la vita sociale, tutto lo stress, le ansie e le preoccupazioni accumulate si ripercuotono inevitabilmente sull’unico momento in cui potremmo davvero lasciarci andare e godere di silenzio e tranquillità: il momento in cui finalmente ci infiliamo sotto le coperte e spegniamo la luce. Troppo spesso, però, capita che nemmeno dormire ci riesca poi così bene.

E allora, cosa possiamo fare per scrollarci di dosso tutte le ansie e le preoccupazioni che ci seguono fino in camera da letto appollaiandosi sul nostro comodino e ricordandoci costantemente la loro presenza?

Ecco alcuni piccoli trucchi per provare a dimenticare ansia e stress e andare a dormire tranquilli. Nel caso ti accorgessi che questa situazione di forte malessere persiste senza accennare a diminuire, ti consiglio di rivolgerti a uno specialista.

  1. Durante la giornata stancati, ma in modo sano. Ovvero, cerca di ritagliarti un’oretta per svolgere dell’attività fisica. Non devi per forza iscriverti in palestra, puoi anche semplicemente andare a correre, fare una lunga passeggiata o qualche esercizio casalingo. Qualunque cosa va bene, purché ti permetta di incanalare lo stress accumulato durante la giornata e di buttarlo fuori senza lasciare il tuo corpo a formicolare istericamente.
  2. Se non riesci a dormire, cerca di non focalizzarti ossessivamente sul pensiero di non riuscire a dormire. Non concentrarti sull’idea che più passano le ore in cui non dormi, meno sarai produttivo domani. Cerca di ricordare l’ultima volta che ti è capitato e pensa che, proprio come allora, il tuo corpo farà in modo di farti arrivare dignitosamente a fine giornata senza stramazzare al suolo.
  3. Prova a cimentarti in qualche tecnica di rilassamento o meditazione. Stai per andare a dormire, quindi non hai nulla da fare se non metterti il pigiama e buttarti a letto. Ecco, prenditi una bella mezz’ora di pace e silenzio e fai un po’ di meditazione. Focalizzati, respira la calma della fine della giornata e prepara la tua mente e il tuo corpo alla dormita che li sta aspettando.
  4. Fai una bella chiacchierata con qualcuno. Non importa che siano i tuoi genitori, il tuo compagno o la tua coinquilina. Parla, comunica, sfoga i tuoi pensieri. Sicuramente ti consentirà di andare a dormire con la mente un po’ più vuota.
  5. Ascolta un po’ di musica o suona uno strumento. La musica, si sa, salverà il mondo. In questo momento, potrebbe salvare anche la tua nottata. Sdraiati, mettiti le cuffie e ascolta qualcosa di rilassante che accompagni la tua mente in un viaggio lontano, preparandola ad andare altrove.
  6. Cerca di essere metodico con gli orari in cui ti svegli e quelli in cui vai a dormire. È molto importante perché in questo modo il tuo organismo può prendere un ritmo e seguirlo con costanza, abituandosi a riconoscere le ore di sonno e quelle di veglia.
  7. Evita di bere caffè o alcol nel corso della serata. Certo, si dice che consumare alcolici aiuti ad addormentarsi, in realtà il rischio è quello che il tuo battito cardiaco acceleri e tu non riesca più a chiudere occhio. Piuttosto, opta per un tè caldo o una tisana rilassante.
  8. Se non riesci a dormire non guardare insistentemente l’orologio. Spegni il cellulare, non stare attaccato a quello schermo luminoso. Lo usi come sveglia? Compratene una, costano poco.
  9. Non restare ore ed ore immobile a fissare il soffitto al buio alimentando la tua stessa ansia. Piuttosto alzati, fai qualcosa, spezza quel momento angosciante e poi riprova daccapo.
  10. Se hai troppi pensieri e troppe ansie, prova a scrivere. Butta tutto su un foglio di carta, cerca di descrivere le tue sensazioni e come ti senti. Può essere un buon modo per buttare fuori le paranoie e svuotare un po’ la mente dai cattivi pensieri.